Clicca qui per scaricare

Internet come artefatto culturale al servizio dei movimenti religiosi
Titolo Rivista: RICERCHE DI PSICOLOGIA  
Autori/Curatori: Rosa Scardigno, Giuseppe Mininni 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 391-408 Dimensione file:  192 KB
DOI:  10.3280/RIP2015-002008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nell’ambito della psicologia culturale e discorsiva, le religioni vengono definite come "sistemi di significato" (Park, 2005) - che offrono ai credenti set di regole, obiettivi e un senso soggettivo di significativita della propria esistenza - e come "sistemi di comunicazione" (Pace, 2004; Scardigno, 2010) che facilitano la costruzione di una relazione soggettiva e "mediata" con il Trascendente. Nel rispondere ai mutati bisogni e alle nuove forme di competizione nel "mercato religioso" (Iannaccone e Berman, 2006), i movimenti adeguano e aggiornano contenuti e canali della comunicazione: Internet, con il suo universo discorsivo e le smisurate possibilita esplorative, offre inedite occasioni di approfondimento e partecipazione alle pratiche religiose tradizionali e soddisfa la curiosita di quanti vogliono conoscere altre forme di vita religiose. In linea con tale background teorico, l’obiettivo del presente lavoro e di analizzare alcuni siti web italiani di movimenti religiosi con l’intento di indagare le strategie di costruzione dei messaggi e cogliere eventuali differenze nella costruzione dei messaggi a livello valoriale e discorsivo. Ponendosi su punti diversi del polo qualitativo nel continuum offerto dalle metodologie della ricerca psicosociale, l’analisi delle strategie retorico-argomentative tipiche dell’analisi del discorso (Mininni, 2013) e l’analisi del contenuto effettuata con l’ausilio del software T-Lab (Lancia, 2004) enfatizzano le potenzialita interpretative delle metodologie qualitative nel cogliere peculiarita e profili comunicativi specifici dei diversi movimenti religiosi tra ancoraggio alle tradizioni e slanci verso nuove credenze e pratiche.


Keywords: Significato; mediazione, siti web, nuovi movimenti religiosi, analisi del discorso, analisi del contenuto.

  1. Belzen, J.A. (1999). The cultural-psychological approach to religion: Contemporary debates on the object of the discipline. Theory and Psychology, 9, 229-256., 10.1177/095935439992004DOI: 10.1177/095935439992004
  2. Belzen, J.A. (2004). Spirituality, culture and mental health: Prospects and risks for contemporary psychology of religion. Journal of Religion and Health, 43(4), 291-316., 10.1007/s10943-004-4298-4DOI: 10.1007/s10943-004-4298-4
  3. Bruner, J.S. (1990). Acts of meanings. Cambridge: Harvard University Press.
  4. Trad. it. La ricerca del significato. Per una psicologia culturale. Torino: Bollati Boringhieri. 1992.
  5. Cole, M. (1996). Cultural psychology: A once and future discipline. Cambridge, MA: Harvard University Press Derrida, J. (1976). Of Grammatology. Baltimore: Johns Hopkins University Press.
  6. Derrida, J. (1988). Afterword: Toward an ethic discussion. In J. Derrida, Limited Inc. (pp. 111-160). Evanston: Northwestern University Press.
  7. Di Blasio, P., & Milani, L. (2008). Computer-mediated communication and persuasion: Peripheral vs. central route to opinion shift. Computers in Human Behavior, 24, 798-815., 10.1016/j.chb.2007.02.011DOI: 10.1016/j.chb.2007.02.011
  8. Di Marzio, R. (2010). Nuove religioni e sette. La psicologia di fronte alle nuove forme di culto. Roma: Edizioni Magi.
  9. Iannaccone, L.R., & Berman, E. (2006). The good, the bad, and the deadly. Public Choises, 128, 109-129., 10.1007/s11127-006-9047-7DOI: 10.1007/s11127-006-9047-7
  10. Inghilleri, P., & Riva, E. (2009). I fondamenti della psicologia culturale. In P. Inghilleri (Ed.) Psicologia culturale (pp. 3-48). Milano: Raffaello Cortina Editore.
  11. Introvigne, M. (1998). L’esplosione delle nuove religioni. Seminarium, XXXVIII(4), 719-749.
  12. Lancia, F. (2004). Strumenti per l’analisi dei testi. Introduzione all’uso del TLab. Milano: FrancoAngeli.
  13. Mazzara, B.M. (Ed.) (2007). Prospettive di psicologia culturale. Modelli teorici e contesti d’azione. Roma: Carocci.
  14. McIntosh, D.N. (1995). Religion as a schema, with implications for the relation between religion and Coping. International Journal for the Psychology of Religion, 5, 1-16., 10.1207/s15327582ijpr0501_1DOI: 10.1207/s15327582ijpr0501_1
  15. Mininni, G. (1995). Discorsiva mente. Napoli: Edizioni Scientifiche Italiane.
  16. Mininni, G. (2003). Il discorso come forma di vita. Napoli: Alfredo Guida.
  17. Mininni, G., Scardigno, R., & Rubino, R. (2008). The Gestalt texture of discourse. Gestalt Theory, 30(3), 225-232.
  18. Pace, E. (2008). Raccontare Dio. La religione come comunicazione. Bologna: il Mulino.
  19. Park, C.L. (2005). Religion as a meaning making framework in coping with life stress. Journal of Social Issues, 61(4), 707-729., 10.1111/j.1540-4560.2005.00428.xDOI: 10.1111/j.1540-4560.2005.00428.x
  20. Silberman, I. (2005). Religion as a meaning system: Implications for the new millennium. Journal of Social Issues, 61(4), 641-663., 10.1111/j.1540-4560.2005.00425.xDOI: 10.1111/j.1540-4560.2005.00425.x
  21. Troeltsch, E. (1923). Die Soziallehren der christlichen Kirchen und Gruppen. Tubingen: Mohr. Trad. it. Le dottrine sociali delle Chiese e dei gruppi cristiani. Firenze: La Nuova Italia, 1960.
  22. Van Dijk, T.A. (1997). The study of discourse. In T.A. Van Dijk (Ed), Discourse as structure and process (pp. 1-34). London: Sage Publications.
  23. Vygotskij, L. (1934). Myslenie i rec. Moskva-Leningrad: Socekgiz. Trad. it. Pensiero e linguaggio. Firenze: Giunti Barbera. 1966.
  24. Wittgenstein, L. (1953). Philosophische Untersuchungen. Oxford: Basil Blackwell. Trad. it. di R. Piovesan e M. Trinchero, Ricerche filosofiche. Torino, Einaudi.
  25. 1967. Wundt, W. (1900–1909). Völkerpsychologie: Eine Untersuchung der Entwicklungsgesetze von Sprache, Mythos und Sitte. Leipzig: Engelmann.

Rosa Scardigno, Giuseppe Mininni, in "RICERCHE DI PSICOLOGIA " 2/2015, pp. 391-408, DOI:10.3280/RIP2015-002008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche