Una soluzione intelligente alle difficoltà quotidiane. Creare reti di relazione per affrontare il caos di ogni giorno
Autori e curatori
Contributi
Mario Silvano
Collana
Argomenti
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 116,   15a ristampa 2016,    1a edizione  2005   (Codice editore 1796.170)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 14,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846461896

In breve
Se pensate che l’interdipendenza porti a risultati più grandi della somma dei singoli sforzi. Se predicate che gli altri non sono semplicemente clienti di qualche merce che dovete per forza piazzare. Se condividete che la vita non è una catena di rapine da compiere impuniti. Se convenite che gran parte delle disgrazie trovano la loro radice nell’incapacità di tessere relazioni mutuamente vantaggiose.
Presentazione del volume

Se pensate che l’interdipendenza porti a risultati più grandi della somma dei singoli sforzi. Se predicate che gli altri non sono semplicemente clienti di qualche merce che dovete per forza piazzare. Se condividete che la vita non è una catena di rapine da compiere impuniti. Se considerate che la raccomandazione sia un buon costume quando significa “consigliare il meglio”. Se convenite che gran parte delle disgrazie trovano la loro radice nell’incapacità di tessere relazioni mutuamente vantaggiose.

Ecco, allora comprate subito questo libro. E regalatelo, se l’avete già acquistato.

Dice un vecchio adagio: “Ricordati che sei unico al mondo, esatta-mente come tutti gli altri”. Ma capirlo non è sufficiente: come si regola un mondo per sua natura sociale, frutto della coesistenza di tanti individui? Dall’indifferenza al sopruso alla condivisione, lo spettro dei regolatori etici è assolutamente vario.

Zanolli ribadisce un concetto scomodo: ogni singolo può trarre grande utilità dall’altro senza depauperarlo né sfruttarlo; anzi, quanto più saprà essere disponibile, tanto più si arricchirà egli stesso. Di cosa? Di contatti, di soluzioni, di informazioni, di dati, di spiegazioni e, perché no, di benessere.

La rete disegna un circuito virtuoso, e ciascuno di noi è un crocevia. Che può diventare collettore e snodo di energie, oppure ostacolarle e disperderle. Tra l’egoismo più bieco e l’altruismo evangelico emerge una terza via all’appagante vivere civile: Networking. Che funziona. Chi l’ha provato, può testimoniarlo a ragion veduta. Sebastiano Zanolli è uno di loro. (Alessandro Zaltron, giornalista)

Sebastiano Zanolli è un manager atipico, che sceglie un approccio alla professione misto di pragmatismo e di sentimento. Attualmente è direttore commerciale della Diesel per il mercato italiano. Esperto di metodologie di vendita e di motivazione, declina queste specializzazioni anche attraverso l’attività di formazione e di coaching ed ha sviluppato i temi relativi al miglioramento delle performance individuali e di gruppo. Il suo primo libro, La grande differenza. Una mappa utile per raggiungere le proprie mete, edito in questa collana, ha riscosso un ottimo successo di pubblico.



Il blog dell’autore

il sito dell’autore

Indice


Mario Silvano, Prefazione
Comprendere il Networking, oltre i pregiudizi
Inquadrare il Networking
Cosa non è il Networking
Perché gestire reti di relazione?
Ipotesi dell’origine del Networking
Costruire un Network affidabile è un modo per costruirsi un futuro
Con chi e quando si può creare un Nerwork?
Iniziare
Creare il Network base e preparare il Networking Plan
Espandere la rete
Dare il meglio nei primi indicatori della rete, ovvero l’importanza di costruire delle solide basi
Gestire un Network meeting
Come chiedere favori al Network
Tipiche situazioni del Networking quando si cerca lavoro o si vuole cambiarlo; Il vero e il falso circa il Networking
Il Networking in azienda
Conclusione

Eleonora Vallin (Il Sole 24Ore) intervista Sebastiano Zanolli (5/2/2009) (clicca per leggere l’intervista)