La rabbia delle donne. Come trasformare un fuoco distruttivo in energia vitale
Autori e curatori
Collana
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 160,   7a ristampa 2018,    1a edizione  2006   (Codice editore 239.168)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,50
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Una guida in cui l’Autrice accompagna le lettrici in un percorso terapeutico che permetterà loro di raggiungere l’autenticità nella propria esistenza, imparando come non fare del male agli altri, ma neppure a se stesse.
Utili Link
Come Stai Ammalati di rabbia (di Claudia Cannone)… Vedi...
Natural style Arrabbiarti ti fa bene (di Federica Brignoli)… Vedi...
Natural Style Vedo rosso (di Gaia Giorgetti)… Vedi...
Presentazione del volume



Lettere, favole, pagine di diario, poesie: voci di donne raccolte, in questo libro, dalla loro psicoterapeuta per spiegare la rabbia femminile e il dolore profondo che nasconde, e per trasformare questa forza distruttrice in un'energia vitale.
La rabbia è normale, è un importante segnale emotivo che ci avvisa che qualcosa non va nella propria vita, ma le donne non sono mai state incoraggiate a riconoscere i sentimenti di collera e a manifestarli apertamente e hanno paura di scottarsi col fuoco della propria rabbia.
Collera sommersa che si trasforma in depressione o in attacchi al proprio corpo, come nella bulimia, nei disturbi psicosomatici, nella dipendenza dall'alcool.
Rabbia esplosiva che spinge mamme amorevoli ad uccidere i propri figli, come moderne Medee.
Dietro la rabbia c'è sempre un danno, un abuso, una ferita dell'anima: comprenderlo aiuta a trasformare questa potente energia distruttiva in una preziosa forza creativa per cambiare la propria vita, verso un più profondo sviluppo psicologico. L'Autrice accompagna le lettrici in un percorso terapeutico che permette loro di raggiungere l'autenticità nella propria esistenza senza fare del male agli altri, ma neppure a se stesse.
Mettersi in contatto col proprio fuoco interno e sedersi accanto ad esso è il primo passo da compiere.
Ascoltare i messaggi del proprio corpo, disegnare e colorare mandala, scrivere favole: sono alcuni dei percorsi d'auto-cura, illustrati in questo libro, per recuperare il proprio equilibrio psicofisico e per trovare, attraverso la comprensione delle ragioni della propria rabbia e depressione, la strada per un reale benessere emotivo.

Monica Morganti, psicoterapeuta transpersonale con formazione junghiana e psicologa di comunità, esercita da vent'anni la sua attività clinica a Roma. Conduce gruppi di crescita con le donne sui temi della sofferenza interiore femminile e della rabbia. Dipinge mandala. Autrice di diverse pubblicazioni scientifiche e dei volumi: No Profit:produttività e benessere, Franco Angeli (1998) e, con Simona Cudini, Scuola e territorio. Come attivare e promuovere progetti con le comunità locali, Franco Angeli (2003). Sul tema della rabbia ha già pubblicato Il fuoco della rabbia: percorsi terapeutici tra oriente e occidente (2004).

Indice


Premessa
Il fuoco della rabbia
(La rabbia e la ferita; Sentire la rabbia)
Il fuoco che distrugge
(Il tradimento: una ferita rinnovata; Medea abita ancora qui; Viaggio nella depressione femminile; Persefone: il lutto; Ifigenia: la vittima sacrificale)
Il fuoco che trasforma
(Prometeo ed Efesto: il valore del fuoco; Hestia: la custode del fuoco sacro; Riconoscere la rabbia; Saper accettare)
Percorsi di cura
(Ascoltare il corpo; La rabbia e i disturbi psicosomatici; Interrogare il corpo)
Emozioni e creatività
(Il mandala; I colori; Le figure)
La scrittura che guarisce
(Scrivere la nostra favola; Perché le favole?)
Dallarabbiaallafiducia.com
(Favola interattiva)
Conclusione.