La costruzione del capitale fiduciario. Motivazione, imprenditorialità e libertà per una nuova politica dello sviluppo
Contributi
Giulio Sapelli
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 304,      1a edizione  2013   (Codice editore 1072.2)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 33,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,00
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Una spiegazione dello sviluppo in controtendenza rispetto alle tesi dominanti, che attribuisce un ruolo primario al processo di accumulazione del capitale fiduciario e focalizza l’attenzione sul ruolo dell’imprenditorialità e degli spazi di libertà. Un testo per quanti – studiosi, opinion leader e policy maker – sono impegnati a costruire un modo nuovo di progettare le politiche di sviluppo, più attento alla socialità e ai valori umani.
Presentazione del volume

La crisi economica iniziata nel 2007 - come spiega nell'introduzione Giulio Sapelli - ha messo a nudo le debolezze e le contraddizioni dell'economia mainstream, basata sulla costruzione di modelli matematici, che simulano i comportamenti di un astratto "homo oeconomicus", portando alla rimozione dei valori alla base delle decisioni delle persone e delle organizzazioni.
Gli approcci tradizionali non riescono più a spiegare i fenomeni dell'economia contemporanea e spingono verso ricette di intervento che spesso si traducono in un aggravamento della crisi stessa. In questo volume si cerca di fornire una spiegazione diversa dello sviluppo, in controtendenza rispetto alle tesi dominanti, attribuendo un ruolo primario al processo di accumulazione del capitale fiduciario e focalizzando l'attenzione sul ruolo dell'imprenditorialità e degli spazi di libertà.
Alla base della crescita si individuano due circuiti convergenti di alimentazione. Il primo è generato dalla intersezione tra motivazione, giustizia distributiva, capitale umano e reti di connettività, elementi che influenzano la costruzione del capitale di fiducia. Il secondo nasce dall'interazione tra istituzioni (formali e informali), spazi di libertà ed imprenditorialità. Quest'ultimo circuito, unito al ruolo che svolgono il capitale umano e la connettività, viene individuato come fattore esplicativo della produttività totale dei fattori, influendo a sua volta sul capitale di fiducia, aumentandone o riducendone la dotazione. Il volume si dirige a quanti - studiosi, opinion leader e policy maker - sono impegnati a costruire un modo nuovo e diverso di progettare le politiche di sviluppo, più attento agli aspetti della socialità e dei valori umani.

Gaetano Fausto Esposito è autore di numerosi saggi sui temi dell'economia finanziaria e dello sviluppo, dell'economia industriale, della statistica economico-territoriale e dei processi di internazionalizzazione delle imprese. Già direttore dell'Area studi e ricerche dell'Istituto Guglielmo Tagliacarne e docente di Economia applicata in diversi Atenei, attualmente è Segretario generale di Assocamerestero.
Pietro Spirito è autore di numerosi saggi ed articoli sui temi dell'economia dei trasporti. Ha lavorato all'Ufficio studi della Montedison, all'Istituto Guglielmo Tagliacarne e alla Consob. Già dirigente del Gruppo Ferrovie dello Stato, direttore generale della Fondazione e del Comitato Telethon, attualmente è dirigente di Atac e docente di Economia dei trasporti presso la Facoltà di Economia dell'Università di Roma "Tor Vergata"; tiene un blog sui temi della mobilità sul sito www.huffingtonpost.it.

Indice


Ringraziamenti
Giulio Sapelli, Presentazione. L'Angelo di Rilke e il capitale fiduciario
Il modello di generazione del capitale fiduciario
(Il ruolo del capitale fiduciario nello sviluppo economico; Una definizione del concetto di fiducia; L'interazione tra capitale fiduciario ed altri fattori; Il modello di generazione del capitale fiduciario; Il ruolo delle istituzioni; Lo schema di lavoro)
Il capitale di fiducia e lo sviluppo economico
(Fiducia e incertezza: una introduzione al tema della libertà per lo sviluppo; Il grimaldello concettuale della fiducia; Cooperazione o competizione?; Economia del rischio ed individualizzazione)
Il ruolo della motivazione
(Motivazione collettiva e motivazione individuale: due pilastri entrambi necessari; Il capitale motivazionale; La motivazione al lavoro; Motivazione intrinseca e motivazione estrinseca; Talenti e motivazione; Investire nel capitale motivazionale; Costruire una motivazione integrata)
Giustizia distributiva, capitale umano, capitale di connettività e assetto fiduciario
(Un primo passo verso la descrizione del modello; Il ruolo della giustizia distributiva; Diseguaglianza e capitale fiduciario; Perimetro del mercato e diseguaglianza; La giustizia distributiva tra nazioni e nelle nazioni; Il ruolo del capitale fisico ed umano nella dotazione fiduciaria; Le infrastrutture di connettività al servizio dello sviluppo e della coesione sociale; L'investimento nel capitale umano come chiave strategica per il futuro)
Quanto contano le istituzioni
(Il ruolo delle istituzioni nello sviluppo economico; La diversa tipologia di istituzioni; La cultura come sintesi delle istituzioni informali; Ma... e il mercato?; Mercato, transazioni e istituzioni)
Il protagonista dello sviluppo come soggetto mancante: l'imprenditore
(La (s)comparsa dell'imprenditore; L'economia manageriale, lo strategic management e l'impresa come organizzazione; L'avvicinamento alla funzione imprenditoriale: l'approccio del business model; Un breve excursus della letteratura sull'imprenditore; Qualche considerazione di sintesi. Verso una concezione di maggiore socialità dell'imprenditore; L'approccio imprenditoriale nei distretti di piccola impresa; Imprenditorialità ed istituzioni; Paradigmi di mercato e ruolo delle istituzioni)
Lo sviluppo è libertà... anche dell'imprenditore
(Lo sviluppo è libertà?; Le forme di libertà; "Libertà da", "libertà di" e l'approccio di Sen allo sviluppo; Le tipologie di libertà per l'imprenditore e per l'impresa; Le libertà costitutive e le libertà evolutive d'impresa; Libertà, istituzioni e paradigmi di mercato; Qualche considerazione di sintesi: istituzioni, libertà e mercato)
Oltre la logica dello sviluppo standard
(La premessa alle politiche di sviluppo; Il divario di produttività come divario della crescita: il dibattito sulla produttività del lavoro; Ma quando entra la funzione imprenditoriale?; Le recenti evoluzioni della riflessione sul ruolo della funzione imprenditoriale per lo sviluppo; Qualche battuta di sintesi)
La verifica quantitativa del modello di costruzione del capitale fiduciario: una prima esplorazione
(Il perimetro dell'analisi quantitativa; Lo schema del modello quantitativo; La selezione e l'analisi preliminare dei dati; I due canali di trasmissione; L'analisi quantitativa; L'orizzonte del capitale fiduciario nella società italiana: una ricostruzione necessaria)
Appendice statistica
Bibliografia.