Lettura e dispersione

Contributi
Laura Arcangeli, Roberta Balloni, Federico Batini, Cecilia Bini, Cristiano Corsini, Mina De Santis, Ylenia Di Vito, Floriana Falcinelli, Giovanna Farinelli, Leonardo Fasi, Christian Christrup Kjeldsen, Laura Lana, Annalisa Morganti, Elisa Morini, Mariangela Nitti, Agnese Rosati, Moira Sannipoli, Alessandra Sisto, Adriana Timpone
Livello
Dati
pp. 252,      1a edizione  2018   (Codice editore 11169.1)

Lettura e dispersione
Tipologia: E-book
Possibilità di stampa:  Si
Possibilità di copia:  Si
Disponibilità Clicca qui per scaricare

Informazioni sulle pubblicazioni ad Accesso Aperto
Codice ISBN: 9788891774583

In breve

Il volume riveste un doppio interesse: da un lato, aiutare la comprensione della dispersione scolastica; dall’altro, individuare interventi di prevenzione e recupero efficaci, con particolare attenzione alla lettura ad alta voce e all’orientamento narrativo.

Presentazione del volume

Lettura e dispersione costituiscono, in modi diversi, due punti cruciali della realtà scolastica e della ricerca educativa.
La dispersione scolastica è un'emergenza sociale, il cui contrasto è reso più complesso anche dalle differenti modalità di contabilizzazione e dai differenti target presi in considerazione. Per comprendere a fondo la dispersione occorre ascoltare il punto di vista di tutti gli attori coinvolti; per affrontarla con approccio preventivo occorre agire in ottica sistemica, attribuendo un ruolo centrale all'esperienza scolastica e al ruolo fondamentale che i docenti ricoprono nell'attività di prevenzione della dispersione, attraverso le loro pratiche didattiche, valutative e relazionali. La lettura si configura, in questo senso, come una pratica capace di esercitare una funzione rilevante di supporto al successo formativo e all'empowerment dei soggetti.
Nel libro vengono evidenziati i molteplici effetti cognitivi ed emotivi della lettura e, più in generale, le diverse modalità in grado di prevenire e contrastare la dispersione scolastica. Il volume riveste dunque un doppio interesse: da un lato, aiutare la comprensione della dispersione scolastica e la percezione che se ne ha sul campo; dall'altro, individuare interventi di prevenzione e recupero efficaci, con particolare attenzione alla lettura ad alta voce e all'orientamento narrativo.

Contributi di: Laura Arcangeli, Roberta Balloni, Marco Bartolucci, Federico Batini, Cecilia Bini, Cristiano Corsini, Mina De Santis, Ylenia Di Vito, Floriana Falcinelli, Giovanna Farinelli, Leonardo Fasi, Christian C. Kjeldsen, Laura Lana, Annalisa Morganti, Elisa Morini, Mariangela Nitti, Agnese Rosati, Rosario Salvato, Moira Sannipoli, Irene D.M. Scierri, Alessandra Sisto, Adriana Timpone.

Progetto di gruppo Ricerca di base 2015 - "La dispersione in Umbria: definizione del perimetro e costruzione di un sistema di prevenzione", finanziato con il fondo Ricerca di base anno 2015 (quota gruppo) - Università degli Studi di Perugia - Dipartimento FISSUF (Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione).

Irene Dora Maria Scierri, laureata in Scienze pedagogiche e Progettazione educativa all'Università degli Studi di Catania, ha collaborato con la cattedra di Pedagogia sperimentale. Nel 2017 è assegnista di ricerca presso l'Università degli Studi di Perugia, dove attualmente continua a svolgere attività di ricerca. Si occupa di formazione docenti sulla didattica e la valutazione per competenze. Tra le pubblicazioni: Differenze di genere nell'editoria scolastica (con C. Corsini; Nuova Cultura, Roma, 2016).

Marco Bartolucci, post-doc researcher, Phd in neuroscienze. Tra gli ambiti di ricerca: prevenzione e contrasto della dispersione scolastica; empowerment cognitivo; processi di lettura e ascolto narrativo, relazione tra neuroscienze e apprendimento. Si interessa inoltre di software di riabilitazione cognitiva e strategie educative con devices di realtà aumentata. Tra le pubblicazioni: Dispersione scolastica. Ascoltare i protagonisti per comprenderla e prevenirla (a cura di, con F. Batini, FrancoAngeli, Milano 2016).

Rosario Salvato, professore associato presso il Dipartimento FISSUF dell'Università degli Studi di Perugia, insegna Progettazione e organizzazione dei servizi socio-educativi e Modelli didattici per l'educazione permanente. Ha fatto parte del Comitato scientifico per la elaborazione del Secondo Piano sociale 2010/12 della Regione Umbria, il più importante strumento di programmazione regionale in materia di politiche socio-educative.

Indice

Federico Batini, Introduzione
Parte I. Lettura e dispersione scolastica
Federico Batini, Tra lettura e dispersione
Agnese Rosati, Il contributo della lettura contro la dispersione scolastica
Marco Bartolucci, Adriana Timpone, Le pratiche di lettura nelle scuole dell'infanzia e primarie umbre
Roberta Balloni, Ylenia Di Vito, Laura Lana, Lettura e intercultura nelle scuole dell'infanzia e primarie dell'Umbria
Irene Dora Maria Scierri, Mariangela Nitti, Dispersione scolastica: visioni a confronto. Indagine sulla percezione della dispersione tra studenti, insegnanti e genitori delle scuole secondarie umbre
Cecilia Bini, Leonardo Fasi, Elisa Morini, Alessandra Sisto, L'atteggiamento dei docenti nei confronti della dispersione scolastica
Laura Arcangeli, Moira Sannipoli, La dispersione universitaria e il processo di inclusione degli studenti con disabilità e/o con DSA
Parte II. Pratiche e politiche per prevenire la dispersione
Christian Christrup Kjeldsen, Se me ne vado, ci saranno problemi... La mancanza di adesione alle offerte formative in Danimarca, in una prospettiva di capabilities
Rosario Salvato, La dispersione scolastica e le politiche territoriali di welfare: prevenzione, contrasto e azioni di recupero. Dal piano europeo e nazionale alla realtà umbra
Cristiano Corsini, Una valutazione per il successo formativo
Floriana Falcinelli, Le nuove tecnologie per la prevenzione della dispersione scolastica: le possibilità offerte dal digitale alla lettura
Mina De Santis, Annalisa Morganti, Insegnanti abili ed efficaci: una risorsa per contrastare l'abbandono scolastico
Giovanna Farinelli, Dispersione scolastica: lo studio, un dovere e un diritto
Profili autori.