Welfare e diritto al reddito. Le politiche di reddito minimo nell' Europa a 27
Autori e curatori
Collana
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 188,   1a ristampa 2015,    1a edizione  2013   (Codice editore 1520.748)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,50
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820458621
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891701794
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Cosa non funziona nell’efficacia dei sistemi di welfare europei? Chi ha paura del diritto al reddito? E perché il tema del contrasto alla povertà viene tenuto in disparte nell’agenda politica attuale? Il volume intende rispondere a queste domande affrontando alcuni aspetti teorici che consentono di inquadrare il tema delle politiche di reddito minimo, chiarendo lo statuto di questo concetto spesso utilizzato in modo ambiguo e ripercorrendone la storia.
Utili Link
Corriereadriatico.it Reddito minimo a tutti i poveri… Vedi...
Presentazione del volume

Nonostante i moderni sistemi di protezione sociale si siano evoluti notevolmente nel corso del XX secolo, la povertà continua a diffondersi in Europa e garantire il diritto al reddito rimane una chimera. Che cosa non funziona allora nell'efficacia dei sistemi di welfare europei? Chi ha paura del diritto al reddito? E perché il tema del contrasto alla povertà, così centrale e seminale nella storia del welfare moderno, viene tenuto in disparte nell'agenda politica attuale, soprattutto italiana?
Il volume si propone di rispondere a queste domande affrontando alcuni aspetti teorici che consentono di inquadrare il tema delle politiche di reddito minimo, chiarendo lo statuto di questo concetto, spesso utilizzato in modo ambiguo, e ripercorrendone la storia. La parte centrale del testo è dedicata a un'analisi empirica, nell'Europa a 27, delle leggi di reddito minimo e degli ammortizzatori sociali, strumenti di tutela del reddito dell'individuo senza lavoro; vengono analizzate, in particolare, le peculiarità delle singole politiche e legislazioni, tentando di offrire alcune mappe analitiche di sintesi. Il capitolo finale, dedicato al caso italiano, affronta invece i ritardi del nostro Paese nell'introduzione di una misura universalistica contro la povertà, ricostruendo le caratteristiche fondamentali del complesso sistema di politiche di mantenimento del reddito e le occasioni perse, come il fallimento dell'esperienza del reddito minimo di inserimento.
La proposta finale dell'autore è un tentativo di immaginare un paese più europeo e moderno nella lotta alla povertà: in un momento così delicato per le condizioni economiche e sociali dei cittadini italiani ed europei, è tempo che il sogno di un modello sociale europeo che si caratterizzi per uno sviluppo equo e solidale divenga politica concreta in tutti i paesi membri.

Gianluca Busilacchi è docente di Sociologia del welfare europeo presso l'Università di Macerata. Fa parte del Basic Income Earth Network, la rete internazionale di studiosi che si occupano di reddito di base. Negli ultimi anni ha svolto periodi di ricerca presso l'Università di Barcellona e di Anversa e la London School of Economics. I suoi interessi di ricerca prevalenti e le sue più recenti pubblicazioni riguardano il tema della povertà, la comparazione dei sistemi di welfare e l'approccio delle capacità.

Indice


Introduzione
Quale reddito minimo?
(Welfare state e tutela del reddito; Garantire un reddito minimo: una storia antica; Tassonomia dei redditi minimi; Osservazioni conclusive)
Le politiche di reddito minimo in Europa
(Il reddito minimo alla prova dei fatti; Le condizioni di accesso alla misura; Trasferimento monetario e misure di inserimento; "Radialità" delle misure di reddito minimo; Osservazioni conclusive; Appendice 1. I minimi categoriali: il caso degli anziani)
Gli ammortizzatori sociali in Europa
(Introduzione; Le misure ordinarie di indennità di disoccupazione; Le misure speciali di indennità di disoccupazione; Osservazioni conclusive; Appendice 2. Tutela minima del salario in Europa)
Welfare state e diritto al reddito in Italia: ritardi e prospettive
(Le politiche di mantenimento del reddito in Italia; Il difficile percorso del reddito minimo in Italia; Il fallimento del reddito minimo di inserimento; Osservazioni conclusive)
Conclusioni
Riferimenti bibliografici.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi