Proposte per lo "Statuto d'Autonomia della Regione Lombardia" e il nuovo regolamento del Consiglio Regionale. Quaderno N. 2
Contributi
Ettore A. Albertoni, Antonio Baldassarre, Daniela Bresciani, Carlo Fusaro, Claudio Tucciarelli
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 216,      1a edizione  2008   (Codice editore 1820.182)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846498021

In breve
Il secondo Quaderno del Consiglio Regionale della Lombardia documenta dal punto di vista scientifico e giurisprudenziale le diverse soluzioni possibili per l’elaborazione dello “Statuto di Autonomia della Lombardia”, presentando le informazioni e le proposte del Collegio degli Esperti dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale della Lombardia.
Presentazione del volume

Questo secondo Quaderno inizia con una "Introduzione generale" del Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia professore Ettore Adalberto Albertoni e documenta dal punto di vista scientifico e giurisprudenziale sulle diverse soluzioni possibili per l'elaborazione dello "Statuto di Autonomia della Lombardia".
Nella prima parte vengono raccolte tutte le informazioni e le proposte del Collegio degli Esperti dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale della Lombardia che è presieduto dal professore Antonio Baldassarre, Presidente Emerito della Corte costituzionale, ed è formato dal professore di Diritto pubblico e comparato Carlo Fusaro dell'Università di Firenze, dal Consigliere parlamentare della Camera dei Deputati dottore Claudio Tucciarelli e dalla dottoressa Daniela Bresciani.
Nella seconda parte compaiono due ampi contributi predisposti sempre dal Collegio degli Esperti anzitutto su un possibile articolato dello Statuto. Viene inoltre prospettato anche un approfondito profilo di un "Regolamento Interno del Consiglio Regionale" che possa garantire la migliore funzionalità del Consiglio Regionale come effettiva Assemblea Legislativa e di rappresentanza della sovranità popolare.

La Regione Lombardia è l'Ente costituzionale e di autonomia che rappresenta nove milioni e mezzo di abitanti, 1546 Comuni, la Città metropolitana di Milano e 12 Province. Il Consiglio Regionale della Lombardia è la Terza Assemblea Legislativa della Repubblica Italiana, dopo il Senato e la Camera dei Deputati. Gli ottanta Consiglieri Regionali rappresentano la sovranità del Popolo lombardo e l'autonomia legislativa e costituzionale della Regione.

Indice


Ettore Adalberto Albertoni, Introduzione Generale
Documenti. Delibere del Consiglio Regionale della Lombardia 14 novembre 2006, 5 dicembre 2006, 13 febbraio 2007
Il Collegio degli Esperti dell'Ufficio del Consiglio Regionale della Lombardia. I componenti del Consiglio degli Esperti
Parte I
Documento di orientamento e sintesi per l'attuazione degli articoli 114 e seguenti, Parte II, Titolo V Costituzionale
(Sintesi; Possibili contenuti del nuovo Statuto di autonomia della Regione Lombardia; Tabelle comparative sulla forma di Governo)
Statuto e Regolamento della Regione Lombardia nell'Unione Europea e nel contesto internazionale. Limiti della Corte Costituzionale e indagine sugli elementi di maggiore valore e criticità
(Sentenze della Corte Costituzionale rilevanti in materia di rapporti internazionali e dell'Unione Europea delle Regioni; Schede comparate degli Statuti delle Regioni Ordinarie)
Parte II
Bozza di nuovo Statuto di Autonomia per la Lombardia. Collegio degli Esperti dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale della Lombardia
Documento di orientamento e proposta sul Regolamento Interno del Consiglio Regionale della Lombardia a Statuto vigente. Collegio degli Esperti dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale della Lombardia
(Premessa. Regolamenti consiliari e forma di Governo Regionale. Vincoli posti dallo Statuto Regionale lombardo vigente. Elementi di modificazioni del Regolamento Interno vigente)
Proposte di modifica al regolamento Interno e vigente del Consiglio Regionale della Lombardia. Collegio degli Esperti dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale della Lombardia.