Come se non ci fossero. Il mobbing e i meccanismi sociali di negazione dei lavoratori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,      1a edizione  2007   (Codice editore 96.10)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846477903

Presentazione del volume

Da alcuni anni uno strano anglismo ha fatto la sua comparsa nella società italiana: mobbing. Il termine si riferisce alle forme di violenza psicologica nel mondo del lavoro contemporaneo, dove le relazioni tendono a diventare sempre più instabili, generando forti stati di tensione.
Il volume, promosso dal Patronato delle Acli, compie un'ampia ricognizione sul mobbing in Italia, analizzando i molteplici aspetti di questo problema sociale: la diffusione e il livello di informazione sul fenomeno; le modalità con cui vengono esercitate le pratiche vessatorie a danno dei lavoratori; i processi che creano conflitti all'interno dei luoghi di lavoro.
Il libro è frutto di un lungo e articolato percorso di studio, che coniuga metodi di indagine quantitativi e qualitativi: una ricerca a carattere nazionale su un campione di oltre tremila lavoratori e la raccolta di circa trenta interviste in profondità con persone che hanno vissuto storie lavorative traumatiche.
La ricerca offre molti spunti di riflessione: il mobbing è un meccanismo di negazione sociale con cui il lavoratore viene declassato a non-lavoratore. Inoltre, accanto a questa forma di aggressione sistematica sul lavoro, emergono delle zone grigie di conflitto: casi in cui i contrasti lavorativi vengono vissuti e interpretati come mobbing, sebbene non ne assumano i tratti peculiari. Questa ambiguità deriva anche dalla sovraesposizione mediatica del problema, che genera confusione su cosa sia realmente il mobbing.

L'Iref (Istituto di Ricerche Educative e Formative) è stato fondato dalle Acli negli anni sessanta allo scopo di progettare e realizzare ricerche, attività formative, convegni e seminari di studio relativi a processi sociali, economici e culturali.

Simona Bartolini (simona.bartolini@acli.it) è ricercatrice presso l'Iref, dove si occupa di lavoro e sviluppo organizzativo; si è occupata inoltre di emigrazione, pari opportunità e rischio nelle società complesse. Su questi temi ha pubblicato diversi contributi di ricerca.
Alessandro Serini (alessandro.serini@acli.it), ricercatore dell'Iref, si occupa delle ricerche interne delle Acli e ne cura gli aspetti metodologici, approfondendo, inoltre, tematiche relative alla responsabilità sociale d'impresa e al mondo del lavoro. Al riguardo ha pubblicato diversi contributi di ricerca.

Indice


Michele Consiglio, Presentazione
Alessandro Serini, Introduzione. La violenza razionale del mobbing
Parte I. Sul mobbing: esplorare un fenomeno emergente
Alessandro Serini, Spire invisibili
(Un fenomeno salito rapidamente alla ribalta; Un volto da dipingere; Fenomeni collaterali al mobbing; I differenti piani di lettura del fenomeno mobbing; La multidimensionalità del mobbing)
David Recchia, Tra qualità e quantità: una ricerca e il suo metodo
(Il mobbing come oggetto di studio delle scienze sociali; L'inchiesta quantitativa; L'indagine qualitativa; Tra qualità e quantità)
Gianfranco Zucca, Il mobbing in Italia: i numeri del fenomeno e il livello d'informazione dei lavoratori
(Vittime e spettatori; L'indagine campionaria sul mobbing in Italia; Il ruolo dell'informazione istituzionale; Reti di solidarietà)
Parte II. Nel mobbing: approfondire i conflitti lavorativi
Danilo Catania, Prologo: in principio era il mobbing
Danilo Catania, La linea d'ombra: storie di mobbing e di vite che precipitano
(Dentro le storie; Illusioni perdute; Umiliati e offesi; Fuori dalle storie; Una conclusione scontata: il problema è stato risolto)
Simona Bartolini, Non si muore di solo mobbing
(L'evoluzione del mobbing: da vessazione a rifugio?; Le parole per dirlo... diversamente; La confusione di ruolo e la propensione verso l'autonomia: biografia di un promotore finanziario; Il "peso" del clima nei rapporti interpersonali. Contrasti tra i banchi di scuola; Tra l'incudine e il martello: il tradimento di un'aspettativa di ruolo; Un bilancio provvisorio)
Simona Bartolini, Epilogo: la stanza degli specchi
Simona Bartolini, Niente di personale. Note conclusive sul mobbing e sulla tensione nei luoghi di lavoro
Vittorio Glassier, Appendice. Dalla ricerca alla proposta sociale
Bibliografia
Gli Autori.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi