Diamo parole al dolore

La percezione del disagio e della difficoltà nella vita quotidiana delle bambine e dei bambini

Contributi
Vittorino Andreoli, Jole Baldaro Verde, Sandra Benedetti, Alfio Bertolini, Piero Bertolini, Emy Beseghi, Corrado Bogliolo, Ciro Bonini, Chiara Bove, Ernesto Caffo, Tonia Cancrini, Maria Cristina Capoferri, Evita Cassoni, Maria Grazia Catellani, Mariagrazia Contini, Paolo Di Stefano, Barbara Forresi, Nadia Lugli, Aldo Masullo, Cristiana Neri, Adriana Querzè, Massimiliano Tarozzi, Nice Terzi, Salvatore Veca
Collana
Livello
Dati
pp. 240,      1a edizione  2006   (Codice editore 2000.1134)

Diamo parole al dolore. La percezione del disagio e della difficoltà nella vita quotidiana delle bambine e dei bambini
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846476883

Presentazione del volume

Perché "dare parole al dolore"? Se la concezione normale della vita è quella di provare a stare bene al mondo, realizzarsi, sperimentare la gioia e perseguire il benessere, queste dimensioni si conquistano nel corso di un'intera esistenza, anche incontrando il dolore, che è parte importante della realizzazione della vita emotiva di ognuno.
Non si tratta solo del dolore fisico ma della difficoltà di vivere il quotidiano che tocca spesso anche i bambini. Da qui: ansia, paura, stress. Disturbi difficili da comprendere.
Il dolore è una dimensione esistenziale che nella vita raggiunge tutti, ma i bambini sono troppo piccoli per prendere su se stessi, consapevolmente, la sofferenza e la difficoltà di vivere. L'infanzia ha troppa poca esperienza di sé e del mondo per affrontare da sola il dolore, per comprenderlo, elaborarlo, accettarlo e condividerlo, ed infine farlo diventare parte della propria storia, connotata anche dalla competenza a reggere la sofferenza.
Questo libro raccoglie gli atti di un Convegno Nazionale organizzato dall'Assessorato all'Istruzione e alle Politiche per l'Infanzia, Autonomia Scolastica e Rapporti con l'Università del Comune di Modena, finalizzato all'elaborazione di una dimensione culturale e di un'azione educativa da parte delle figure che, in famiglia e nelle istituzioni, sono a contatto con il dolore dei bambini, in particolare le donne. Perché è quasi sempre delle donne - madri, educatrici, insegnanti, infermiere, ecc. - la cura del dolore e delle sofferenze dei bambini.
Il tema del dolore nell'infanzia viene affrontato attraverso discipline diverse - pedagogia, psicologia, filosofia, ecc. - al fine di promuovere un possibile sostegno per coloro che, a vario titolo, si occupano dei bambini aiutandoli ad elaborare percorsi di accettazione positiva/superamento/ricomposizione delle loro esperienze di vita.

Luigi Alberto Pini, professore associato in Farmacologia clinica presso il Dipartimento di Medicina interna della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Modena e Reggio Emilia, è attualmente responsabile del modulo di Fisiopatologia delle Cefalee del Policlinico di Modena.
Laura Restuccia Saitta ha diretto per più di 25 anni il Servizio 0/3 presso il Settore Istruzione del Comune di Modena, occupandosi in particolare di metodologia della formazione professionale e del lavoro di gruppo. Attualmente è consulente del Comune di Roma e di altri enti locali in qualità di psicopedagogista.

Indice



Adriana Querzè, Presentazione
Laura Restuccia Saitta, Luigi Alberto Pini, Prefazione
Parte I. Il dolore e i suoi significati
Laura Restuccia Saitta, Un così forte desiderio di ali
Paolo Di Stefano, Raccontare il dolore
Jole Baldaro Verde, Il dolore nel bambino
Vittorino Andreoli, Il dolore bambino
Tonia Cancrini, Un tempo per il dolore
Maria Grazia Contini, Dolore dell'infanzia e impegno pedagogico
Corrado Bogliolo, Separazione genitoriale: la muta sofferenza
Chiara Bove, Separarsi e ritrovarsi: linee di ricerca e strategie educative
Ernesto Caffo, Barbara Forresi, Il trauma nella crescita. Il ruolo della scuola nell'ascolto della sofferenza dei bambini e degli adolescenti
Piero Bertolini, Il dolore dell'infanzia tra pedagogia e antipedagogia
Emy Beseghi, Il giro di vite. Immagini della sofferenza infantile attraverso lo specchio della narrazione
Evita Cassoni, Il bambino che migra: vivere il sogno degli altri
Luigi Alberto Pini, Il dolore nella scienza
Aldo Masullo, Alle radici del sé: il bambino e il dolore
Parte II. Il dolore dei bambini, il dolore nelle famiglie e nella scuola: una rete possibile per l'accoglienza, l'ascolto e l'intervento
Nice Terzi, Adulti e bambini incontrano emozioni e sentimenti
Massimiliano Tarozzi, Felicità e disagio nella scuola dei saperi
Maria Cristina Capoferri, Il silenzio del bambino straniero: quali strategie nella scuola
Sandra Benedetti, Riconoscere, accogliere, contenere il dolore come esperienza esistenziale: la relazione di aiuto nei servizi per la prima infanzia
Vincenzo Guidetti, L'evoluzione del dolore nell'infanzia
Alfio Bertolini, Basi farmacologiche dei farmaci antidolorifici in pediatria
Maria Grazia Catellani, Dare parole al dolore: nell'ambulatorio del pediatra di famiglia
Nadia Lugli, Il bambino, la famiglia, il pediatra: il dolore tra empatia e scienza
Cristina Neri, Il dolore "medico"
Ciro Bonini, Il dolore e il bambino disabile grave
Salvatore Veca, I volti del dolore
Gli Autori.