Sociologia visuale e studi di territorio
Autori e curatori
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 160,      1a edizione  2012   (Codice editore 1561.89)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820414948

In breve
Alcuni suggerimenti e indicazioni che vogliono stimolare l’interesse di studenti e scienziati sociali verso la sociologia visuale. Fare ricerca visuale significa sviluppare una profonda conoscenza del territorio, inteso come luogo fisico o immateriale, in cui gli attori svolgono le loro pratiche sociali.
Presentazione del volume

Questo testo, pensato per chi ha sentito parlare di sociologia visuale ed è interessato a saperne qualcosa di più, intende fornire alcuni suggerimenti e indicazioni che stimolino l'interesse sia degli studenti che degli scienziati sociali verso questa disciplina. Il termine disciplina non è usato a caso: che la sociologia visuale sia un modo di fare ricerca sociologica di tipo qualitativo è un fatto ormai da molti riconosciuto. Quello che invece non è ancora chiaro a tutti è che fare sociologia visuale non significa semplicemente prendere in mano la macchina fotografica e fare delle foto. Utilizzare la sociologia visuale come strumento di indagine significa adottare precise metodologie collaudate sul campo che vengono qui illustrate, precedute da una riflessione sui territori specifici della sociologia visuale.
Lo scopo è quello di mostrare che fare ricerca visuale significa sviluppare una profonda conoscenza del territorio, inteso come luogo fisico o immateriale, in cui gli attori svolgono le loro pratiche sociali. Una conoscenza peculiare quando avviene in presenza di chi questi luoghi li vive.

Giuseppe Losacco , assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Sociologia e Diritto dell'Economia di Bologna, ne ha coordinato per più di dieci anni le attività di ricerca del Laboratorio di Visual Sociology. Collabora per le attività formative della Duquesne University di Pittsburgh (Rome campus). Tra le sue pubblicazioni per i nostri tipi: Identità in movimento. Percorsi tra le dimensioni visuali della globalizzazione (2008, con P. Faccioli), Nuovo manuale di sociologia visuale. Dall'analogico al digitale (2010, con P. Faccioli).

Indice


Introduzione
Sulla sociologia visuale
(Nascita di una disciplina; Visione, visualizzazione e cultura visuale; La fotografia come documento)
Fare sociologia visuale
(Osservare; Ascoltare; Leggere; Parlare; La competenza visuale. Una conclusione aperta)
Due percorsi visuali
(Precari e narrazioni visuali; Comunicare il territorio. Immagini dal web)
Riferimenti bibliografici.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi