Curare, guardare. Espistemologia ed estetica dello sguardo in Medicina
Contributi
Christian Pristipino
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 176,      1a edizione  2019   (Codice editore 449.7)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Dentro un ritmo che coniuga questioni di cura e questioni di formazione, il volume è destinato a tutti coloro che, impegnati professionalmente nelle relazioni di cura e d’aiuto, seguendone i contrappunti potranno ripercorrerne passione e curiosità, mossi della “grande” domanda: “l’umanità” è dote innata o si può imparare?
Presentazione del volume

Un libro curioso per medici curiosi. Un libro inquieto per medici la cui inquietudine è la spinta alla ricerca continua, medici la cui "umanità" è tutt'uno con la propria scienza: perché il paziente non cerca romantici sorrisi ma sguardi complessi e compositi, sguardi curiosi, incuriositi, curiosanti come quelli di chi è al cospetto di un'opera d'arte e di una sciarada e si sente interpellato anche a mettersi in gioco, non solo a mettere a nudo.
Medici come esperti di estetica: questa la curiosa proposta d'autoformazione in medicina che il libro propone, tessendo un discorso breve ma intenso tra narrazioni scientifiche, biografiche, artistiche. Dentro un ritmo che coniuga questioni di cura e questioni di formazione, il volume è destinato a tutti coloro che, impegnati professionalmente nelle relazioni di cura e d'aiuto, seguendone i contrappunti potranno ripercorrerne passione e curiosità, mossi della "grande" domanda: "l'umanità" è dote innata o si può imparare?".

Antonia Chiara Scardicchio, ricercatrice in Pedagogia sperimentale, insegna all'Università di Foggia; dal 1998 si occupa di ricerca pedagogica sistemica e formazione trasformativa nei contesti della cura e dell'educazione, coniugando ricerca scientifica ed estetica. Nel 2014 è tra i soci fondatori dell'ASSIMSS, Società Italiana di Medicina e Sanità sistemiche. È nel gruppo di studiosi nel campo della Salutogenesi, nato in seno all'AIEMS, Associazione Italiana di Epistemologia e Metodologia Sistemica. Dal 2016 è associata al CNR per uno studio dedicato alle life skills nella formazione in età adulta. Tra le sue pubblicazioni, Il sapere claudicante. Appunti per un'estetica della ricerca e della formazione (Milano 2012, Premio Italiano di Pedagogia 2014) e Breviario per (i) don Chisciotte. Taccuino per una pedagogia della rivoluzione (Milano 2015).

Indice
Christian Pristipino, Prefazione. L'interstizio tra umano e scientifico
Parte I. La cura dello sguardo di chi cura
Questioni di sguardi
Umano, troppo umano
La vertigine della lista
Umanità del medico, umanità della Ministra
Non vedere di non vedere
Pensare, credere
Interdipendenze (Il cielo in una stanza)
Una ricerca del medico su sé stesso
La guerra dei mondi?
Sguardi obliqui in medicina
"Lo spaesamento, l'oscillazione"
L'Umano. Scientificamente?
Il medico e le sirene
Cambia lo Sguardo. Lo Sguardo Cambia. Esercizi di visione (e visioni) per la medicina
Parte II. Contrappunti
Contrappunto 1
(Inquadrature)
Contrappunto 2
(Imparare a guardare)
Contrappunto 3
(L'enigma della forma)
Contrappunto 4
("Il territorio dell'immagine che sfugge al discorso")
Contrappunto 5
(Angeli e diavoli)
Contrappunto 6
(L'illusione del controllo)
Contrappunto 7
("Una cosa piccola non è una piccola cosa"; La vocazione a una osservazione ravvicinata)
Contrappunto 8
(Accettare di interrogare il modo in cui pensiamo)
Contrappunto 9
(Monologo del Non So)
Contrappunto 10
(L'illusione della previsione)
Contrappunto 11
(Sguardi, cecità)
Contrappunto 12
(Claudicanze)
Conclusione
(Ancora il medico claudicante)
Post scriptum bio-professionale
Bibliografia
Ringraziamenti.