Autorevolezza. La sfida della relazione educativa
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 186,      1a edizione  2018   (Codice editore 1534.1.31)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25.00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17.50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17.50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Autorità, autoritarismo e autorevolezza derivano dalla stessa radice, ma delimitano processi strutturalmente diversi. Soprattutto nelle conseguenze. Il percorso storico/sociologico proposto nel volume mette in primo piano le domande centrali irrinunciabili per chiunque voglia impegnarsi nel lavoro “più difficile del mondo”, l’educazione: come convivono potere e bene? Come si può intervenire per plasmare una coscienza senza alienarla, avendo la preoccupazione di renderla “autonoma”? Che cos’è la vera autonomia? Ci accorgeremo, cammin facendo, che l’autorevolezza è una relazione rischiosa: come, del resto, le relazioni che più ci interessano.
Presentazione del volume

Parlare oggi di autorità, in termini non necessariamente negativi, sembra quasi una provocazione: la cultura odierna è caratterizzata da un unico denominatore comune di generale "sospetto" verso tutto ciò che ha a che vedere con la "gestione del potere". E le ragioni (storiche) di quest'atteggiamento non sono né poche né infondate.
Eppure, sociologicamente parlando, rimane indiscutibile che la dimensione "asimmetrica" della relazione sociale è un dato di fatto e che ciò che fa la differenza nelle interazioni concrete (interpersonali o sistemiche) non è la presenza o meno dell'asimmetria, quanto piuttosto la maniera di trattarla.
Risulta estremamente importante, per questo motivo, cercare di portare chiarezza su distinzioni decisive e spesso trascurate, che determinano, in molti casi, modi antitetici di gestire il potere: autorità, autoritarismo e autorevolezza, derivano dalla stessa ridice, ma delimitano processi strutturalmente diversi. Soprattutto nelle conseguenze.
Il percorso storico/sociologico proposto in questo lavoro teoretico mette in primo piano le domande centrali irrinunciabili per chiunque voglia impegnarsi nel lavoro "più difficile del mondo", l'educazione: come convivono potere e bene? Come si può intervenire a plasmare una coscienza senza alienarla, avendo, al contrario, la preoccupazione di renderla "autonoma"? Che cos'è la vera autonomia?
Ci accorgeremo, cammin facendo, che l'autorevolezza è una relazione rischiosa: come, del resto, le relazioni che più ci interessano.

Pier Paolo Bellini è ricercatore confermato presso l'Università del Molise, dove è titolare dell'insegnamento di Sociologia della Comunicazione. Tra le ultime pubblicazioni, si segnalano: La relazione come forma di apprendimento. Cooperative learning e teoria relazionale: come e perché "insieme si impara" (meglio), Rubbettino, Soveria Mannelli, 2012; Il mio posto. Sociologia della realizzazione, Mondadori, Milano, 2015.

Indice
Prefazione
Parte I. Identità, alterità, autorità
L'io-in-relazione
(Sé e altro da Sé; Gli altri importanti; Inevitabili asimmetrie sociali; I ruoli sociali; Il bisogno di riconoscimento; La struttura e l'agency; La dimensione relazionale della realizzazione; I rivolgimenti postmoderni)
Autorità e potere
(Il dissolvimento dell'auctoritas per "cattiva reputazione"; Il significato dei termini; Il problema della legittimità; Fondamenti fideistici della legittimità; Autorità/alterità; Una necessità sociale; Una necessità personale; Vecchie e nuove autorità; L'autorità come relazione sociale)
Parte II. Educazione, autorità, autorevolezza
Introduzione
(Gli obiettivi educativi e la questione "morale")
Educazione e socializzazione
(La svolta democratica; ... e ripensamenti; Libertà e gerarchia)
Il processo di apprendimento
(Gestire le asimmetrie cognitive; Come "vasi comunicanti"; Il "dialogo asimmetrico")
L'autorità educativa
(La dimensione sistemica dell'autorità educativa; Il "ciclo di vita" dell'autorità; Le "politiche" educative: Stato liberale, valori e diritti inviolabili; Tipologie sociologiche)
La relazione educativa
(Autorità educativa relazionale; Dinamiche di scaffolding)
Conclusioni
(Libertà e autorità; Autonomia e depressione; Autorevolezza e premure)
Bibliografia di riferimento.