Manuale di architettura d'interni.

2. L'ufficio

Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per professional
Dati
pp. 146,   1a ristampa 2019,    1a edizione  2011   (Codice editore 84.19.2)

Manuale di architettura d'interni. 2. L'ufficio
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856838084

In breve

Uno strumento didattico facile e sintetico che contiene in breve i precetti, le nozioni fondamentali, gli schemi grafici del progetto di un ufficio. Il testo si rivolge al pubblico più ampio possibile: professionisti e studenti delle Facoltà di Architettura e delle scuole di Interior Design, ma anche chiunque voglia seguire il processo di ideazione del proprio luogo di lavoro.

Utili Link

Italia Oggi Recensione… Vedi...
Colore & Hobby Un ambiente lavorativo confortevole e funzionale (di Alessandra Notargiacomo)… Vedi...

Presentazione del volume


Questo secondo volume della serie di testi dedicati all'architettura d'interni si propone di elaborare alcune considerazioni concernenti il tema dell'ufficio.
La progettazione di un ufficio deve garantire oltre al rispetto delle disposizioni normative, prestazionali e funzionali, l'individuazione di soluzioni architettoniche e compositive che contribuiscano alla definizione di spazi che devono essere confortevoli e soprattutto coerenti con un'idea di architettura.
Le ipotesi riformatrici riguardanti l'organizzazione degli spazi di lavoro, lo studio e la produzione di arredi specifici pensati sulla base di principi ergonomici e funzionali standardizzati, il progresso nel campo dell'illuminazione e della climatizzazione hanno modificato profondamente il rapporto tra l'uomo e l'ambiente di lavoro. Il modo di porsi nello spazio, di organizzarlo e di interagire è divenuto oggetto di ricerche e di riflessioni da parte del mondo della sociologia, dell'architettura e del design. L'ufficio tende sempre più a perdere i connotati specifici di luogo rigidamente specializzato, vagamente asettico, per indirizzarsi verso una dimensione semi-domestica dove lo spazio privato non è più decisamente contrapposto allo spazio pubblico.
Lo scopo di questo volume è quello di proporre appunti operativi che affrontino il tema del progetto di un ufficio facendo ricorso a testi e disegni semplici e chiari. Vengono illustrate le singole componenti che costituiscono l'ambiente lavorativo, isolandone gli elementi e suddividendo ogni aspetto in molteplici parti minori per rendere l'insieme maggiormente comprensibile a tutti i soggetti coinvolti nel processo di progettazione, sia che si tratti di giovani professionisti o studenti delle Facoltà di Architettura e delle scuole di Interior Design ma anche di chiunque voglia occuparsi di seguire scientemente il processo di ideazione del proprio luogo di lavoro.

Riccardo Salvi, architetto, ha lavorato dal 1992 al 1996 nello studio di Paolo Rizzatto e dal 1996 al 1998 con Antonio Citterio & Partners. Nel 1998 ha fondato Logica:architettura, (www.logica-architettura.it), con la quale si occupa di progettazione architettonica e architettura d'interni. Nel settore retail ha seguito la realizzazione di boutique in tutto il mondo, lavorando, tra gli altri, con Balenciaga, Giorgio Armani, Sergio Rossi. Insegna retail design all'Istituto Superiore di Architettura di Milano.

Indice

Introduzione
Osservazioni elementari sull'architettura di interni
(A proposito dell'architettura di interni nei luoghi di lavoro; Il rapporto con l'architetto di interni)
La realizzazione del progetto
(Le pratiche amministrative; Il cantiere)
Definizione delle tipologie di ufficio
(Considerazioni generali; L'ufficio complemento aperto; L'ufficio parzialmente aperto; L'ufficio individuale)
La sala riunioni
(Considerazioni generali; La sala riunioni)
Gli ambienti complementari
(Considerazioni generali; Ingresso e accoglienza; Aree per la pausa; Archivio, locale per le stampe e le copie; Area per fumatori; Ulteriori spazi complementari)
Le partizioni interni
(Considerazioni generali; Tavolati in mattoni forati; Tavolati in blocchi di gesso o di calcestruzzo aerato; Tavolati in lastre di cartongesso; Pareti in legno o vetro; Pareti mobili)
I soffitti e i controsoffitti
(Considerazioni generali; I soffitti; I controsoffitti)
I pavimenti
(Considerazioni generali; I pavimenti in piastrelle; I pavimenti in lastre; I pavimenti in legno;I pavimenti in resina; I pavimenti in materiali resilienti; I pavimenti sopraelevati)
I rivestimenti
(Considerazioni generali; I rivestimenti intonaco; I rivestimenti in materiali lapidei; I rivestimenti in ceramica e vetro; I rivestimenti in legno; I rivestimenti in tappezzeria; I rivestimenti fonoassorbenti e fonoisolanti)
I serramenti interni
(Considerazioni generali; La porta di ingresso; Le porte interne; Le famiglie, le cerniere, i sistemi di chiusura)
I battiscopa
(Considerazioni generali)
Gli impianti tecnologici
(Considerazioni generali; L'impianto idrico sanitario; L'impianto di riscaldamento e condizionamento; L'impianto elettrico e gli impianti speciali)
Le scale
(Considerazioni generali; Le scale a sbalzo; Le scale sostenute da un sistema strutturale)
L'illuminazione
(Considerazioni generali)
Il colore
(Considerazioni generali)
Induttori di benessere
(Considerazioni generali)
I sistemi di oscuramento
(Considerazioni generali)
L'arredamento
(Considerazioni generali)
Elenco degli elementi del progetto
(Considerazioni generali; Gli elementi del progetto)
Bibliografia.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi