Il Centro Ricerche e Documentazione rischi e danni da lavoro (1974-1985)

Uno studio storiografico, sociologico e giuridico di una stagione sindacale

Autori e curatori
Contributi
Matteo Albanese, Claudio Arlati, Sara Autieri, Stefano Cairoli, Antonio Ceglia, Irene Delaria, Angelo Delogu, Daniele Di Nunzio, Fabrizio Ferraro, Domenico Mezzacapo, Francescopaolo Palaia, Adolfo Pepe, Matteo Verzaro
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 272,      1a edizione  2020   (Codice editore 1529.2.145)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Il Centro Ricerche e Documentazione rischi e danni da lavoro (1974-1985). Uno studio storiografico, sociologico e giuridico di una stagione sindacale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 34,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 24,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 24,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Il volume intende ricostruire – da diversi approcci disciplinari, sociologici, storici, giuridici – le origini e gli sviluppi del Centro Ricerche e Documentazione rischi e danni da lavoro (CRD), un modello di intervento in tema di sicurezza del lavoro che ebbe, fra gli anni ’60 e ’70, una certa notorietà anche all’estero sotto il nome di “modello operaio italiano”. Frutto di una ricerca promossa dall’INAIL, il volume propone un’ampia documentazione di prima mano, di fonte operaia e sindacale.

Presentazione del volume

Fra gli anni '60 e '70 del XX secolo, a cavallo fra il '68 e la Riforma Sanitaria del 1979, matura in Italia quello che è stato considerato come il più pregevole tentativo di rinnovamento culturale compiuto dalle forze sindacali in quegli anni. Si tratta della creazione, a sostegno delle azioni sindacali di lotta per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, del Centro Ricerche e Documentazione rischi e danni da lavoro (CRD). La sua originalità consiste soprattutto nel metodo, nel "modello" di intervento, che si basa sulla partecipazione attiva dei lavoratori, in stretta collaborazione con tecnici, medici, sindacalisti.
Il volume intende ricostruire - da diversi approcci disciplinari, sociologici, storici, giuridici - le origini e gli sviluppi di questo modello di intervento in tema di sicurezza del lavoro, che ebbe una notorietà anche all'estero, sotto il nome di "modello operaio italiano". Alle origini, le questioni della sicurezza dei lavoratori trovarono molti ostacoli. La via che porta alla realizzazione del modello italiano è costellata da continue e forti difficoltà e opposizioni, ma anche da personalità ed episodi che si sono conquistati un posto nella memoria collettiva del movimento dei lavoratori. Fra questi, il promotore del modello operaio, Ivar Oddone, colui che ispirò a Italo Calvino la figura del partigiano Kim nel Sentiero dei nidi di ragno, e accanto a lui molti sindacalisti, medici, lavoratori, animati da un forte impegno etico e solidale.
Il libro è frutto di una ricerca promossa dall'INAIL che ha portato al recupero di una ampia documentazione di prima mano, di fonte operaia e sindacale. Su questa base gli autori inquadrano la storia del CRD nell'ambito della storia della sicurezza del lavoro in Italia, che ha conosciuto uno sviluppo di grande interesse anche su scala comparativa internazionale, e la collegano con altri capitoli della storia della tutela della salute, come la riforma sanitaria, e con le vicende del movimento sindacale.

Claudio Stanzani, presidente di SindNova (Istituto per lo studio delle trasformazioni produttive e del lavoro), è esperto di CAE, formazione sindacale, sistemi di rappresentanza dei lavoratori, diritti di informazione e consultazione, cooperazione sindacale internazionale, salute e sicurezza sul lavoro. Dal 1980 al 1985 è stato direttore e poi liquidatore del CRD - Centro Ricerche e Documentazione sui rischi e i danni da lavoro.

Indice

Sergio Iavicoli, Prefazione
Domenico Mezzacapo, Introduzione
Matteo Albanese, Salute e sicurezza sul lavoro in Italia nella seconda metà del XX secolo: una contestualizzazione storiografica
Sara Autieri, Claudio Arlati,
Claudio Stanzani, Le nuove forme di rappresentanza dei lavoratori nelle imprese per la tutela della salute e la sicurezza negli ambienti di lavoro
Francescopaolo Palaia,
Adolfo Pepe, Culture e modelli di relazioni sindacali sui temi della prevenzione tra conflitto e partecipazione
Irene Delaria,
Daniele Di Nunzio, L'azione sindacale per la prevenzione: conoscenza, partecipazione e controllo nei contesti aziendali industriali
Domenico Mezzacapo, Angelo Delogu, Matteo Verzaro, Stefano Cairoli, Fabrizio Ferraro,
Il contributo all'evoluzione della disciplina in materia di salute e sicurezza delle lotte sindacali coeve al CRD: retrospettiva storica e prospettive di attualità
Antonio Ceglia,
L'elaborazione sindacale, culturale e politica che condusse alla riforma sanitaria del 1978 e all'istituzione del Servizio Sanitario Nazionale
Claudio Stanzani,
Analisi dell'influenza del modello operaio italiano sulla "salute e sicurezza nei luoghi di lavoro" e del CRD nel contesto internazionale
Gli Autori
Indice dei nomi.