Il lavoro tra realtà e desideri. Indagine psicosociale e lineamenti per l'intervento istituzionale
Contributi
G. Sarchielli
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 136,      1a edizione  1991   (Codice editore 1520.178)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820469788

Presentazione del volume

Le rilevazioni statistiche ufficiali sulle forze di lavoro forniscono periodicamente molte informazioni sull'andamento del mercato del lavoro giovanile. Ma i dati aggregati danno solo una fotografia della situazione esistente, senza evidenziare la complessità dei processi che conducono a determinati tassi, flussi e percentuali. Si tratta di processi che riguardano la domanda di lavoro (mercato, tecnologia, ecc.), ma riguardano anche l'offerta di lavoro: decisioni individuali, aspirazioni, scelte, progetti.

E' su quest'ultimo aspetto che si concentra l'attenzione della ricerca qui presentata. I processi giovanili di entrata al lavoro, di inserimento e di sviluppo professionale vengono presi in esame studiando tre coorti di giovani-adulti (22, 27 e 32 anni) e ponendo al centro dell'analisi le caratteristiche psico-sociali delle persone che affrontano tali fasi delle carriere lavorative. Gli schemi di riferimento del giovane (importanza e significato attribuito al lavoro), le sue motivazioni e aspettative (aspirazioni professionali, progetti di vita), le sue rappresentazioni della realtà (come funziona il mercato del lavoro, quali sono i comportamenti più appropriati per accedervi), costituiscono alcuni degli aspetti essenziali su cui si fondano le strategie d'azione e le scelte lavorative. Da tali fattori psico-sociali possono quindi dipendere l'impegno posto nella ricerca di un lavoro e il tipo di canali utilizzati per trovarlo (informale e istituzionale); l'accettazione di determinate condizioni lavorative; la costituzione di forme di lavoro autonomo; l'arricchimento professionale attraverso la formazione...

Questi esempi mostrano come la ricerca sulle caratteristiche psico-sociali di chi offre lavoro sia ricca di implicazioni anche sul versante delle politiche a sostegno dell'occupazione giovanile. Le conclusioni del volume sono finalizzate a gettare un ponte fra i risultati della ricerca e l'intervento istituzionale (enti locali, enti pubblici di programmazione, parti sociali e associazioni professionali, enti e istituti di formazione).

La ricerca, promossa dal Comune di Forlì, è stata progettata e condotta da Studio Méta & associati di Bologna, società per la quale i temi della transizione al lavoro, dell'alternanza e della formazione costituiscono da anni un settore specifico e consolidato di attività, oggetto di consulenza e intervento per i soggetti istituzionali, le organizzazioni, gli enti e le strutture

formative.

Indice

Ringraziamenti
Presentazione, di F. Montanari
Prefazione, di G. Sarchielli
1. Giovani-adulti e lavoro. Accesso all'occupazione e sviluppo professionale
1.1. Giovani e mercato del lavoro
1.2. Le caratteristiche dell'offerta di lavoro
1.3. Le tappe del corso della vita lavorativa
1.4. Indicazioni per l'intervento pubblico
2. I risultati della ricerca
2.1. Coorti e condizione occupazionale a Forlì
2.2. La ricerca del lavoro
2.3. Lavori e lavoretti: caratteristiche e qualità delle occupazioni
2.4. La soddisfazione lavorativa
2.5. Le concezioni del lavoro
2.6. La rappresentazione dei fattori critici di accesso al lavoro
2.7. Il futuro professionale
2.8. Valutazione sulle attività-iniziative di sostegno all'occupazione giovanile
3. Dalle indicazioni di ricerca all'intervento istituzionale: alcune riflessioni
3.1. L'accesso al lavoro: un problema al femminile
3.2. Il sostegno all'occupazione: ridefinire il target
3.3. Non solo i giovani cercano lavoro
3.4. Accesso al lavoro: intervento pubblico e "cultura" privata
3.5. Valorizzare il sistema formativo
3.6. Imprenditorialità: accesso al lavoro o sviluppo di carriera?
Appendici
A. Caratteristiche generali della ricerca
A.1. La metodologia della ricerca
A.2. Le caratteristiche dei soggetti intervistati
B. Frequenze generali delle principali domande
Riferimenti bibliografici