L'informazione geografica a supporto della pianificazione territoriale

Autori e curatori
Contributi
Giorgio Beccali, Sandro Bimonte, Antonio Bixio, Matteo Caglioni, Rosa Coluzzi, Cristina Coscia, Rocco Curto, Andrea De Montis, Pasquale Di Donato, Alina Dia Miron, Donovan Finn, Elena Fregonara, Jérome Gensel, Silvana Grella, Harmen Hofstra, Lewis D. Hopkins, Nikhil Kaza, Antonio Lanorte, Giuseppe Las Casas, Rosa Lasaponara, Robert Laurini, Hervé Martin, Antonino Marvuglia, Nicola Masini, Maryvonne Miquel, Giovanni Rabino, Grazia Scardaccione, Henk Scholten, Alessandra Scotta', Anne Tchounikine, Lucia Tilio, Marlène Villanova-Oliver
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 304,      1a edizione  2008   (Codice editore 1862.119)

L'informazione geografica a supporto della pianificazione territoriale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856803631

In breve

Il volume mostra come, per realizzare un SIT, non sia sufficiente conoscere un software, ma servano tutta una serie di conoscenze teoriche fondamentali per consentire una realizzazione rapida, efficace e con grosso risparmio di risorse. Dopo aver affrontato gli aspetti concettuali, il testo illustra dei casi applicativi che possano fungere da riferimento per le applicazioni che il lettore intenderà sviluppare.

Presentazione del volume

Fino alla fine degli anni '80 un urbanista che cercava di supportare dei ragionamenti di piano con l'informatica riusciva ad ottenere, nel migliore dei casi, qualche dato statistico sulla popolazione, passando per i centri di elaborazione dati delle amministrazioni comunali, costituiti da grossi mainframe con supporti magnetici a nastro e con sistema operativo unix.
Oggi ci si trova di fronte ad una sempre più crescente disponibilità di informazioni geografiche e ad una maggiore capacità degli utenti di operare con gli strumenti informatici. A questa crescita però non è corrisposto un miglioramento dei quadri conoscitivi a supporto del processo di piano. Con lo sviluppo delle infrastrutture di dati spaziali è stato superato l'annoso problema della scarsezza delle informazioni geografiche; molti geo-portali, di iniziativa pubblica e privata, rendono disponibili sulla rete le più svariate tipologie di dati. Questa ricchezza di informazioni sta facendo crescere sempre di più la domanda di tecniche di analisi spaziale in grado di combinare in maniera adeguata questa enorme mole di dati.
Per poter utilizzare tutte queste informazioni derivanti dalle fonti più disparate ci si trova di fronte a due problemi di interoperabilità: quella tecnica, connessa ai formati, e quella semantica riguardante i significati. Per risolvere i problemi di interoperabilità tecnica è stato creato un consorzio internazionale, l'Open GIS, completamente dedicato a queste problematiche, che ha stabilito una serie di standard e protocolli, adottati in varie direttive mondiali, in particolare in quella europea "Inspire", per consentire alle organizzazioni o ai semplici cittadini di attingere direttamente ai dati geografici delle amministrazioni. L'interoperabilità semantica, invece, nasce dal fatto che ogni attore ha una propria definizione delle cose, rendendo quindi necessaria una verifica di coincidenza delle definizioni. Questa corrispondenza semantica è raggiungibile mediante l'uso delle ontologie, studiando gli oggetti e le relazioni intercorrenti tra di essi.
Lo scopo di questo volume è quello di presentare un campionario esaustivo di applicazioni innovative a supporto del processo di piano, collocate lungo un percorso che spazia dall'analisi geografica alle simulazioni multimediali del territorio, dall'utilizzo di strumenti dotati di interfacce intuitive multiutente all'uso di ontologie.

Beniamino Murgante, ricercatore di Tecnica e pianificazione urbanistica e docente presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi della Basilicata, dottore di ricerca in Scienze e metodi per la città e il territorio europei presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Pisa, ha svolto attività di ricerca presso il Laboratoire d'Ingénierie des Systèmes d'Information dell'Institut National des Scienzes Appliquées di Lione.

Indice



Beniamino Murgante, L'informatica, i Sistemi Informativi Geografici e la Pianificazione del Territorio
Antonio Bixio, Metodi e strumenti digitali per la rappresentazione del territorio
Rosa Lasaponara, Nicola Masini, Antonio Lanorte, Rosa Coluzzi, Remote Sensing applicato all'archeologia: indagini sul sito di Metaponto
Matteo Caglioni, Giovanni Rabino, Rapporto tra morfologia frattale e struttura socio-economica. Un caso di studio: l'area metropolitana genovese
Giorgio Beccali, Maurizio Cellura, Giansalvo Cirrincione, Antonino Marvuglia, Un approccio neural kriging per la stima spaziale dei campi di vento in Sicilia
Rocco Curto, Cristina Coscia, Elena Fregonara, Silvana Grella, L'osservatorio immobiliare della città di Torino: un patrimonio informativo per la conoscenza e l'analisi delle dinamiche urbane e di mercato
Anne Tchounikine, Maryvonne Miquel, Sandro Bimonte, Dall'OLAP Spaziale all'OLAP Geografico: un nuovo paradigma per l'analisi multidimensionale di dati geografici
Andrea De Montis, Cyber planning e pianificazione territoriale di coordinamento: la tendenza delle province italiane
Alessandra Scotta', Henk Scholten, Harmen Hofstra, Interfaccia tangibile e multi-utente per migliorare la fase di risposta ai disastri
Lucia Tilio, Una nuova concezione dell'informazione geografica: verso le infrastrutture di dati spaziali
Pasquale Di Donato, Infrastrutture di dati territoriali e la direttiva INSPIRE
Robert Laurini, Beniamino Murgante, Interoperabilità semantica e geometrica nelle basi di dati geografiche nella pianificazione urbana
Alina Dia Miron, Jérôme Gensel, Marlène Villanova-Oliver, Hervé Martin, Relazioni Spaziali Qualitative per il Web Semantico
Nikhil Kaza, Donavan Finn, Lewis D. Hopkins, Aggiornamento dei piani: una storiografia delle decisioni nel tempo
Giuseppe Las Casas, Grazia Scardaccione, Rappresentazione concettuale della conoscenza: ontologia del rischio sismico.