Il patrimonio infrastrutturale esistente. Metodi e strategie per la gestione
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 270,      1a edizione  2018   (Codice editore 1126.52)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 33,50
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Questo libro ridefinisce la gestione dei sistemi esistenti in quanto processo composito, che comprende la pianificazione, il progetto, la costruzione, il collaudo, l’esercizio, la manutenzione e l’adeguamento e ne indaga i metodi, gli strumenti e gli obiettivi, nel quadro di una più ampia riflessione sulla città contemporanea, sulla sua logica spaziale e sui termini di una nuova questione urbana in cui sono centrali i temi delle ingiustizie spaziali e della rivendicazione del diritto alla mobilità come condizione di un più ampio diritto alla città.
Presentazione del volume

Le infrastrutture della mobilità che articolano il territorio della città contemporanea costruiscono, attraverso il paesaggio, intrecci di reti, di superfici e di dispositivi nei quali si esprimono differenti razionalità e modalità di organizzare lo spazio e le pratiche antropiche.
Questo libro ridefinisce la gestione dei sistemi esistenti in quanto processo composito, che comprende la pianificazione, il progetto, la costruzione, il collaudo, l'esercizio, la manutenzione e l'adeguamento e ne indaga i metodi, gli strumenti e gli obiettivi, articolandoli nel quadro di una più ampia riflessione sulla città contemporanea, sulla sua logica spaziale e sui termini di una nuova questione urbana in cui diventano centrali i temi delle ingiustizie spaziali e della diffusa rivendicazione del diritto alla mobilità come condizione di un più ampio diritto alla città.

Alfonso Annunziata è dottore di ricerca in Architettura. La sua ricerca riguarda il ruolo delle infrastrutture viarie nell'organizzazione del territorio e della città contemporanea.

Francesco Annunziata è stato professore ordinario presso l'Università degli studi di Cagliari. La sua ricerca riguarda la sicurezza stradale, la pianificazione dei sistemi di trasporto collettivo e la gestione delle infrastrutture di trasporto.

Francesco Boggio è stato professore ordinario presso l'Università degli studi di Cagliari. Tra i diversi temi, la sua ricerca indaga i quadri produttivi e territoriali italiani e le problematiche dello sviluppo e della globalizzazione.

Michele Coghe, ingegnere dei trasporti, è funzionario tecnico presso ANAS S.p.A., dove si occupa di progettazione, realizzazione e manutenzione di strade. La sua ricerca è rivolta principalmente alla sicurezza stradale.

Alfredo De Lorenzo, ingegnere, è stato, presso ANAS S.p.A., capo compartimento di Liguria e Sardegna e Campania e Molise. La sua ricerca si rivolge alla pianificazione strategica e all'analisi energetica delle strade.

Marco Pasetto
è professore ordinario presso l'Università degli studi di Padova. La sua ricerca indaga, in particolare, l'interazione ambiente-sicurezza nel progetto delle infrastrutture stradali e le relazioni tra reti della viabilità e contesto urbano.

Emiliano Pasquini è ricercatore presso l'Università degli studi di Padova. Tra i diversi temi della sua ricerca si segnalano gli studi sui materiali innovativi per pavimentazioni stradali.

Francesca Pilia è dottore di ricerca in Ingegneria civile e architettura. La sua ricerca riguarda la sicurezza stradale e gli aspetti normativi della progettazione viaria.

Indice
Premessa
(Bibliografia)
Strade d'Italia
(Introduzione; Paese polimerico complesso; Spazio di relazione; La strada. La distanza e il rapporto potenza installata/carico utile; Bibliografia)
L'adeguamento del patrimonio infrastrutturale esistente
(Introduzione; Il livello di rete; Il livello di arco/nodo; La terotecnologia riferita al sistema stradale; Bibliografia)
La gestione del patrimonio infrastrutturale esistente
(Introduzione; La gestione di un'infrastruttura nel suo servizio al territorio; La riqualificazione funzionale: obiettivi e fasi di intervento; Conclusioni; Bibliografia)
La riqualificazione delle infrastrutture esistenti anche in rapporto a criticità ambientali
(Introduzione; Obiettivi e fasi della riqualificazione funzionale; Riflessioni sulla gestione di un'infrastruttura. Necessità di un'impostazione culturale aperta ai saperi necessari; Alcune considerazioni riassuntive; Bibliografia)
Una proposta integrativa della normativa vigente
(Le caratteristiche di progetto; Il diagramma delle velocità; L'andamento plano-altimetrico dell'asse; La strada intrinsecamente sicura; La lunghezza minima degli elementi geometrici; L'allargamento della carreggiata in curva; Considerazioni riassuntive; Bibliografia)
Adeguamento del patrimonio viario esistente nella costruzione della nuova città: il ruolo delle infrastrutture viarie nella riqualificazione delle città
(L'adeguamento delle reti viarie urbane: motivazioni e modalità; Gli strumenti di pianificazione settoriale applicabili all'ambito urbano; Le infrastrutture viarie in ambito urbano: l'approccio progettuale; L'analisi ed il progetto della rete viaria urbana; L'evoluzione normativa e gli standard attuali nella progettazione delle strade urbane; L'adeguamento e la riqualificazione della rete stradale urbana; L'analisi di sicurezza negli interventi di adeguamento delle infrastrutture viarie urbane; Considerazioni conclusive; Bibliografia)
Eco-roads. Strade come generatrici di spazi complessi
(Introduzione; L'adeguamento dei sistemi di trasporto: motivi, fini, priorità; Evoluzione del concetto di strada; Fasci di percorsi; Funzioni della strada-fascio; La struttura; Adeguare una strada; Conclusioni; Bibliografia).