L’etinilestradiolo ha ancora un ruolo leader nell’associazione estroprogestinica?

Titolo Rivista: RIVISTA DI SESSUOLOGIA CLINICA
Autori/Curatori: Carmine Nappi, Costantino Di Carlo, Stefania Sparice
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 4 P. 41-44 Dimensione file: 352 KB
DOI: 10.3280/RSC2011-002007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’uso dei contraccettivi orali è ormai una pratica medica avviata sulla quale la ricerca è in continua allerta per limitarne gli effetti collaterali. Oggi, l’associazione di estrogeni naturali e progestinici sintetici ha permesso la sperimentazione di nuove terapie in grado di apportare significative attenuazioni dei rischi e delle patologie correlate all’uso dei farmaci tradizionali.

Carmine Nappi, Costantino Di Carlo, Stefania Sparice, L’etinilestradiolo ha ancora un ruolo leader nell’associazione estroprogestinica? in "RIVISTA DI SESSUOLOGIA CLINICA" 2/2011, pp 41-44, DOI: 10.3280/RSC2011-002007