Il destino del desiderio: amori liquidi e identificazioni solide

Titolo Rivista: RIVISTA DI PSICOTERAPIA RELAZIONALE
Autori/Curatori: Chiara Angiolari
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 34 Lingua: Italiano
Numero pagine: 12 P. 5-16 Dimensione file: 780 KB
DOI: 10.3280/PR2011-34001
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Questo articolo, utilizzando il lavoro di un sociologo, Bauman, e di uno psicoanalista, Recalcati, si propone di individuare le caratteristiche di una particolare problematica presentata dalle coppie moderne: la mancanza del desiderio. La liquidità della società attuale comporta implicazioni nelle relazioni interpersonali e profondi cambiamenti a livello intrapsichico, con l’affermazione di un culto narcisistico dell’Io. La sostituzione dell’esperienza umana della mancanza con quella del vuoto, che sottende la liquidità della vita, prelude all’annullamento dell’attivazione del desiderio verso l’Altro, con una patologia del legame molto diversa da quella che eravamo soliti conoscere. Attualmente molte coppie presentano una patologia che si caratterizza per l’attacco al legame stesso. Si può distinguere una prima patologia che corrisponde a un delirio della libertà, una seconda a una cementificazione del legame. Le prime sono quelle coppie che non reggono alla prova dell’intimità, dove il legame è vissuto come fonte di svilimento personale e limitazione. Le seconde sono quelle coppie all’interno delle quali il legame assume un valore esclusivamente formale, rigido distributore di ruoli e di identità. Infine vengono descritte le caratteristiche del matrimonio narcisistico e vengono date indicazioni per la terapia di tale problematica relazionale.

Chiara Angiolari, Il destino del desiderio: amori liquidi e identificazioni solide in "RIVISTA DI PSICOTERAPIA RELAZIONALE " 34/2011, pp 5-16, DOI: 10.3280/PR2011-34001