L’analista oggetto di delega e la delega dell’analista: ostacoli e ponti verso l’assunzione del paziente

Journal title RICERCA PSICOANALITICA
Author/s Valentina Piroli
Publishing Year 2019 Issue 2019/3 Language Italian
Pages 19 P. 13-31 File size 201 KB
DOI 10.3280/RPR2019-003003
DOI is like a bar code for intellectual property: to have more infomation click here

Below, you can see the article first page .

If you want to buy this article in PDF format, you can do it, following the instructions to buy download credits

Anteprima articolo

FrancoAngeli is member of Publishers International Linking Association, Inc (PILA), a not-for-profit association which run the CrossRef service enabling links to and from online scholarly content.

In questo lavoro si propone una riflessione sul significato del concetto di assunzione all’interno del processo analitico, definito come la possibilità, per l’Io-soggetto, di fare i conti con la propria configurazione storica, di appropriarsene, di andare oltre l’attuazione di sé che avviene in base alla coscienza e accedere al rapporto qualitativo con l’organizza-zione che gli è propria attraverso la coscienza della coscienza, andando oltre la delega che è tendenza di ogni Io-soggetto e che accomuna paziente ed analista in quanto entrambi Io-soggetto. Ci si interroga, anche attraverso la breve illustrazione di un caso clinico, riguardo al senso e al ruolo dell’assunzione di sé e del paziente da parte dell’analista, all’interno della relazione terapeutica, e su quale sia il modo in cui l’analista possa favorire l’assunzione di sé del paziente attraverso l’assunzione di sé, rivolgendo un’attenzione costante ai giochi di deleghe e pretese reciproche che inevitabilmente si instaurano durante il processo analitico.

Keywords: Assunzione di sé, assunzione del paziente, delega, relazione terapeutica

  1. Flores Riquelme J. (2007). Conflitto sociale e soggettività: l’implicazione dell’analista. Ricerca Psicoanalitica, 2: 155-165.
  2. Minolli M. (2009). Psicoanalisi della Relazione. Milano: FrancoAngeli.
  3. Minolli M. (2015). Essere e Divenire. La sofferenza dell’individualismo. Milano: FrancoAngeli.
  4. Minolli M. (2016). Che aspetti ad andartene? L’amore nella cultura iper-moderna. Roma: Alpes.
  5. Ripa di Meana G. (2017). Rendere onore al sintomo. Ricerca Psicoanalitica, 3: 55-65.
  6. Tricoli M.L. (2001). Dal controtransfert alla self-disclosure: alla scoperta della soggettività dell’analista. Ricerca Psicoanalitica, 3: 229-245.
  7. Tricoli M.L. (2017). Il sintomo: da indice di malattia a espressione di un soggetto unitario. Ricerca Psicoanalitica, 3: 9-20.

Valentina Piroli, L’analista oggetto di delega e la delega dell’analista: ostacoli e ponti verso l’assunzione del paziente in "RICERCA PSICOANALITICA" 3/2019, pp 13-31, DOI: 10.3280/RPR2019-003003