Le ultime volontà di suor Costanza da Pistoia

Titolo Rivista: ARCHIVIO STORICO PER LA SICILIA ORIENTALE
Autori/Curatori: Gregorio Vasta
Anno di pubblicazione: 2020 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 7 P. 152-158 Dimensione file: 116 KB
DOI: 10.3280/ASSO2020-002010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

La trascrizione della pergamena n. 64 di questo catalogo porta in luce il testamento di una religiosa paternese del ‘300, Costanza da Pistoia, probabilmente benedettina ma vicina per vari indizi a una sensibilità francescana. La testatrice sceglie di lasciare i propri beni al doppio monastero di San Nicolò l’Arena e di Santa Maria di Licodia, confermando con questo atto di ultima volontà una sua precedente donazione allo stesso ente religioso. Il lettore che avrà la compiacenza di accostarsi al testo, potrà farsi un’idea dei legami umani intessuti fra la testatrice e il suo mondo affettivo; la sua mentalità da religiosa e le motivazioni che la guidarono nelle scelte da compiere in prossimità del trapasso; i suoi rapporti con esponenti della "terra" di Paternò e del suo territorio, ovvero sia con esponenti del ceto sociale d’appartenenza sia con quelli della sua quotidianità.

Gregorio Vasta, Le ultime volontà di suor Costanza da Pistoia in "ARCHIVIO STORICO PER LA SICILIA ORIENTALE" 2/2020, pp 152-158, DOI: 10.3280/ASSO2020-002010