Commercio e consumo nelle città d’Abruzzo

Casi studio

Contributi
Bernardo Cardinale, Dante Di Matteo, Silvia Iacuone, Luciano Matani, Concettina Pascetta, Silvia Scorrano, Luca Zarrilli
Livello
Dati
pp. 200,      1a edizione  2019   (Codice editore 11387.6)

Commercio e consumo nelle città d’Abruzzo Casi studio
Tipologia: E-book
Possibilità di stampa:  Si
Possibilità di copia:  Si
Disponibilità Clicca qui per scaricare

Informazioni sulle pubblicazioni ad Accesso Aperto
Codice ISBN: 9788891798787

In breve

Il binomio città-commercio ha subito, nel tempo, una progressiva metamorfosi associabile alla evoluzione funzionale, spaziale e socio-culturale del settore. Il volume si propone di rappresentare le nuove geografie commerciali delle principali città d’Abruzzo. I contributi mirano a restituire una certa varietà di situazioni urbane: dal ruolo che il commercio può esprimere nel definire la resilienza di una città terremotata come L’Aquila a quello di principale driver economico-sociale per una città come Pescara alla ricerca di una conferma di centralità da praticare attraverso una rinnovata attrattività.

Presentazione del volume

Questo volume raccoglie i risultati della ricerca dell'Unità Operativa dell'Università "Gabriele d'Annunzio" di Chieti-Pescara, in collaborazione con l'Università di Teramo e il Cresa, nell'ambito del progetto Commercio, consumo e città: pratiche, pianificazione e governance per l'inclusione, la resilienza e la sostenibilità urbane, finanziato dal MIUR nel quadro dei PRIN 2015.
Le sette Unità Operative impegnate nel progetto hanno già pubblicato un volume (Commercio, consumo e città. Quaderno di lavoro, a cura di Lida Viganoni, FrancoAngeli, 2017). Il binomio città-commercio ha subito, nel tempo, una progressiva metamorfosi associabile alla evoluzione funzionale, spaziale e socio-culturale del settore. In particolare, la dimensione commerciale connaturata alla genesi stessa della città ne accompagna da sempre le alterne fasi di sviluppo, crisi e ripresa, attraverso una diretta partecipazione attiva al reddito, alla capitalizzazione dello stesso, così come alla (ri)definizione dello spazio pubblico e del paesaggio urbano.
Il volume rappresenta il secondo e conclusivo prodotto di lavoro svolto nell'ambito del progetto PRIN e si propone di rappresentare le nuove geografie commerciali delle principali città d'Abruzzo. I contributi - costruiti sulla base di un approccio metodologico plurimo -, pur associabili nella rappresentazione della nuova dimensione esperienziale, mirano a restituire una certa varietà di situazioni urbane: dal ruolo che il commercio può esprimere nel definire la resilienza di una città terremotata come L'Aquila a quello di principale driver economico-sociale per una città come Pescara alla ricerca di una conferma di centralità da praticare attraverso una rinnovata attrattività; dalla vulnerabilità di un settore che, nonostante l'innovazione e la metamorfosi, non riesce ancora a contrastare la capacità attrattiva della grande distribuzione commerciale (Chieti e Teramo) a quello di un comparto che nelle piccole città - pur nell'ambito di una crisi generalizzata - è in grado di esprimere delle potenzialità associabili all'economia di un più ampio territorio (Castel di Sangro) o di manifestare dei punti di forza nel commercio di prodotti identitari (Sulmona).

Marina Fuschi è professore ordinario di Geografia economico-politica presso il Dipartimento di Economia dell'Università "G. d'Annunzio" di Chieti-Pescara. La sua attività di ricerca si indirizza prevalentemente ai temi della geografia urbana e dello sviluppo regionale, con particolare attenzione alle problematiche della regione abruzzese e mediterranea. Autore di numerosi saggi e articoli pubblicati in volumi e riviste, è stata coordinatore locale di PRIN.

Fabrizio Ferrari, dottore di ricerca in Geografia economica, è professore di II fascia in Geografia economico-politica presso l'Università "G. d'Annunzio" di Chieti-Pescara. È autore di diverse pubblicazioni su tematiche legate al turismo, alla geografia urbana e allo sviluppo territoriale.

Indice

Marina Fuschi, Fabrizio Ferrari, Città, commercio, consumo: la nuova geografia commerciale nelle principali città d'Abruzzo
Concettina Pascetta, La resilienza urbana dopo lo shock: geografia del commercio e del consumo a L'Aquila a dieci anni dal terremoto
Marina Fuschi, Silvia Scorrano, Pescara: la scommessa del commercio. Quale idea di città?
Bernardo Cardinale, Luciano Matani, Il paesaggio urbano e gli spazi commerciali di Teramo. Un rapporto imprescindibile tra resilienze e politiche urbane
Fabrizio Ferrari, Crisi del commercio tradizionale e transizione verso nuovi modelli di consumo in una città di provincia: il caso di Chieti
Silvia Iacuone, Luca Zarrilli, La dimensione del commercio a Sulmona, tra declino, nuove tendenze e fattori identitari
Dante Di Matteo, Gli spazi del commercio e del consumo nelle città minori: il caso di Castel di Sangro
Gli autori.