L'angelo e la macchina. Sulla genesi della res cogitans cartesiana
Autori e curatori
Contributi
Mario Santiago de Carvalho
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 484,      1a edizione  2018   (Codice editore 495.245)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 45,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891768735
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 31,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891775368
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Sulla scia dei numerosi studi che negli ultimi decenni si sono opposti al pregiudizio che il dualismo di Descartes si costituisse in diretta rottura col concetto tommasiano di anima-forma, L’angelo e la macchina ricostruisce nel dettaglio il dibattito psicologico cinque-seicentesco, focalizzandosi in particolar modo sull’ambiente gesuita e sul contesto aristotelico-platonico di area francese.
Presentazione del volume

Una fortunata rappresentazione storiografica ha voluto che il dualismo di Descartes si costituisse in diretta rottura col concetto tommasiano di animaforma.
Sulla scia dei numerosi studi che negli ultimi decenni si sono opposti a questo pregiudizio, L'angelo e la macchina ricostruisce nel dettaglio il dibattito cinque-seicentesco sulla psicologia, focalizzandosi specialmente sull'ambiente gesuita e sul contesto aristotelico, platonico e agostiniano di area francese. A partire da una rigorosa indagine sulle teorie dell'anima separata, particolare attenzione è data poi alla derivazione indirettamente angelologica del cogito e dell'innatismo cartesiano. Negli anni in cui Descartes elabora la sua metafisica, infatti, l'immediata prossimità tra anime e angeli costituisce per certi versi un dato di fatto, alla luce del quale appaiono chiare molte scelte argomentative delle Meditationes e persino le dinamiche che congiungono strettamente la "sostanza pensante" con il corpo-macchina.

Simone Guidi ha conseguito il dottorato di ricerca in Filosofia all'Università La Sapienza di Roma ed è attualmente FCT Post-Doc Fellow presso lo IEF (Instituto de Estudos Filosoficos) dell'Università di Coimbra. I suoi studi sono rivolti alla storia della filosofia moderna, focalizzandosi sulla genesi del dualismo e del meccanicismo cartesiano e sull'evoluzione della psicologia scolastica. È caporedattore della rivista di filosofia Lo Sguardo, redattore di Azimuth. Philosophical Coordinates in Modern and Contemporary Age e autore di numerose pubblicazioni scientifiche, apparse su riviste, enciclopedie e volumi internazionali.

Indice
Mário Santiago de Carvalho Prefazione
Ringraziamenti
Abbreviazioni e sigle
Premessa. La ragione degli uomini, l'intuito degli angeli
("Nature intellectuelle en general"; Sostanze separate e res cogitans: un sentiero storiografico)
"Immunitas a materia". Anime separabili e angeli incorporei in Tommaso d'Aquino
(Prima di Tommaso: spiritus e perfectio; "Gradum possibilitatis": Tommaso e la scala metafisica delle sostanze intellettive; Hoc aliquid: individuazione, intellezione e autonomia ontologica di anime e angeli; Rimanenze neoplatoniche: l'anima separata tra ratio e intellectus)
Pro forma. Evoluzioni e trasformazioni dell'ilemorfismo
(Dopo Tommaso; L'individuo e la sua forma: Duns Scoto; "Supra propria natura": De Vio e Silvestri interpreti dello stato di separazione; Fonseca, Gois e Suarez: l'anima ens per se e la substantia incompleta; Dall'anima separabile all'anima separata; Instar angelorum: l'intellezione dell'anima tardoscolastica, tra aristotelismo e platonismo)
"Se ipsum incorporeum reddere". Sul ritorno di Platone e la scoperta del cogito
(I bruti e i divini: Marsilio Ficino sulle tracce di Tommaso; La vie des esprits. Anime e angeli nella Francia di primo Seicento; "Acte de reflexion": il cogito di Jean de Silhon e il trionfo dell'anima-angelo)
"Il faudrait donc prouver que l'ame peut penser sans le corps". Dal cogito alla res cogitans
("Dieu unira une Ame Raisonnable a cette machine": la mens cartesiana dalle Regulae al Discours; "Aristote le presuppose": le Meditationes al bivio tra anime e angeli; Dopo l'immaginazione: dall'anima alla mens-angelo; Res completa: Descartes e la difesa della distinctio realis)
Angelus patiens. Unione, coestensione e passioni della mens
("Arctissime conjunctum et quasi permixtum": l'anti-accidentalismo di Descartes; "Comme en l'ame meme": la ridefinizione cartesiana della passione; Angeli, corpi, forze motrici: l'anima-motore e la sua coestensione virtuale col corpo; "Per viam contrarietatis et obstaculi": l'angelo e la macchina)
Bibliografia.