Macron bifronte. La Francia di Macron fra populismo e sconfitta della "gauche"
Autori e curatori
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 138,      1a edizione  2019   (Codice editore 1136.107)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Se la conquista dell’Eliseo da parte di Emmanuel Macron nelle presidenziali del 2017 ha rappresentato un terremoto nella vita politica francese, sancendo il declino dei partiti tradizionali e portando a una profonda trasformazione del sistema politico, le scelte della sua presidenza contraddicono il programma e le promesse fatte in campagna elettorale, e scoprono l’altro volto di un Giano bifronte, che mostra lo stile della vecchia politica sotto mutate vesti.
Presentazione del volume

La conquista dell'Eliseo da parte di Emmanuel Macron nelle presidenziali del 2017 ha rappresentato un terremoto nella vita politica francese - e non solo - per varie ragioni: la crisi dei partiti tradizionali, specialmente quella del Parti socialiste; la natura del personaggio, un outsider della politica, formatosi nelle Grandes Écoles e consulente finanziario di alcune grandi banche fra cui quella dei Rothschild; la determinazione nel perseguire il suo progetto; la creazione di un movimento, En Marche, che gli ha permesso di vincere occupando l'ampia area del centro politico ed è diventato il partito della maggioranza presidenziale; l'utilizzo massiccio dei nuovi media nella costruzione della sua leadership e di un'immagine in cui il virtuale si sovrappone al reale, realizzando quello che Guy Debord ha definito "lo spettacolo politico". La sua presidenza, infine, ha sancito il declino dei partiti tradizionali, sia a destra che a sinistra, e ha indotto una profonda trasformazione del sistema politico francese, fondato per decenni sul modello duvergeriano della "quadrille bipolaire" e ora invece dominato da un partito di centro egemone e due opposizioni significative, il Front National, partito dell'estrema destra, e France Insoumise, partito dell'estrema sinistra, anch'esso con declinazione populista. Lo stato di grazia fra Macron e i francesi però è già finito e le scelte politiche della sua presidenza contraddicono il programma e le promesse fatte in campagna elettorale. Il Giano bifronte ha scoperto l'altro suo volto e lo stile della vecchia politica rispunta sotto vesti mutate.

Sara Gentile insegna Analisi del linguaggio politico nell'Università degli studi di Catania ed è Professeur invité al CEVIPOF (SciencesPo) di Parigi. Ha concentrato i suoi interessi di ricerca sull'analisi del potere e, negli ultimi anni, sul sistema semipresidenziale francese e le sue evoluzioni. Analizza da anni i movimenti e partiti populisti in prospettiva comparata. Collabora con la Fondazione Feltrinelli sui temi del populismo e della crisi delle democrazie e con l'Associazione Historia di Pordenone e la Scuola di cultura politica da essa organizzata. Fra le sue pubblicazioni ricordiamo: L'isola del potere. Metafore del dominio nel romanzo di Sciascia (Donzelli, 1995); Capo carismatico e democrazia: il caso De Gaulle (FrancoAngeli, 1998); Mitterrand, il monarca repubblicano (FrancoAngeli, 2000); Il populismo nelle democrazie contemporanee. Il caso del Front National di Jean-Marie Le Pen (FrancoAngeli, 2008); Populismo e istituzioni: la presidenza Sarkozy (FrancoAngeli, 2012); Populismi contemporanei XIX-XXI secolo (Fondazione Feltrinelli, collana Utopie, 2015, in ebook). Ha collaborato con le riviste Teoria Politica, Comunicazione Politica, Rivista delle Politiche Sociali, Trasgressioni.

Indice
Introduzione
L'inizio
(Macron e il suo avanzare "En Marche": il movimento; L'altra faccia della luna: un partito di neo-notabili?; Macron: identità, natura della leadership, progetto: analogie e differenze con Berlusconi nel 1994; La realtà francese e la crisi del sistema politico: attori, cause, problemi; La vittoria della destra e l'elezione di Sarkozy)
La "rivoluzione" di Macron
(La tela di Macron. Il libro-manifesto; Il potere di incarnazione e gli altri volti; Macron: il programma elettorale. Quale programma?)
Populismo e democrazia nelle società contemporanee
(La tela di ragno dei populismi; Un universo in mutamento: radici del populismo e interpretazioni; La nozione di popolo: io sono colui che mi si crede; Popolo: segreto e sortilegio; La quarta ondata e le sue evoluzioni)
Il contesto francese prima delle presidenziali (2011-2017)
(Il Front National di Marine Le Pen; Temi e strategie di Marine Le Pen presidente; Da Le Pen a Le Pen fra continuità e mutamento; Populismi che crescono e cambiano pelle)
Lo scenario a sinistra nelle sue evoluzioni
(Il declino dei partiti socialisti europei: alle origini per una riflessione; Macron: strategie e comunicazione. Una tentazione populista? I candidati allo specchio; La "disruption" e la retorica di Macron: virtù e vizi)
Simbologia e politica
(Un legame antico; Passo di danza con dama bifronte: fra riforme e "rivoluzione"; Mondializzazione ed Europa "d'abord"; La politica-spettacolo e i suoi artefatti: la politica perduta; La democrazia sotto scacco; Chi è il vero Macron?)
Riferimenti bibliografici.