I libri, il trono, l'altare. La censura nell'Italia della Restaurazione
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,   1a ristampa 2008,    1a edizione  2003   (Codice editore 1615.21)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 16,50
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846449900

Presentazione del volume

La Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino del 1789, considerata universalmente come un simbolico punto di arrivo della battaglia per la libertà di stampa in Europa, segna l'inizio di ulteriori conflitti e di grande confusione normativa.

In effetti, dopo il Congresso di Vienna, i governi degli Stati italiani ritornano alle vecchie normative censorie già in vigore in antico regime, ripristinando anche la censura preventiva. Quali i motivi di questa scelta? Condizionamenti internazionali, paura di ogni novità, incapacità di comprendere che la nuova fase dello scontro politico ha bisogno di strumenti meno obsoleti? Ma soprattutto si può parlare di un ritorno all'antico o, in realtà, all'interno di quella cornice si possono cogliere elementi di discontinuità che prefigurano comportamenti innovativi?

Tali interrogativi sono alla base di questo volume che tenta di mettere in luce quali siano le basi comuni delle politiche di controllo sulla stampa ed i loro reali effetti sulla circolazione dei libri e delle idee. Il complesso armamentario censorio, messo in piedi dalle autorità ecclesiastiche e laiche, non riesce comunque ad arginare la grande massa di materiale a stampa che circola nella penisola attraverso le vie della diffusione legale o del contrabbando e che diventa strumento di indirizzo per la crescita dell'opinione nazionale liberale.

Maria Iolanda Palazzolo insegna Storia della stampa e dell'editoria nell'Università degli Studi di Pisa. Fa parte della redazione de "La Fabbrica del libro" e di "Roma moderna e contemporanea". Ha pubblicato, oltre a numerosi contributi su riviste, i saggi L'editoria verso un pubblico di massa nel volume Fare gli italiani. Scuola e cultura nell'Italia contemporanea , a cura di S. Soldani e G. Turi (Bologna, 1993) e Geografia e dinamica degli insediamenti editoriali nella Storia dell'editoria nell'Italia contemporanea , a cura di G. Turi (Firenze, 1997). Tra i suoi volumi, I tre occhi dell'editore (Roma, 1990) e Editoria e istituzioni a Roma tra Settecento e Ottocento (Roma, 1994).

Indice


Norme e pratiche della censura nell'Italia preunitaria
"Un sistema organizzativo e nascosto". Il contrabbando librario nella Roma di primo Ottocento
Le censure e la Storia delle repubbliche di Sismondi
Le vicissitudini di un libertino. Fortuna editoriale e sfortuna critica delle opere di Giambattista Casti
Tra Svizzera e Italia. Le case editrici luganesi e la formazione della cultura nazionale