Acusmetria. Il suono visibile
Autori e curatori
Contributi
Ettore Lariani, Marco Maiocchi
Livello
Saggi, scenari, interventi. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 144,   figg. 36,     1a edizione  2004, allegati: cd-rom   (Codice editore 85.37)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846451514

Presentazione del volume

Così come la geometria è l'arte di misurare la terra (gea) e in senso più ampio la scienza delle proporzioni e delle misure (linee, superfici, solidi), l'acusmetria assume il ruolo di disciplina delle proporzioni e delle misure delle forme acustiche.

Quant'è lungo un tratto sonoro? Posso ascoltare un triangolo?

Le forme acusmetriche denominate As (Acousmetric shape), sono oggetti sonori "a memoria di forma" atti a indurre la percezione di punti, linee e figure geometriche in movimento nello spazio. La domanda da porre a chi le ascolta non è "cosa senti?", ma "cosa vedi?". La loro percezione mette in atto un confronto con nozioni extra sonore. Il suono diviene cioè un segno che rinvia ad un senso: non solo ascolto l'oggetto sonoro, ma decifro un linguaggio.

Il fattore tempo determina per l'ascoltatore la possibilità di cogliere i punti uditivi di riferimento mnemonico che consentono di percepire una forma, termine fra i molti che il linguaggio musicale mutua dall'esperienza visivo-spaziale. "Alto/basso", "ascendente/discendente" per descrivere l'altezza relativa di un suono, "volume" per indicare la dinamica, definizioni come "moto retto", "contrario", "obliquo", "posizione", "intervallo", dimostrano la contiguità degli ambiti.

Le applicazioni e le prospettive della percezione acusmetrica si rivelano nella composizione, nel design, nell'architettura, nelle tecniche di comunicazione.

Nel Cd-rom allegato, il test acusmetrico permette di scoprire il proprio grado di abilità sinestetica, la realizzazione virtuale di una fiaba acusmetrica e la composizione "Capriccio spaziale" di Francesco Rampichini.

Francesco Rampichini , musicista, compositore, giornalista. Professore incaricato al Politecnico di Milano, Facoltà del Design, progetta e sviluppa le applicazioni media_Formasuono(r). Ideatore dell'acusmetria, conia il termine nel 2002. Docente in Civiche Scuole di Musica e ai CPSM presso il Conservatorio di Milano, è attivo dai primi anni '80 nel campo della sperimentazione musicale elettronica e informatica. Ha pubblicato vari Cd, composto musiche per opere multimediali, esposizioni, Tv e centinaia fra articoli, interviste, recensioni e saggi per riviste di settore musicale. Sue composizioni sono edite da Bèrben. Presidente della prima giuria italiana del premio internazionale "Django D'Or", dirige l'etichetta indipendente musikAtelier.

Indice


Francesco Rampichini, Introduzione
Francesco Rampichini, Acusmetria - Il suono visibile
(Codici e musica; Acusmetria; Sinestesia; Percezione acusmetrica: suono e linguaggio; Percezione acusmetrica: forme e flussi; Modelli e costituzioni parametriche; Oltre la stereofonia; Verso una notazione)
Ettore Lariani, Spazi acusmetrici
(No, non sono un musicista; Web-design e ipertesti acusmetrici; Marchi sonori e altre applicazioni; Acusmetria e museografia; Acusmetria e architettura; Scenografia acusmetrica; Prospettiva)
Marco Maiocchi, La matematica dei fenomeni acusmetrici
(Dallo stimolo alla percezione; Fenomenologia acusmetrica; La formalizzazione dei fenomeni acusmetrici; Scenari sinestetici; Ringraziamenti)
Appendice
(Istruzioni per l'utilizzo del Cd-rom; Contenuto del Cd-rom; Pitar Guru - Capriccio spaziale; Il test acusmetrico).




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi