Donne del giornalismo italiano. Da Eleonora Fonseca Pimentel a Ilaria Alpi. Dizionario storico bio-bibliografico. Secoli XVIII-XX
Autori e curatori
Contributi
Paola Balducci, Belinda Boeddu, Nicoletta Murgia, Eleonora Pintus, Stefania Pisano, Simonetta Schirru, Daniele Segatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 448,   figg. 32,     1a edizione  2004   (Codice editore 1615.24)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € ,00
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846456472

Presentazione del volume

Questo libro, in una prospettiva non di collezionare vite esemplari, ma di riflettere sul potenziale di ricerca riconoscibile anche nelle donne mai ritenute degne di una citazione nei libri di storia, fa emergere la parte importante e lo sguardo ricco di idee e significati che il mondo femminile ha saputo apportare nel giornalismo italiano.
Dai primi fogli periodici costruiti ad imitazione dei giornali francesi e inglesi di moda, ai giornali politici del Risorgimento, al giornalismo pedagogico dell’Ottocento postunitario, ai combattivi periodici femministi di primo Novecento, a quelli miranti all’invenzione della “nuova italiana” durante il ventennio del fascismo, sono numerosi i volti affascinanti che entrano a far parte di questa galleria di 500 ritratti: tra i tanti, Eleonora Fonseca Pimentel, Cristina di Belgiojoso, Maria Montessori, Anna Kuliscioff, Angelica Balabanoff, Paola Alferazzi Benedettini, Sibilla Aleramo, Paola Lombroso, Margherita Sarfatti. Altrettanto ricche di personalità le giornaliste degli anni della Repubblica: da Alba de Cespedes a Camilla Cederna, Brunella Gasperini, Colette Rosselli; da Miriam Mafai a Natalia Aspesi, Oriana Fallaci, Rossana Rossanda, fino alle più giovani nostre contemporanee.
Questo dizionario, risultato di una ricerca rigorosamente improntata a criteri di compilazione bio-bibliografica, indaga sul legame che le donne hanno stabilito con una attività professionale nata come espressione di libertà ed affermazione dell’individuo nella sfera pubblica, ritenuta per lungo tempo di esclusiva prerogativa maschile.

Laura Pisano è professore straordinario di Storia del giornalismo nell’Università degli Studi di Cagliari. Tra le sue più recenti pubblicazioni il volume Parole inascoltate . Le donne e la costruzione dello Stato-nazione in Italia e in Francia 1789-1860 (coautrice con Christiane Veauvy), Editori Riuniti, Roma 1994 e Armand Colin, Parigi 1997; e Giuseppe Dessì . I luoghi della memoria (coautrice con Giuseppe Marci), Cuec Editrice, Cagliari 2002; dedicato ai percorsi storici e letterari ispirati alla narrativa dello scrittore sardo Giuseppe Dessì.

Indice


Introduzione
(Una premessa; Le origini dell’attività delle italiane nel giornalismo; Nel turbine del 1848: gli anni del patriottismo femminile; Dopo l’unificazione nazionale; Dalla crisi di fine secolo ai primi anni Venti; L’affermazione delle donne nel giornalismo durante il fascismo; Dalla caduta del fascismo a oggi: mutamenti nel rapporto donne-giornalismo; Conclusioni)
Schede biografiche
Bibliografia essenziale
Le giornaliste nei secoli
Dal nome allo pseudonimo
Dallo pseudonimo al nome
Le direttrici
Indice dei giornali e dei periodici
Indice dei nomi.