Libere di scegliere. I percorsi di autonomia delle donne per contrastare la violenza di genere
Contributi
Cristina Adami, Elena Bertazzoli, Nella Bertoldin, Barbara Carattoni Carattoni, Joan Haim, Daniela Lagomarsini, Gabriella Masini, Graziella Mazzoli, Rossella Ricci, Francesca Rocculi, Fabio Roia, Filomena Rosiello, Simona Scalzi, Francesca Scardi, Azzurra Senatore, Rita Solari, Marilù Soldi, Eleonora Varisco, Cristina Ventura, Debora Villa
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 180,   1a ristampa 2008,    1a edizione  2006   (Codice editore 1130.214)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846477637

Presentazione del volume

L'argomento centrale di questo libro sono i percorsi di autonomia delle donne per uscire dalle situazioni di violenza fisica, sessuale, psicologica ed economica, con riferimento particolare alle relazioni all'interno della famiglia. Tali percorsi vengono raccontati attraverso l'esperienza di un Centro Antiviolenza: la sua storia e i presupposti teorici, metodologici e politici che stanno alla base del lavoro di un'impresa al femminile.
I dati rilevati mostrano uno spaccato della violenza domestica in una grande città come Milano e la descrizione degli interventi specialistici offerti (Consulenza legale, orientamento al lavoro, interventi psicologici) sottolinea la complessità del problema.
Un'approfondita riflessione è dedicata alla pericolosa contraddizione che le donne sono costrette a vivere tra la loro separazione dal maltrattatore e l'affido condiviso dei figli.
Si è curato, in modo particolare, l'aspetto psicologico perché questo è uno degli ambiti più sviluppati e peculiari della Cooperativa. Sostegno psicologico, psicoterapia e gruppi di auto-aiuto sono gli interventi fondamentali attraverso i quali, per le donne, è possibile l'elaborazione e la riparazione del trauma provocato dalla violenza, la ricostruzione dell'autostima e la capacità di riprogettare il proprio futuro.
In particolare, riguardo ai gruppi di auto-aiuto, le psicologhe/psicoterapeute di Cerchi d'Acqua hanno sviluppato una specifica metodologia per le situazioni di violenza, che risulta essere molto efficace.
Il nuovo progetto "Non voglio più vedere", sulla violenza assistita, è uno tra i primi in Italia, l'unico realizzato da un centro antiviolenza a Milano.
Il libro si avvale dei preziosi contributi di Cristina Adami sull'apporto dato dalla ricerca sociale alla comprensione del fenomeno della violenza contro le donne e di Fabio Roia ull'esperienza giudiziaria.

La Cooperativa Sociale Cerchi d'Acqua è un'impresa di donne che lavorano, con e per le altre donne, alla costruzione di percorsi di autonomia per uscire dalla violenza; che promuove la cultura del rispetto di sé e degli altri, della valorizzazione della donna, dei suoi diritti e del suo contributo nella società, attraverso l'informazione, la formazione e la sensibilizzazione dell'opinione pubblica. Una équipe di Consulenti di accoglienza, psicologhe/psicoterapeute, legali e orientatrici al lavoro, sostiene le donne che subiscono violenza, nonché le persone che compongono la rete relazionale e desiderano essere loro vicine. La relazione tra donne come strumento principale e insostituibile della riparazione del danno, attraverso il binomio "darsi valore/dare valore": potenziare le risorse di ognuna, senza forzature, senza giudizio.

Indice


Debora Villa, Presentazione
Graziella Mazzoli, Introduzione
Parte I. Genere e violenza: percorsi giuridici, percorsi sociali
Cristina Adami, Violenza di genere e ricerca sociale. Il contributo della ricerca sociale alla comprensione del fenomeno della violenza contro le donne
(Verso una definizione di "violenza contro le donne"; Lo stato delle ricerche in Italia: stereotipi e servizi sociali e sanitari; La violenza domestica e le risposte per contrastarla: i Centri Antiviolenza e le Case di accoglienza)
Fabio Roia, Soffrire di violenza. L'esperienza giudiziaria
(La violenza fisica e psicologica; La violenza sessuale; Il lavoro di rete ed il processo penale intelligente; La protezione della vittima; La violenza prescritta)
Barbara Carattoni, Separarsi dal maltrattatore e condividere l'affido dei figli
Parte II. La Cooperativa Sociale Cerchi d'Acqua
Gabriella Masini, La storia, i contenuti teorici, la metodologia, i progetti
("Essere Cerchi d'Acqua": uno sguardo al passato per parlare al presente; Contenuti teorici e metodologici; La metodologia dell'accoglienza; Il Centro di Accoglienza; I progetti)
Rita Solari, Il percorso di consulenza legale
Joan Haim, Il percorso di orientamento al lavoro
Elena Bertazzoli, L'impresa al femminile: perché una Cooperativa Sociale
(La Cooperativa Sociale; Struttura ed organizzazione; I finanziamenti pubblici e privati)
Marilù Soldi, Nella Bertoldin, Uno sguardo ai dati sulla violenza alle donne
Cristina Ventura, Daniela Lagomarsini, Violenza contro le donne: la comunicazione tra realtà e stereotipi
(La violenza intrafamiliare e alcuni stereotipi difficili da abbattere; Il complesso rapporto con i media; Come i giornali parlano della violenza contro le donne; Esplorando il fenomeno: una ricerca sulle rappresentazioni sociali della violenza domestica)
Parte III. L'intervento psicologico a Cerchi d'Acqua
Simona Scalzi, Francesca Scardi, L'intervento psicologico
(Come nasce e si sviluppa; La psicoterapia)
Rossella Ricci, Le ferite della violenza e dell'abuso: sogni e immagini. Un percorso per la riparazione del trauma
(I sogni intorno al trauma; Sviluppare le immagini)
I gruppi di auto-aiuto: nascita e sviluppo di una metodologia. Simona Scalzi, Francesca Scardi, Azzurra Senatore, L'esperienza su maltrattamento e abuso sessuale
(Il significato del gruppo; Quali sono e come sono organizzati; Cosa possono trovare le donne nel gruppo)
Rossella Ricci, Francesca Rocculi, Violenza psicologica e dipendenza affettiva: il percorso di un gruppo di auto-aiuto
(Violenza psicologica e dipendenza affettiva; Il gioco della ragnatela; L'incontro con l'altro)
Filomena Rosiello, L'esperienza del gruppo di danzamovimentoterapia
Simona Scalzi, Francesca Scardi, Daniela Lagomarsini, Eleonora Varisco, Violenza assistita: un progetto in costruzione
(La violenza assistita; Cosa significa essere testimoni di violenza; Non voglio più vedere: il primo progetto sperimentale; I gruppi con i bambini; L'evoluzione del progetto)
La voce delle donne, le "nostre" donne
Bibliografia
Profilo delle autrici e degli autori.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi