Le signore dei signori della storia
Autori e curatori
Contributi
Arnaud Blin, Joseph Brami, Madeleine Cottenet-Hage, Paola Di Gennaro, Rosa Maria Grillo, Jean-Max Guieu, Giorgio Leonardi, Mirella Mafrici, Lénia Marques, Maria Rosaria Pelizzari, Carla Perugini, Rémy Poignault, Mara Quintarelli, Michèle Sarde, Jurgen Siess, Carmen Benito Vessels
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 320,      1a edizione  2013   (Codice editore 1792.180)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856848328
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 24,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856866162
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Da Hatshepsut, straordinaria donna-faraone, a Graça Machel, terza moglie di Nelson Mandela: alcune protagoniste della Grande Storia – madri, figlie, mogli, amanti dei Signori della terra –, sono qui indagate in una panoramica che ne mostra responsabilità e misura nei confronti di se stesse e del mondo.
Utili Link
Conquiste del Lavoro Le donne all'ombra della storia (di Maria Isa D'Ursi)… Vedi...
Presentazione del volume


Su un millenario teatro di scontri politici e passioni civili, sfilano in questo volume donne che hanno occupato il proscenio o le quinte della Storia in quanto madri, figlie, mogli, amanti - e a volte alter ego di grandi protagonisti d'ogni tempo. Nel larghissimo arco temporale preso in considerazione, vengono presentate donne illustri per nascita o per coraggio, sensibilità, stile di vita: figure note come Agrippina, Marguerite de Provence, Eleonora de Fonseca Pimentel; meno note come Borte Üjin, Hoojo Masako, Gracia Nasi. Affermate o sconosciute, ammirate ancora oggi o relegate ai margini della Memoria, le loro silhouette si stagliano sullo sfondo di una storia universale e testimoniano di mentalità, culture e problematiche proprie di epoche e paesi diversi e lontani.
Già da alcuni decenni gli studi storici hanno mostrato maggiore sensibilità verso il mondo femminile, estendendo il campo d'indagine a figure di protagoniste che hanno concorso al farsi della Storia. In tale prospettiva, l'obiettivo di questo volume è contribuire a fugare un'ombra che continua comunque a oscurare il ruolo delle donne: l'ombra dell'emarginazione che le mantiene ancor oggi separate in luoghi di genere. Il linguaggio corrente d'altra parte lo rivela: lo sguardo del ricercatore resterà sempre appannato fino a quando la storia delle donne resterà confinata in un mondo a sé, in uno spazio discriminante percepito come "altro", e definito ancora di recente da espressioni come secondo sesso, o altra metà del cielo.

Annamaria Laserra, docente di Letteratura francese presso l'Università di Salerno e studiosa di letteratura francese e belga, è autrice di numerosi studi sulle forme di integrazione tra letteratura, storia, mito, sacro e scienza. Tra gli studi dedicati in tutto o in parte alla memoria storica, ha pubblicato saggi su Vigny e Mérimée (ETS-Slatkine, 1996), su Mertens (Peter Lang, 2005), De Coster (Presses de la Sorbonne, 2009); curato, presso l'editore Peter Lang, i volumi Histoire, mémoire, identité dans la littérature non fictionnelle e Album Belgique (2005 e 2010); organizzato a Cerisy-la-Salle (in collaborazione con gli Archives et Musée de la littérature de Bruxelles), il convegno Mémoires et antimémoires littéraires au XXe siècle: la première guerre mondiale (Peter Lang, 2008, 2 tomi); organizzato e diretto una sessione tematica sulle "Signore dei Signori della Storia" nell'ambito del Congresso del 2010 della Società italiana delle Storiche (Webster Press, 2013).

Indice


Annamaria Laserra, Presentazione
Giorgio Leonardi,
Hatshepsut (ca. 1505-ca. 1458 a.C.). "Sole femmina che brilli come il disco solare"
Rémy Poignault,
Agrippina minore (15-59). Sorella, moglie e madre di imperatori
Paola Di Gennaro,
Hoojo Masako (1156-1225). La monaca che governò il Giappone
Arnaud Blin,
Borte Ujin (1166?-1222?). "La Cerulea", sposa di Gengis Khan
Jean-Max Guieu,
Marguerite de Provence (1221-1295). Regina consorte di Saint Louis, re di Francia
Carmen Benito Vessels,
Beatrix von Schwaben (1205-1235). Beatrix e Beatriz! La principessa di Svevia che regnò in Castiglia e León
Lénia Marques,
Ines de Castro (1320-1355). Un mito tra storia e finzione
Carla Perugini,
Germaine de Foix (1488-1538). Fra ideali cortigiani e crisi della storia
Rosa Maria Grillo,
La Malinche (1502-1529). La Signora della Parola
Michèle Sarde,
Gracia Nasi (1510-1569). Gracia et Joseph: un'aquila a due teste
Annamaria Laserra,
Anne-Marie-Louise d'Orléans (1627-1693). "La Grande Mademoiselle", ardita e sfortunata cugina di Louis XIV
Joseph Brami, Mme de Maintenon (1635-1719). Sposa segreta di Louis XIV
Mirella Mafrici,
Louise-Élisabeth de Bourbon (1727-1759). Dalla Corte di Versailles alla Corte di Parma e Piacenza
Jürgen Siess,
Marie-Olympe de Gouges (1748-1793). Un controcanto femminile ai Signori della Rivoluzione francese
Maria Rosaria Pelizzari,
Eleonora de Fonseca Pimentel (1752-1799) e Luisa Sanfelice (1764-1800). La "virile" e la "fragile": due volti della rivoluzione napoletana
Madeleine Cottenet-Hage,
Eleanor Roosevelt (1884-1962). "Meglio accendere una candela che maledire le tenebre"
Mara Quintarelli,
Winnie Madikizela (1936) e Graça Machel (1945). Due Signore della nazione africana al fianco di Nelson Mandela
Gli autori.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi