Milano 2012. Le generazioni che verranno sono già qui
Contributi
Lucia Boccacin, Donatella Bramanti, Luigi Campiglio, Maddalena Colombo, Carla Facchini, Marco Garzonio, Valentina Ghetti, Raffaele Gnocchi, Cristiano Gori, Francesco Marcaletti, Carlo Maria Martini, Silvia Mugnano, Pietro Palvarini, Alessandro Rosina
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 256,      1a edizione  2012   (Codice editore 1260.85)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23,50
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820402709
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856855807
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Il Rapporto Ambrosianeum 2012 esplora la reale portata del cambiamento demografico nella città di Milano e si interroga su quali politiche occorrano per governarlo con lungimiranza, per il bene della collettività e dei cittadini di tutte le età.
Utili Link
Avvenire Alleanza tra generazioni (di Lorenzo Rosoli)… Vedi...
Segno Ripensare il Welfare (di Pino Nardi)… Vedi...
Presentazione del volume

La crisi demografica che sta allarmando l'Europa, e l'Italia in particolare, sta cambiando anche il volto di Milano. Invecchiamento e degiovanimento, longevità e denatalità non solo modificano la struttura della popolazione ma hanno profonde implicazioni sociali. Sotto pressione si trovano anzitutto gli equilibri del sistema di welfare, il funzionamento del mercato del lavoro, i rapporti di reciprocità e di solidarietà tra le generazioni dentro e fuori le famiglie. Senza indulgere in pessimismi o scadere in luoghi comuni, a partire da dati puntuali, il Rapporto Ambrosianeum 2012 indaga sia le sfide urgenti che si prospettano nella città - attivazione dei segmenti più maturi della popolazione, promozione dell'occupazione giovanile, assistenza per gli anziani fragili, sostegno alle famiglie e alle persone lungo il corso di vita - sia le opportunità che si aprono quando si ridefiniscono in termini di equità e interdipendenza i rapporti tra le generazioni.
Il volume si rivolge a tutti coloro, studiosi e non solo, che vogliano comprendere la reale portata del cambiamento e quali politiche occorrano per governarlo con lungimiranza, per il bene della collettività e dei cittadini di tutte le età.

L' Ambrosianeum è nato nell'immediato secondo dopoguerra nella Milano della Ricostruzione morale e materiale, all'indomani della Liberazione, in un clima d'entusiasmo e di impegno intellettuale della società civile milanese per la formazione di un nuovo Stato che fosse rispettoso e garante dei diritti della persona umana, delle comunità intermedie, del pluralismo istituzionale e civile, delle regole fondamentali fissate nella Costituzione Repubblicana.Originariamente sorto come associazione capace di farsi strumento di dialogo e di incontro grazie a personalità quali Giuseppe Lazzati, il cardinale Schuster, Enrico Falck, Giorgio Balladore Pallieri, Mario Apollonio, nel 1976 l'Ambrosianeum è stato eretto in Fondazione (successivamente riconosciuta dalla Regione) consolidando ulteriormente la propria presenza nel quadro dei centri culturali milanesi.Scopo della Fondazione, promossa e retta da cattolici, è la riflessione sul mondo contemporaneo con particolare attenzione ai rapporti tra società civile e società religiosa e alle condizioni di garanzia di una cittadinanza attiva.L'Ambrosianeum attua iniziative culturali e di ricerca nella convinzione che le diversità costituiscano una ricchezza e rivolge particolare attenzione al ruolo svolto dalle varie discipline nell'analizzare la realtà sociale e culturale contemporanea e nel porre le basi conoscitive perché ci si faccia carico, ciascuno secondo le proprie responsabilità, della soluzione dei problemi che più toccano l'uomo e la donna di oggi.

Indice


Marco Garzonio, Presentazione. Milano, il Grande Fontanile
(Dare l'esempio; Salvaguardare le autonomie; Raccogliere e trasformare)
Rosangela Lodigiani, Introduzione. Città che invecchia o (g)old city?
(Il cambiamento demografico, oltre i luoghi comuni; I diversi volti dell'attivazione dei senior; L'invecchiamento della popolazione e le problematiche sociali; Equità e solidarietà intergenerazionale per uno sviluppo sostenibile)
Alessandro Rosina, La demografia a Milano e le sfide della società matura
(Le sfide della maturità demografica; Squilibri strutturali; I grandi anziani e le reti di aiuto in crisi; Nella spirale del degiovanimento; Considerazioni conclusive: demografia, welfare e sviluppo)
Francesco Marcaletti, Il lavoro in età matura: prolungamento dell'esperienza professionale come necessità o come opportunità?
(Milano nel suo contesto territoriale: gli squilibri demografici che pesano sul mercato del lavoro; Forze di lavoro sempre più mature; Un mercato che include o che esclude le differenti generazioni?; Considerazioni conclusive)
Carla Facchini, La transizione al pensionamento: strategie, vissuti e mutamenti in atto
(Il quadro teorico di riferimento; Un riscontro empirico nel contesto lombardo e milanese; Scansione temporale ed esperienze di pensionamento; Il vissuto del pensionamento; Le attività dopo il pensionamento: tra il dire e il fare...; Elementi per una riflessione)
Lucia Boccacin, Donatella Bramanti, Anziani attivi e associazionismo: una prospettiva intergenerazionale
(Differenziazione socio-culturale e condizione degli anziani; Propensione all'activity e perseguimento del benessere; Il contenuto delle relazioni intergenerazionali; Le forme associative costituite da anziani e che operano a favore degli anziani; Elementi di riflessione da un'indagine empirica a Milano; I progetti in una prospettiva intergenerazionale; La voce dei protagonisti; Per concludere)
Maddalena Colombo, Milano città che apprende: la partecipazione degli anziani al lifelong learning
(L'apprendimento in età anziana e i sistemi locali di lifelong learning; L'offerta di cultura per l'invecchiamento attivo a Milano; Caratteristiche della partecipazione degli anziani alla formazione)
Silvia Mugnano, Pietro Palvarini, Abitare in una ageing city: nuovi bisogni per vecchi abitanti
(Introduzione; L'abitare degli anziani a Milano nel nuovo millennio; La distribuzione territoriale degli anziani a Milano; Isolamento e residualità dell'edilizia residenziale pubblica; Riflessioni conclusive: quali azioni e politiche per rispondere ai nuovi bisogni?)
Raffaele Gnocchi, Solitudine, disagio e povertà in età anziana dentro la metropoli
(Il mutamento sui piani sociale e culturale; Ambiti e spazi problematici: la ricaduta della complessità sulla vita delle persone; La condizione anziana e la risposta ai cambiamenti Un quadro complessivo del disagio e della povertà degli anziani; Il supporto al cambiamento: strategie per vivere in pienezza)
Cristiano Gori, Valentina Ghetti, L'assistenza agli anziani e la non-autosufficienza: nuove sfide per il welfare?
(Il fenomeno della non autosufficienza; Milano e gli anziani non autosufficienti: il sistema delle risposte; La regolazione dei servizi e il sistema di presa in carico; Le sfide per la città di Milano)
Luigi Campiglio, Vivere più a lungo in una società che si sviluppa: verso un'economia delle generazioni
(Introduzione; Famiglia e catena generazionale; La spesa pensionistica; La diminuzione della capacità di risparmio delle famiglie in Italia; Conclusioni)
Carlo Maria Martini, Postfazione. Le età della vita nella città che cura
(Imparare a farsi prossimo; Ritorno alle radici)
Autori.