Evoluzione delle materie plastiche nel design per l'edilizia

1945-1990

Autori e curatori
Contributi
Daniele Busciantella Ricci, Vincenzo Legnante, Mario Scheichenbauer
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,      1a edizione  2014   (Codice editore 314.4)

Evoluzione delle materie plastiche nel design per l'edilizia. 1945-1990
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Attraverso le sperimentazioni portate avanti, in particolare tra gli anni Cinquanta e Settanta, da architetti come Ponti, Mangiarotti e Zanuso, per gli interni e l’arredamento, e Otto, Piano e Scheichenbauer, per gli studi sulle strutture e sull’edilizia industrializzata e l’elaborazione di nuove forme, questo volume intende fornire un quadro dell’evoluzione delle materie plastiche nell’edilizia dal dopoguerra ai primi anni Novanta, evidenziandone le potenzialità applicative.

Presentazione del volume

A partire dal periodo della ricostruzione post bellica, l'entusiasmo per le materie plastiche, da parte di architetti e imprese, incarna il clima di ottimismo, di sperimentazione e di fiducia nel progresso tecnologico e nella democrazia e apre un acceso dibattito sul ruolo che questi materiali possono assumere nel design dei componenti per l'edilizia e della casa. Le materie plastiche diventano il materiale di riferimento per gran parte dei protagonisti del design, inteso nel senso più ampio di progetto per l'industria e per la produzione di serie, soprattutto per il messaggio innovativo che sono capaci di trasmettere.
La sperimentazione e la ricerca sulle potenzialità applicative di questi materiali, in campo edilizio, così come nel settore dell'arredo, sono inizialmente affidate alla volontà e all'interesse entusiastico di alcuni professionisti, capaci di interloquire con una piccola media industria "illuminata", desiderosa di indagare nuovi possibili mercati e di investire in ricerca.
Attraverso le sperimentazioni portate avanti, in particolare dagli anni Cinquanta agli anni Settanta, da architetti del calibro di Gio Ponti e Angelo Mangiarotti, per gli interni e l'arredamento, e ancora Frei Otto, Renzo Piano e Mario Scheichenbauer, per gli studi sulle strutture e sull'edilizia industrializzata e per la ricerca di elaborazione di nuove forme, questo volume intende fornire un quadro dell'evoluzione delle materie plastiche nell'edilizia a partire dal dopoguerra fino ai primi anni Novanta ed evidenziare le loro potenzialità applicative.

Alessandra Rinaldi, architetto e specialista in Disegno Industriale, svolge attività di ricerca per il Dipartimento DIDA dell'Università di Firenze, sui temi del design di prodotto e di interni, pubblicando numerosi saggi e volumi e partecipando a congressi internazionali. Come libero professionista si occupa di progettazione e innovazione in diversi ambiti del progetto, lavorando per importanti brand tra i quali: Nec Design, Piquadro, Arditi, Ariete, Effeti Industrie, Bpt, Tonbo, De Longhi, Brother Industries.

Indice

Mario Scheichenbauer, Un passaggio epocale
Vincenzo Legnante,
Plastiche ed edilizia: la visuale del progettista
Introduzione
Gli anni cinquanta: la ricerca e la sperimentazione di nuovi ambiti applicativi per le materie plastiche
(La diffusione delle materie plastiche e lo sviluppo del dibattito sull'applicazione in ambito edilizio; Le prime applicazioni nell'edilizia; La questione dell'industrializzazione dei componenti per l'edilizia)
Gli anni sessanta: il boom edilizio e l'entusiasmo per i nuovi materiali
(La diffusione delle materie plastiche nell'edilizia prefabbricata; I principali settori applicativi; Applicazioni strutturali e studio di nuove forme; La cellula di plastica per l'abitazione)
Gli anni settanta: la crisi petrolifera e il ridimensionamento dell'entusiasmo per le materie plastiche
(L'evoluzione delle materie plastiche negli anni Settanta; Il trionfo delle strutture gonfiabili e delle materie plastiche all'Expo di Osaka; Tecnologie di trasformazione: il problema della produzione di serie nell'edilizia; Bagni monoblocco prefabbricati; Le materie plastiche per lo sfruttamento dell'energia solare)
Gli anni ottanta: un approccio rigoroso nell'uso della plastica
(Sviluppo e campi di applicazione delle materie plastiche negli anni Ottanta; Il design delle coperture in plastica; Materie plastiche e risparmio energetico; Casseri permanenti in polistirolo)
Daniele Busciantella Ricci, Una finestra sui primi anni novanta: dettagli di design per le tensostrutture
Bibliografia
Ringraziamenti.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi