Popolazione e cultura: le Alpi di oggi
Autori e curatori
Contributi
Mauro Albani, Paolo Angelini, Magda Antonioli, Carlo Alberto Barbieri, Luca Battaglini, Vanda Bonardo, Roberto Canu, Giorgia Capacci, Luigi Casanova, Alessandra Conte, Paolo De Marchis, Antonio De Rossi, Giuseppe Dematteis, Elena Di Bella, Roberto Dini, Marcello Emma, Carolina Giaimo, Antonella Guarneri, Carlo Maria Medaglia, Manuela Meistro, Cristina Mottironi, Francesco Pastorelli, Marcello Marcello Petitta, Giovanni Viganò
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 132,      1a edizione  2015   (Codice editore 1810.2.33)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,00
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
A partire da una rilettura della Dichiarazione “Popolazione e Cultura”, il volume vuole stimolare una riflessione sulle capacità e le opportunità di cambiamento e di sviluppo della montagna attraverso sguardi poliedrici che tengono insieme locale e globale, urbano e montano, tradizione e avanguardia.
Utili Link
QT Recensione (di Luigi Casanova)… Vedi...
Presentazione del volume

La vivibilità e la cultura dei territori alpini costituisce oggi un tema di dibattito importante sia in termini di supporto e sostegno al presidio territoriale sia in termini di potenzialità di valorizzazione che questi territori possono esprimere. La Dichiarazione "Popolazione e Cultura", adottata nel 2006 dai Ministri degli Stati della Convenzione delle Alpi, ha sancito proprio i principi su cui gli Stati alpini hanno inteso far convergere le azioni, dalla coscienza di comunità e cooperazione alla diversità culturale, allo spazio di vita, alla qualità della vita e pari opportunità, allo spazio economico, al ruolo delle città e dei territori rurali. A partire da una ri-lettura di questa Dichiarazione, la Commissione Internazionale per la protezione delle Alpi in riferimento alla sua sede italiana (CIPRA Italia) insieme alla Presidenza Italiana della Convenzione delle Alpi (Ministero dell'Ambiente), in carica dal 2012 al 2014, propone in questo volume una restituzione dei lavori svolti in questo periodo con l'obiettivo di tracciare non solo uno stato dell'arte di quanto si è fatto ma soprattutto di dare spazio ad una riflessione che, oggi più che mai, ha bisogno di mettere al centro le capacità e le opportunità di cambiamento e di sviluppo della montagna attraverso sguardi poliedrici che tengono insieme locale e globale, urbano e montano, tradizione e avanguardia. Il volume è diviso in due parti. La prima parte contiene una selezione di temi attorno ai quali si restituisce una parte importante dell'operato svolto dal Ministero dell'Ambiente nel biennio di Presidenza Italiana della Convenzione delle Alpi. La seconda parte contiene una ri-elaborazione dei contenuti del Primo Laboratorio Alpino per lo Sviluppo avviato da CIPRA Italia, quale modello laboratoriale di confronto con i territori alpini, che ha avuto luogo a Oulx in Valle di Susa nel settembre 2014.

Federica Corrado è attualmente Presidente della CIPRA Italia - osservatore ufficiale della Convenzione delle Alpi. È ricercatrice universitaria in Tecnica e pianificazione urbanistica presso il Politecnico di Torino, svolge attività di ricerca sul tema delle politiche territoriali in ambito urbano-montano e relativamente alle nuove modalità di costruzione dei processi di sviluppo locale nei contesti alpini. È membro del Comitato di redazione della Revue de Geographie Alpine. Di recente pubblicazione in questa collana: Corrado F., Dematteis G., Di Gioia A. (a cura di), Nuovi montanari. Abitare le Alpi nel XXI secolo, 2014.
Paolo Angelini lavora da venticinque anni al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dal 2000 si occupa della Convenzione delle Alpi, prima come focal point e poi come capo della Delegazione italiana. Ha contribuito inoltre all'avvio del Segretariato Permanente. Nel biennio di Presidenza italiana 2013-2014 della Convenzione delle Alpi è stato presidente del Comitato Permanente.

Indice
Paolo Angelini, Presentazione. L'attualità della Convenzione delle Alpi, strumento di dialogo tra ordinamenti e culture diverse per lo sviluppo sostenibile della montagna
Federica Corrado, Introduzione. Rileggere oggi la Dichiarazione "Popolazione e Cultura"
Parte I
Paolo Angelini, Marcello Emma, La Convenzione delle Alpi per la popolazione e la cultura alpine
Mauro Albani, Giorgia Capacci, Antonella Guarneri, La demografia delle Alpi: analisi dei principali risultati della V Relazione sullo Stato delle Alpi
Magda Antonioli, Giovanni Viganò, Cristina Mottironi, Il turismo delle Alpi: governare la sostenibilità
Antonio De Rossi,
Costruire per le popolazioni alpine
Marcello Petitta, Carlo Maria Medaglia, Alessandra Conte, Manuela Meistro, Connettere le Alpi: l'agenda digitale alpina
Parte II
Federica Corrado, Il primo Laboratorio alpino per lo sviluppo
Il punto di vista delle istituzioni
(Elena Di Bella, La visione sovra-locale; Paolo De Marchis, Dalla parte delle istituzioni locali)
Le esperienze innovative
(Luca Battaglini, Nuova agricoltura in Valle di Susa: tra ruoli produttivi e servizi ecosistemici; Roberto Dini, Abitare le Alpi di domani; Francesco Pastorelli, Valle di Susa alla ricerca di un nuovo modello di turismo)
Questioni aperte
(Carlo Alberto Barbieri, Carolina Giaimo, Valle di Susa e Città Metropolitana; Roberto Canu, Abitare oggi la Valle di Susa; Giuseppe Dematteis, Quale innovazione territoriale in Valle di Susa?; Vanda Bonardo, Ambiente alpino: nuovi sguardi al tempo della crisi delle certezze)
Luigi Casanova, Una visione per l'ambiente: innovazioni e criticità non rimosse
Gli Autori.