Cambiamo discorso.

Diagnosi e counselling nell'intervento sociale secondo la scienza dialogica

Contributi
Davide Fenini, Guido Giarelli, Luca Mori, Luisa Orrù, Michele Romanelli, Gian Piero Turchi, Alessandra Zielli
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 304,      2a edizione, integrata  2012   (Codice editore 1044.64)

Cambiamo discorso. Diagnosi e counselling nell'intervento sociale secondo la scienza dialogica
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 34,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820408282

In breve

Il testo si fonda sulla prospettiva aperta dall’interazionismo simbolico e dalla filosofia analitica, sulle tracce di quanto elaborato da Nigel Parton in Inghilterra, per proporre il paradigma narrativistico e il modello dialogico – formulati da Gian Piero Turchi – come riferimenti di conoscenza e operatività per l’intervento sociale e per rispondere alle criticità che vedono affermare, impropriamente, una cesura tra teoria e prassi.

Presentazione del volume

È possibile collocare le scienze discorsive con piena legittimità nell'alveo del rigore scientifico? Quale rapporto intercorre tra teoria e prassi nell'ambito degli interventi svolti dalle professioni che si inscrivono in quei paradigmi? È possibile generare interventi sociali che rispondano a criteri di scientificità, ovvero che, a partire da obiettivi descrivibili e condivisibili, individuino strategie e indicatori di efficacia ed efficienza e siano quindi accountable ?
La seconda edizione di Cambiamo discorso , a partire dalla prospettiva aperta dall'interazionismo simbolico e dalla filosofia analitica, sulle tracce di quanto elaborato da Nigel Parton e Patrick O'Byrne in Inghilterra, descrive il percorso che dalla proposta del paradigma narrativistico e del modello dialogico formulati da Gian Piero Turchi ha portato a definire un ambito conoscitivo specifico - la scienza dialogica, che studia il processo per cui le configurazioni discorsive generate nella comunità dei parlanti producono realtà - quale riferimento per la conoscenza e l'operatività nell'intervento sociale, in grado di rispondere alle criticità che vedono affermare, impropriamente, una cesura tra teoria e prassi. La svolta paradigmatica proposta e l'approdo alla scienza dialogica aprono un orizzonte in cui la modalità conoscitiva è adeguata all'oggetto di studio ("i discorsi" quotidiani) e il modello teorico generato si attesta nel realismo concettuale. In virtù di ciò, l'operatore piuttosto che essere pervaso dal senso comune , diventa esperto su come questo si generi, e quindi competente non per i contenuti sostantivi (la "tossicodipendenza", la "devianza", la "malattia mentale", la "povertà") e per i supposti bersagli dell'intervento (i "bisogni", il "disagio", il "benessere" etc.), ma per il processo di configurazione della realtà nella dimensione personale e collettiva. Gli effetti pragmatici sono considerati come secondari alle configurazioni discorsive che si producono nell'ambito della comunità dei parlanti: l'obiettivo operativo dell'intervento sociale è dunque la trasformazione discorsiva.

Luigi Colaianni ha conseguito il Ph.D. in servizio sociale, è assistente sociale specialista, sociologo della salute e formatore. Insegna discipline sociologiche e del servizio sociale in varie università italiane.
Patrizia Ciardiello ha conseguito il Ph.D. in istituzioni, amministrazioni e politiche regionali, è assistente sociale specialista, Adjunct professor presso l'Università di Padova e funzionario del Ministero della Giustizia.

Indice



Guido Giarelli, Prefazione
Introduzione
(Perché un libro sulla diagnosi e il counselling nell'intervento sociale; Diagnosi sociale, valutazione e assessment; Il counselling sociale; Un processo narrativo con risultati reali)
Parte I
Lo scarto di paradigma
Agency e paradigma narrativistico
(Paradigma narrativistico e modello dialogico dell'identità; I cardini della metodologia)
La prassi
(Relazioni di assessment a confronto; Tre studi di caso; La generazione e l'impiego degli artifici retorici)
Parte II
La filiera della conoscenza emanazione della scienza dialogica: una proposta teorica e operativa per l'intervento sociale
(Elementi di riflessione epistemologica: per uno scarto dalle scienze -logos a una scienza del logos; Per una gestione della frammentazione disciplinare in ambito sociale: la proposta di una filiera della conoscenza; La filiera della conoscenza: scienza, paradigma, teoria e modello operativo; Il Modello operativo dialogico: dall'applicazione della prassi alla valutazione dell'efficacia dell'intervento sociale; Riassumendo)
Scienza dialogica e ambiti di intervento
(Paradigma narrativistico e intervento sociale nell'ambito dell'esecuzione penale degli adulti; Paradigma narrativistico e intervento sociale nell'ambito del consumo di sostanze psicotrope stupefacenti; Una ricerca in ambito di esecuzione penale esterna con la metodologia MADIT: analisi dei reports del servizio sociale; Qualità dell'intervento dei servizi socio-sanitari. La valutazione dell'efficacia dell'intervento sociale nell'ambito della salute mentale)
Narrazione, apprendimento e morfogenesi delle relazioni umane: percorsi filosofici
(Le narrazioni costruiscono mondi; Narrazione come conoscenza e sensemaking; Narrazione e sensemaking come attività che organizzano e riorganizzano relazioni)
Conclusioni
Appendice
Tavola periodica dei repertori discorsivi
Glossario e proprietà dei repertori discorsivi
Riferimenti bibliografici
Gli autori.