Un ambasciatore della "nuova Italia" a Washington. Alberto Tarchiani e le relazioni tra Italia e Stati Uniti 1945-1947

Autori e curatori
Contributi
Piero Craveri
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 284,      1a edizione  2012   (Codice editore 1581.10)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Un ambasciatore della
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 37.50
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820407148
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 26.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856856897
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume analizza l’attività diplomatica dei primi anni della missione a Washington di Alberto Tarchiani, uno degli ambasciatori politici voluti dalla nuova classe dirigente, alla luce dei risultati politici, economici e diplomatici conseguiti e in considerazione degli innovativi metodi di lobbying utilizzati.

Presentazione del volume

De Gasperi era persuaso, seguendo il pensiero di Sturzo, che fosse necessario cercare "le chiavi della politica interna ed economica nella politica estera". La ripresa delle relazioni con gli Stati Uniti rappresenta un punto cruciale nella ricostruzione della dimensione internazionale e nel processo di transizione democratica dell'Italia del dopoguerra. Alberto Tarchiani appartiene al gruppo di ambasciatori politici voluti dalla classe dirigente nascente della "nuova Italia" per rappresentare il Paese nelle principali capitali straniere. L'attività diplomatica dei primi anni della missione a Washington di Tarchiani è analizzata alla luce dei risultati politici, economici e diplomatici conseguiti e in considerazione degli innovativi metodi di lobbying utilizzati.
Il focus del volume, diviso in dieci capitoli, è posto sul difficile negoziato che condusse al duro Trattato di Pace, sulle iniziative diplomatiche e mediatiche intraprese con successo da Tarchiani per sensibilizzare l'opinione pubblica statunitense e sull'articolata rete di rapporti intessuti dall'ambasciatore con la società civile, il mondo politico e l'Amministrazione statunitensi.
Il lavoro si conclude con l'analisi della preparazione, organizzazione e svolgimento del primo viaggio di De Gasperi negli Stati Uniti, ricco di significati politici, d'immagine e simbolici, ancor prima che economici. Il volume è il risultato di approfondite ricerche archivistiche e si basa su fonti inedite. Ne emerge un quadro ricco e variegato, che apporta spunti di riflessione intorno ad un periodo fondativo della storia dell'Italia repubblicana, colmando un vuoto storiografico.

Domenico Fracchiolla insegna Dinamiche della Globalizzazione presso la Luiss Guido Carli. È coordinatore scientifico della sezione politologica del Laboratorio di Analisi Politica e Sociale, centro di ricerca del Dipartimento di Scienze Politiche della Luiss. Fra le sue pubblicazioni: An Ambassador at work. An individualistic interpretation of Italian foreign policy , in Un Austriaco in Italia. Festschrift in honour of professor Dario Antiseri a cura di Raffaele De Mucci e Kurt Leube, 2012; L'Ambasciatore Tarchiani e la lobby italiana. La diplomazia italiana a Washington nell'immediato dopoguerra (1945-1947) , in "Nuova Storia Contemporanea", n. 3/2009.

Indice



Piero Craveri, Prefazione
Introduzione
L'inizio della missione
(De Gasperi alla guida del Mae e la nomina di Alberto Tarchiani come ambasciatore d'Italia negli Stati Uniti; La presentazione delle credenziali a Roosevelt e i primi contatti con l'amministrazione americana; Il sostegno alla causa italiana di circoli "Liberal", del Partito Repubblicano e di ambienti economici; Aiuti economici e finanziari)
La "nuova Italia" una nazione "alleata"
(Esclusi a San Francisco; Trieste in pericolo; Dalle Pressioni di Tarchiani alla decisione di massima del governo di dichiarare guerra al Giappone)
La dichiarazione di guerra al Giappone
(La formalizzazione della dichiarazione di guerra al Giappone; La delusione di Potsdam; Due colloqui con Byrnes e Truman)
Tra speranza e disillusione, una soluzione temporanea
(La conferenza di Londra; Tentativi di allineamento; Le quattro libertà, la "Pace Provvisoria" e il sostegno dell'America Latina; Soluzioni alternative)
Il difficile negoziato
(La conferenza di Mosca; I rapporti politici; La conferenza dei sostituti di Londra; "Viveri, lavoro e pace")
Il duro trattato di pace
(La conferenza di Parigi; Politica estera ed opinione pubblica americana; Dalla Monarchia alla Repubblica; La pace punitiva)
I distinguo di Tarchiani
(La conferenza dei Ventuno; Il discorso di De Gasperi al palazzo del Lussemburgo; La commissione economica; Un pacato dissenso; L'avvicendamento De Gasperi-Nenni)
L'azione di lobbying
(Una "pace giusta per l'Italia"; Sostegno di politici, stampa ed opinione pubblica; Tarchiani e la politica interna americana; Questioni militari e sistema bipolare)
Il mito dei negoziati diretti
(La conferenza di New York; L'insistenza di Nenni; Il problema della firma del trattato di pace; La crisi alimentare)
Il I viaggio di De Gasperi negli Stati Uniti
(La preparazione del viaggio; Incontri, opinione pubblica e impressioni di Washington; Accoglienza a Chicago e Cleveland. Il discorso al Forum; Il trionfo di New York e l'assegno a Washington; Un primo bilancio)
Conclusioni
Bibliografia
Indice dei nomi.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi