Vedere, guardare, osservare la Tv

Proposte di ricerca-azione sulla qualità dei programmi televisivi per i minori

Contributi
Cristina Coggi
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 256,      1a edizione  2006   (Codice editore 1152.2)

Vedere, guardare, osservare la Tv. Proposte di ricerca-azione sulla qualità dei programmi televisivi per i minori
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846479204

Presentazione del volume

La Tv si può vedere, si può guardare, si può osservare. "Vedere" designa un'operazione sostanzialmente passiva: percepire i messaggi e i contenuti che la "scatola magica" ci propina. "Guardare" aggiunge l'elemento di intenzionalità: guardo cosa effettivamente voglio vedere, quindi opero una scelta, in qualche modo consapevole, sui contenuti offerti. "Osservare" significa aggiungere sistematicità all'intenzionalità: smontare e rimontare il messaggio televisivo, coglierne le intenzioni e le strategie comunicative, le valenze positive e negative.
Questo libro si propone di fornire una guida rivolta agli educatori (genitori, insegnanti, operatori di servizi socio-educativi) per osservare criticamente il messaggio televisivo ed intuirne le valenze educative, acquisendo una consapevolezza utile anche per dare ai minori gli strumenti necessari per diventare a loro volta "osservatori della Tv". Il volume intende supportare e promuovere interventi di ricerca-azione che, partendo dallo studio empirico dei diversi aspetti che connotano il rapporto minori-Tv, forniscano esperienze significative in grado di retroagire sul mondo della produzione e della programmazione televisiva, contribuendo a migliorare la qualità dell'offerta. Al libro è collegato il sito www.teseotv.it dove il lettore potrà trovare esempi di ricerche e strumenti.

Alberto Parola (alberto.parola@unito.it) è psicologo e ricercatore in Pedagogia sperimentale presso la Facoltà di Scienze della formazione dell'Università degli Studi di Torino. I suoi interessi principali nell'ambito della ricerca riguardano la media education, il rapporto tra minori e Tv e l'e-learning. Tra le sue pubblicazioni, Internet per gli psicologi, Torino, UTET, 2000 e Figli dei media (a cura di, con Barbara Bruschi), Torino, SEI, 2005.
Roberto Trinchero (roberto.trinchero@unito.it) si occupa di ricerca empirica in educazione, formazione assistita da tecnologie infotelematiche e valutazione di processi formativi. Tra le sue recenti pubblicazioni: Nuovi media per apprendere (con Patrizia Todaro), Torino, Tirrenia, 2000; I metodi della ricerca educativa, Roma, Laterza, 2004; Manuale di ricerca educativa, Milano, FrancoAngeli, 2002; Valutare l'apprendimento nell'e-learning. Dalle abilità alle competenze, Trento, Erickson, 2006.

Indice



Cristina Coggi, Introduzione. Un programma allo specchio: monitorare e assicurare la qualità attraverso la ricerca
(La ricerca in psicologia dell'educazione e in sociologia dei processi culturali; La ricerca pedagogica e lo sviluppo della media education; La presente ricerca: alcune scelte di fondo)
Alberto Parola, Gli attori della Tv dei ragazzi
(Premessa; Il bambino, assuefatto o competente?; I produttori tra norme, creatività e responsabilità; Gli educatori e il dialogo di rete; Gli osservatori e le carte; I dati empirici dei ricercatori e la qualità della Tv; L'esempio di un progetto "territoriale": Teleintendo a Torino)
Roberto Trinchero, La Tv che fa bene ai bambini. Istanze di qualità per un programma televisivo
(Educare alla Tv o educare con la Tv?; Quale Tv fa bene ai bambini?; Sette istanze per la ricerca-azione sulla qualità; Conclusioni: Responsabilità e suggerimenti per migliorare la Tv)
Roberto Trinchero, Il monitoraggio on-line di Televisione. Aspetti quantitativi
(I campioni considerati; Le preferenze per i personaggi di Televisione; Le preferenze per i cartoni; Relazione tra preferenze e riproduzione delle manualità; Conclusioni)
Alberto Parola, Aspetti qualitativi del monitoraggio on-line
(Premessa; Il metodo di analisi dei dati qualitativi; Al di là del gradimento: le proposte dei bambini; Le risposte dei genitori)
Appendici
Riferimenti bibliografici e sitografici.