Il limite come canone interpretativo

Riflessioni e ambiti di applicazione a confronto

Autori e curatori
Contributi
Daniela Bandelli, Lucia Bissoli, Antonio Camorrino, Fabio D'Andrea, Francesca Ieracitano, Maria Cristina Marchetti, Emanuela Rossi
Livello
Dati
pp. 158,      1a edizione  2019   (Codice editore 11781.3)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Il limite come canone interpretativo. Riflessioni e ambiti di applicazione a confronto
Tipologia: E-book
Possibilità di stampa:  Si
Possibilità di copia:  Si
Disponibilità Clicca qui per scaricare

Informazioni sulle pubblicazioni ad Accesso Aperto
Codice ISBN: 9788891797759

In breve

Il problema posto dalla limitatezza umana a fronte di desideri illimitati non è certo appannaggio esclusivo dei nostri tempi né conseguenza univoca delle aporie dello sviluppo; tuttavia i significati espressi dal concetto e gli enunciati a esso correlati ci permettono di affrontare il rapporto fra le istanze dell’umano e le condizioni sociali e culturali generate dai nostri contesti di vita. Il volume intende ridiscutere il significato del limite, fisico e simbolico, e riflettere su esperienze esistenziali, sociali e culturali interpretabili come conseguenza di una diversa declinazione dei limiti umani.

Presentazione del volume

Fatti e processi del mondo contemporaneo sfidano diversi saperi a riflettere sul significato assunto da scelte di azione, relazione, comunicazione di donne e uomini, come di attori culturali o decisori politici, al fine di non subirli acriticamente. Un modo per rispondere alla sfida si può trovare lavorando sul tema del limite e facendo luce sulle contraddizioni che esprime. Il problema posto dalla limitatezza umana a fronte di desideri illimitati non è certo appannaggio esclusivo dei nostri tempi né conseguenza univoca delle aporie dello sviluppo; tuttavia i significati espressi dal concetto e gli enunciati a esso correlati ci permettono di affrontare con realismo il rapporto fra le istanze dell'umano e le condizioni sociali e culturali generate dai nostri contesti di vita.
Attraverso le proposte di autrici e autori che si misurano con ambiti di applicazione diversi ma coevi, il volume intende ridiscutere il significato del limite, fisico e simbolico, e riflettere su esperienze esistenziali, sociali e culturali interpretabili come conseguenza di una diversa declinazione dei limiti umani. È questo un modo per sperimentare l'utilizzo di concetti e semantiche che permettono di analizzare i processi corresponsabili della rottura di equilibri fra soggettività e contesto, nonché concorrere alla riconciliazione tra produzione scientifica e sentire morale.

Donatella Pacelli è professore ordinario di Sociologia generale presso la LUMSA di Roma. Si è occupata dei classici del pensiero sociologico, di trasformazioni sociali e di vari aspetti della cultura moderna. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Europa e società civile (con G. Moro, Milano, 2012), Il senso del limite. Per un nuovo approccio di sociologia critica (Roma, 2013), Problemi sociali e rappresentazioni culturali (con F. Ieracitano e C. Rumi, Milano, 2014). Per la collana "Teorie sociologiche e trasformazioni sociali" ha curato Le guerre i sociologi. Dal primo conflitto totale alle crisi contemporanee (Milano, 2015), Il discorso sulla famiglia. Problemi e percezioni di una realtà in movimento (Milano, 2016), Le cose non sono quelle che sembrano. Contributi teorico-analitici per una sociologia "non ovvia". Sulla traccia di Luciano Gallino (Milano, 2017).

Indice

Donatella Pacelli, Premessa
Bibliografia
Donatella Pacelli, Per una teoria sociale del limite: ipotesi di lavoro sulla contemporaneità
(Questioni preliminari: esiste una teoria del limite?; Limiti e confini: concetti e riflessioni; Andare oltre: costante antropologica e tendenze contemporanee; Sui limiti della conoscenza; Intuizioni del passato e ipotesi di avanzamento. Verso una conclusione; Bibliografia)
Fabio D'Andrea, Antenati ingombranti. I limiti della rappresentazione dell'umano
(Sospesi tra estremi; Stare in piedi nel terremoto; Un'umanità complessa; Bibliografia)
Antonio Camorrino, Scienza e tecnica nella società tardomoderna. Rischi e opportunità della "cultura dell'illimitato"
(Introduzione; La genesi della tardomodernità: le promesse dell'ideologia del progresso; La tardomodernità: l'assenza del limite, i rischi della tecnoscienza, l'ombra del sospetto; Le originali opportunità della "cultura dell'illimitato; Conclusioni: non tutto è perduto!; Bibliografia)
Lucia Bissoli, Il limite come educazione del desiderio. Una rilettura di John Locke per l'orientamento degli studenti stranieri nella scuola italiana
(Premessa; Luci e zone d'ombra della scuola italiana e della società italiana; Analisi di Locke sui principali limiti umani; Le conseguenze dei limiti; Definizione lockiana di desiderio; Il rapporto tra desiderio e ricerca della felicità; Gradazioni di desiderio; Il giudizio in rapporto al desiderio; Conclusione: perché adoperare il pensiero di Locke in un progetto di orientamento; Bibliografia)
Daniela Bandelli, Oltre noi stessi. Sociologia del limite nella procreazione medicalmente assistita
(Introduzione; Il superamento dei limiti con la procreazione artificiale; La violenza come limite all'azione; La GPA come una forma di violenza sul bambino; Il neonato: l'altro invisibile; Conclusioni; Bibliografia)
Francesca Ieracitano, Il limite minacciato: la complicata relazione tra media, digital media e moralità
(Le tecnologie della comunicazione come sfida al limite; I media mainstream tra comfort zone e panico morale; Cybermoralità e la rinegoziazione del limite; Considerazioni conclusive: c'è una morale della favola?; Bibliografia)
Emanuele Rossi, La città divisa: periferie, margini e confini nelle metropoli contemporanee
(Una minaccia costante all'ordine del mondo; La città, la periferia e l'Altro come oggetto d'odio; Tra gli "arcipelaghi" dell'informale: la città e gli spazi della speranza; Bibliografia)
Maria Cristina Marchetti, Limiti, confini e identità tra stati nazionali e realtà sovranazionali
(Vivere senza confini: l'ideologia della globalizzazione; I limiti della globalizzazione; Vivere dentro i confini: identità, limiti, territori; Stato-Nazione e realtà sovranazionali, Epilogo; Bibliografia).