LIBRI DI FRANCESCO CONROTTO

La ricerca ha estratto dal catalogo 21 titoli

Franco Borgogno, Alberto Luchetti

Il pensiero psicoanalitico italiano.

Maestri, idee e tendenze dagli anni '20 ad oggi

Il libro fornisce una guida comprensiva della psicoanalisi italiana degli ultimi decenni, relativamente agli sviluppi teorici e ai progressi clinici più rilevanti, con particolare enfasi su temi quali il transfert, il trauma, gli stati primitivi della mente e la metapsicologia, sui quali il pensiero psicoanalitico italiano ha dato contributi particolarmente significativi. Una lettura utile sia per studenti interessati a conoscere i temi della psicoanalisi in Italia, sia per analisti esperti che vogliano approfondire la teoria e la tecnica analitica italiana.

cod. 1215.1.42

Roberto Musella, Gemma Trapanese

L'interpretazione dei sogni.

Dialoghi sulla tecnica psicoanalitica

Diversi modelli di interpretazione dei sogni, non sempre concordanti tra loro, sono comparsi dopo la scoperta freudiana. In questo volume psicoanalisti italiani provenienti da diverse scuole di pensiero, tutti esperti della materia, si confrontano apertamente sul sogno e sulla sua tecnica di interpretazione, proponendo riletture profonde e nuove prospettive sul tema.

cod. 1215.1.47

Andrea Baldassarro

La passione del negativo.

Omaggio al pensiero di André Green

Il volume raccoglie riflessioni a partire dall’opera di André Green, nonché un suo inedito e la trascrizione di un’intervista sul suo percorso di pensiero. Le ragioni di una riflessione sull’opera di André Green non solo sono dettate dalla necessità di rendere omaggio a uno dei maggiori pensatori della psicoanalisi del nostro tempo, ma costituiscono anche un ripensamento complessivo della psicoanalisi in uno dei periodi forse di maggiore difficoltà e al tempo stesso di possibile evoluzione e trasformazione della disciplina.

cod. 1215.1.41

Ezio Maria Izzo

Pulsione ed esistenza

Psicoanalisi e psichiatria fenomenologica

Qual è l’apporto della psichiatria fenomenologica alla psicoanalisi? Perché per lo psicoanalista è opportuno conoscere la fenomenologia? Per cercare risposta a queste domande, l’autore ci propone un filo conduttore, che è l’attenzione per l’ascolto clinico del paziente e la ricerca della sua singolarità di soggetto: sviluppate da un lato dalla psichiatria fenomenologica e dall’altro dalla psicoanalisi.

cod. 1217.1.24

Raffaele Russo, Gemma Zontini

Il desiderio e il suo oggetto

Il desiderio è una forza come la pulsione e come l’affetto, una quantità che come pulsione e affetto ha la sua fonte nel corpo. Che rapporti intercorrono tra questi elementi? E come la quantità si può trasformare negli aspetti qualitativi che animano il desiderio? Su questi e altri quesiti si interrogano gli psicoanalisti del Centro di Psicoanalisi Napoletano, cercando di offrire spunti e suggestioni infinite per un tema che ha da sempre affascinato l’uomo.

cod. 2001.124

Francesco Conrotto

Ripensare l'inconscio

L’inconscio è il concetto centrale della psicoanalisi. Contestato e duramente criticato sia dalla scienza medica ufficiale, che da una certa parte della psicologia e della psichiatria, questo concetto ottiene ora il riconoscimento della sua importanza dalle scienze neurobiologiche e dalla linguistica oltre che ovviamente dalla psicoanalisi post-freudiana.

cod. 1950.3.4

Paolo Cotrufo, Rossella Pozzi

Identità e processi di identificazione

Le problematiche esplorate in questo volume interrogano teoria e prassi clinica chiamate a confrontarsi sempre più spesso con il narcisismo, la soggettività e i suoi confini, la precarietà del senso d’identità, attraversato da crisi personali e sociali.

cod. 2001.112

Franca Munari, Enrico Mangini

Metamorfosi della pulsione

Questo libro presenta una sequenza di testi di autori contemporanei, impegnati nella ricerca psicoanalitica, che qui convergono per lavorare il metamorfico divenire della pulsione nella teoria e nella clinica psicoanalitica.

cod. 1950.1.19

Graziano De Giorgio, Fausto Petrella

Sogno o son desto?

Senso della realtà e vita onirica nella psicoanalisi odierna

L’onirico continua a mantenere un ruolo fondamentale nella teoria e nella pratica psicoanalitica con una grande varietà di accenti. Sullo sfondo di riferimenti teorici ed esperienze cliniche differenti, il volume ne esamina criticamente gli sviluppi e le prospettive.

cod. 1950.1.16

Francesco Conrotto

Possiamo davvero parlare di neo-patologie?

GRUPPI

Fascicolo: 1 / 2011

L’autore discute il concetto delle cosiddette "neo-patologie", cioè le forme di sofferenza prevalenti nei pazienti che oggi si rivolgono agli psicoterapeuti in cerca di aiuto (depressioni, psicosomatosi, varie forme di dipendenza, disturbi alimentari ecc.). Egli mostra, attraverso una analisi attenta e rigorosa della formazione e del funzionamento dell’apparato psichico di questi pazienti, che non si tratta, in realtà, di psicopatologie "nuove", ma di forme sintomatologiche che risentono, ovviamente, del contesto culturale, la cui struttura psichica sottostante è spiegata con precisione dalla seconda topica freudiana. Queste psicopatologie sono sempre state trattate con il dispositivo analitico e possono, pertanto, continuare a essere prese in carico, senza dover fare ricorso a "nuove teorie", ma solo con le opportune modificazioni della tecnica.

Roberto Musella

Il Principe e la Strega.

Corpo e identità in psicoanalisi

Il volume affronta i temi del corpo e dell’identità in psicoanalisi, interrogandosi, contemporaneamente, sull’identità della psicoanalisi stessa e su una delle possibili cause della sua paventata crisi.

cod. 1950.2.12

Maurizio Balsamo

Libere associazioni?

Le “libere associazioni” costituiscono il terreno privilegiato della pratica analitica. I saggi qui raccolti ricostruiscono lo scenario storico, teorico e clinico del concetto e del fenomeno delle libere associazioni, fornendo elementi di riflessione rilevanti per ripensare ciò che ci appare in genere come “troppo noto”.

cod. 1950.3.3

È possibile delineare una teoria generale della conoscenza che comprenda la teorizzazione psicoanalitica? La psicoanalisi, sostiene l’autore, è una “filosofia” in grado di mettere in crisi il significato stesso della filosofia poiché, postulando l’esistenza di processi psichici inconsci, ne mette in discussione la razionalità ed esita in una filosofia dell’antifilosofia o meglio in un suo superamento.

cod. 1950.1.12

Maurizio Balsamo

Psiche e storia.

Il caso clinico, la storia, il metodo

Attraverso riflessioni di tipo epistemologico, storico, filosofico o psicoanalitico, applicazioni ed esempi rilevanti, il volume intende fornire materiali e tracce di lavoro per la costruzione di una ricerca che vede in opera l’Associazione Internazionale di Storia della psicoanalisi e il costituendo gruppo italiano di ricerca su psicoanalisi e scienze umane.

cod. 1950.1.11

Maurizio Balsamo

Forme dell'après coup

Il volume fornisce degli strumenti di riflessione e di ricerca su un problema concettuale (il problema dell’après-coup o della posteriorità, come talvolta è tradotto in italiano) che caratterizza come pochi il funzionamento stesso del processo psicoanalitico.

cod. 1950.3.2

Centro Psicoanalitico di Roma, Società Psicoanalitica Italiana

Generi e generazioni

Ordine e disordine nelle identificazioni

cod. 1422.12

Il primo di una serie di volumi dedicati ai concetti psicoanalitici e ai loro usi. Differentemente dai dizionari o dalla celebre enciclopedia di Laplanche e Pontalis, questa serie intende proporre una riflessione non solo storica ed evolutiva, ma cerca di tracciare una possibile genealogia del pensiero clinico nelle sue numerose forme.

cod. 1950.3.1

Marco La Scala, Maria Vittoria Costantini

Il lavoro psicoanalitico sul limite

Contributi teorici e clinici

A partire dal limite come “linea di demarcazione”, che corrisponde all’esigenza di confinare e separare per promuovere un ordine topico, il volume sviluppa il concetto di “frontiera” che evoca uno scambio, una confluenza, una permeabilità e arriva a intendere il limite come una vera e propria “area di elaborazione psichica”.

cod. 1950.2.10