Società moderna e discorso sociologico

Paolo Zurla

Società moderna e discorso sociologico

Da Saint Simon a Weber

Edizione a stampa

32,00

Pagine: 288

ISBN: 9788846451620

Edizione: 8a ristampa 2022, 1a edizione 2003

Codice editore: 1520.434

Disponibilità: Discreta

La nascita della sociologia ed il suo primo consolidamento sono avvenuti in rapporto all'emergere della società industriale capitalista, in rapporto cioè con una molteplicità di trasformazioni altamente problematiche sul piano sia economico-produttivo, sia sociale e politico, sia più propriamente culturale e scientifico. A questo proposito i contributi più significativi sono stati offerti da autori ormai divenuti classici che, con le loro teorie e le loro ricerche, hanno consentito lo stabilirsi di una vera e propria tradizione sociologica di pensiero.

Le questioni poste in luce, le tensioni culturali e politiche da essi vissute sono andate formandosi e maturandosi in un'epoca quanto mai complessa in cui si sono intrecciate, molte volte in maniera anche critica e con costi personali spesso elevati, a vaste influenze culturali e a vere e proprie problematiche sociali che andavano emergendo. Il testo tende a cogliere la formazione delle principali categorie interpretative e dei modelli di pensiero ad esse relativi nell'intreccio con varie dimensioni della realtà sociale e culturale di cui il discorso sociologico è stato parte non irrilevante, specie nel contesto europeo.

In particolare sono prese in esame le riflessioni di Montesquieu, Saint Simon, Comte, Marx, Durkheim, Tönnies e Weber, delle quali il volume si propone di facilitare e stimolare la conoscenza diretta. A questo proposito è presentata un'ampia sitografia per approfondimenti consigliati.

Paolo Zurla , straordinario di Sociologia presso la Facoltà di Scienze politiche di Forlì dell'Università di Bologna, è autore di vari volumi tra cui: con Lupi G., Telelavoro e disabilità. Il progetto Translate , Angeli, 2002; (a cura di), Percorsi di scelta: giovani tra scuola, formazione e lavoro , Angeli, 2001; (a cura di), Tempi quotidiani di vita e di lavoro , Angeli, 2000 e con La Rosa M., Lavoro e società industriale. Da Adam Smith a Joseph Schumpeter , Angeli, 1998. È direttore del quadrimestrale Autonomie locali e servizi sociali .


Agli albori della sociologia
(Mutamento sociale e nascita della sociologia; Metodo cartesiano e Illuminismo; La "rivoluzione sociologica" di Charles-Louis de Montesquieu)
La sociologia agli esordi: Claude-Henri de Saint Simon e Auguste Comte
(Saint Simon: la vita; La critica della società contemporanea; Ruolo della scienza e ruolo dell'industria; Cambio d'epoca; Comte: la vita e il profilo intellettuale; Una filosofia positiva per la società in transizione; Considerazioni finali e breve bilancio critico)
Critica del capitalismo e questione operaia: Karl Marx
(La vita ed il contesto culturale, politico ed economico; L'analisi del modo di produzione capitalistico; Classe e coscienza di classe)
Dalla comunità alla società: Ferdinand Tönnies
(La vita; Il contesto socio-culturale; Comunità e società come tipi di relazione sociale; Opinione Pubblica e società moderna)
La solidarietà nella società moderna: Émile Durkeim
(La vita ed il contesto socio-culturale; La natura del legame sociale: una continuità nella riflessione durkheimiana; Oggetto e metodo della sociologia; La divisione del lavoro sociale; Suicidio e anomia; Lo studio sociologico della religione)
Rapporto con i valori e destino della modernità: Max Weber
(La vita; Dibattito sul metodo e scienze storico-sociali; Oggettività delle scienze storico-sociali e rapporto con i valori; Il tipo ideale; Caratteri e temi della sociologia comprendente; Relazione sociale ed agire; Lo studio sociologico del potere; Caratteri e presupposti del capitalismo occidentale moderno; Etica protestante e spirito del capitalismo)

Collana: Sociologia

Argomenti: Teoria sociologica e storia del pensiero sociologico

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche