Packaging design.

Valeria Bucchetti

Packaging design.

Storia, linguaggi, progetto

Edizione a stampa

24,50

Pagine: 162

ISBN: 9788846467348

Edizione: 6a ristampa 2022, 1a edizione 2005

Codice editore: 308.3

Disponibilità: Discreta

Il volume vuole essere una raccolta di riflessioni per una rilettura del packaging. Obiettivo è la stesura di uno strumento analitico che si inserisca nella teoria del progetto. Il taglio prescelto è quello delle letture, i diversi temi trattati messi in sequenza producono un percorso di conoscenza per concatenazioni, dando luogo a un profilo inedito dell'oggetto di studio. Un taglio che rispecchia un percorso di conoscenza che si è andato articolando nel corso del tempo, un monitoraggio che ha seguito l'estendersi delle diverse espressioni dell'artefatto.
L'imballaggio viene quindi raccontato attraverso una retrospettiva che ne inquadra le coordinate storiche, ne descrive i passaggi evolutivi più rilevanti, le tipologie archetipiche, i materiali, le strutture. Per spostare poi l'attenzione verso i linguaggi, le tendenze, le forme espressive.
Si tratta di un percorso costruito a partire da un effetto zoom attraverso cui individuare e analizzare alcuni degli aspetti più salienti, dei nodi, ma anche delle influenze e delle tendenze che hanno guidato la trasformazione del packaging e che hanno influenzato e caratterizzato, ampia parte del panorama progettuale.
Il lavoro esplora settori merceologici differenti, da quello alimentare a quello riferito ai prodotti culturali, indaga il portato comunicativo di forme espressive, quali quelle ludiche, quelle del lusso, quelle riferite ai materiali, così come si concentra sulle funzioni massmediali del packaging che lo vedono protagonista dell'advertising e che danno luogo a forme di contaminazione con altri settori sino a trasformarlo in metaimballaggio.
Questa panoramica permette di cogliere le tendenze della progettazione e di ripercorrere criticamente, a partire dagli strumenti appartenenti all'area disciplinare del Design della comunicazione, lo scenario costituito da questa particolare tipologia di artefatti.

Valeria Bucchetti, visual designer, laureata in Discipline delle Arti Musica e Spettacolo presso l'Università degli Studi di Bologna, dottore di ricerca in Disegno Industriale, è ricercatore presso il Politecnico di Milano dove è docente di Design della comunicazione visiva alla Facoltà del Design. Si occupa, in particolare, di tematiche relative all'identità visiva e ai sistemi comunicativi dei prodotti, è autore del volume La messa in scena del prodotto. Packaging identità e consumo (FrancoAngeli, 1999) ed è curatore del testo Design della comunicazione ed esperienze di acquisto (FrancoAngeli, 2004). È stata referente scientifico per la mostra "PackAge" (Napoli, Museo della Scienza 2001), collabora a progetti di identità per istituzioni, imprese, eventi culturali, è stata coautore del catalogo multimediale-Museo Poldi Pezzoli per il quale ha vinto il Premio Compasso d'Oro (1998).


Introduzione
Diacronie
(Forme dell'Ottocento; Il secolo della trasformazione: Scatole con figure; Un materiale per l'involucro; Modi della trasparenza; Comunicazioni di marca; Mostrare il contenuto; Veridicità, realismo, comunicazione; Un caso emblematico)
Interazioni
(Creare cose nuove; Spazio tempo luogo; Interfacce per il consumo; Imballaggi in azione; Un caso in azione; Intelligenze nascoste)
Narrazioni
(Imballaggi per gioco; Le espressioni del lusso; Packaging per l'ambiente; Ecoapparenze; Immagini biologiche; Il senso delle superfici; Materiali per sperimentare; Una cromia per il prodotto; Le debolezze del colore; Sparizioni; No packaging; Forme per l'acqua; Contenere la musica; Oltre il lifting)
Cimmistioni
(Contaminazioni; Advertising packaging; Imballaggi massmediali; Metaimballaggi; Citazioni per l'editoria)
Bibliografia.

Collana: POLI.Design

Argomenti: Design della comunicazione e arti visive

Livello: Saggi, scenari, interventi - Textbook, strumenti didattici

Potrebbero interessarti anche