Il Maestro di vino
Autori e curatori
Contributi
Matteo Bernardelli, Giuseppe Carrus, Massimo Castellani, Dafne Chitos, Maurizio Ciaschini, Matteo Cipolla, Gualberto Compagnucci, Vincenzo Corsi, Paolo Corvo, Piergiorgio Degli Esposti, Gabriele Di Francesco, Giacomo Gistri, Yann Grappe, Francesca Guarino, Linda Lombi, Giulio Malorgio, Lucio Meglio, Marco Nannetti, Giuseppina Paola Parpinello, Leonardo Ricci, Claudio Riponi, Leonardo Romanelli, Lorenzo Ruggeri, Sara Sbaragli, Andrea Versari, Giorgio Zagnoli, Vincenzo Zampi
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 496,      1a edizione  2013   (Codice editore 278.1.5)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 54.00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820448363
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 38.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820460747
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Integrando prospettive tra loro differenti, il volume tenta di tracciare una strada nella grande tradizione enogastronomica italiana (e non solo) e di delineare il profilo professionale e culturale del Maestro di vino. Il ruolo del Maestro di vino va oltre quello tradizionale del sommelier. Egli, infatti, vuole essere un servitore a tutto campo, uno specialista, un insegnante, un comunicatore e, necessariamente, un attualizzatore.
Utili Link
Avvenire Bere bene o bere di moda?… Vedi...
Presentazione del volume

La figura del Maestro di vino, eredità dell'epoca rinascimentale italica, rappresenta oggi una professionalità tecnico-pratica sospesa tra arte e scienza, tra competenza e piacere edonistico, tra esperienza sensoriale e capacità comunicativa, tra passione e curiosità. Il ruolo del Maestro di vino va oltre quello tradizionale del sommelier. Egli, infatti, vuole essere un servitore a tutto campo, uno specialista, un insegnante, un comunicatore e, necessariamente, un attualizzatore. Un maestro è, a suo modo, il frutto del fascino, del mistero e del simbolismo che il vino ha da sempre avuto nella storia dell'uomo.
La cultura del Maestro di vino parte dal bicchiere e si estende a ritroso fino al terroir, oppure ricompone l'intero processo muovendo dalla terra d'origine per tornare al bicchiere, dalla vite al consumatore, cogliendone sfumature, specificità ed evocazioni sensoriali.
Attraverso uno sguardo attento alle zone e agli stili produttivi del mondo, i contributi compresi nel volume trattano aspetti connessi alla produzione (la vinificazione, la fermentazione), alla distribuzione (i mercati, il valore del brand, le normative) e al consumo (la degustazione, i criteri di scelta, i significati sociali) del vino nelle sue varie espressioni.
Integrando prospettive tra loro differenti, i saggi qui contenuti tentano di tracciare una strada nella grande tradizione enogastronomica italiana (e non solo) e di delineare il profilo professionale e culturale del Maestro di vino.

Costantino Cipolla
è professore ordinario di Sociologia presso l'Università degli Studi di Bologna. È direttore del Master universitario di I livello in "Enogastronomia e ospitalità", con sede didattica a Loreto. Tra le sue oltre quattrocento pubblicazioni, segnaliamo per i nostri tipi: Le emozioni del gusto. Alcuni criteri per un ristorante italiano d'eccellenza (2008); Le emozioni dell'ospitalità. Come valutare la qualità di un albergo (con G. Biason, a cura di, 2010); La ragion gastronomica (con G. Di Francesco, a cura di, 2013). Ha scritto vari saggi per Le Soste, l'associazione dei più grandi ristoranti italiani.

Indice


Ancilla Tombolini, Prefazione
Costantino Cipolla, Matteo Cipolla, Premessa per un manifesto
Costantino Cipolla, Introduzione: per un filo sottile e tenace...
Parte I. Zone, stili produttivi e sapori del vino
Claudio Riponi, Vinificazione ed evoluzione del vino
Andrea Versari,
Le fermentazioni (e sentori collegati)
Giuseppina Paola Parpinello,
L'uva e i sentori varietali
Gabriele Di Francesco,
Lo stile: scelta del produttore, ma non solo
Leonardo Ricci, La diversità nel mondo del vino, tante storie differenti
Yann Grappe, Perché sei così buono? Storia e percezione della qualità del vino tra Francia e Italia
Lucio Meglio, Un nuovo gusto per un nuovo mondo
Lorenzo Ruggeri,
Una nuova sensibilità ambientale: il vino naturale
Leonardo Romanelli, La grande tradizione italiana: lo stile toscano
Massimo Castellani, La grande tradizione italiana: lo stile piemontese
Parte II. Mercati, prezzi e consumo
Vincenzo Corsi, Vino di qualità vs vino come commodity
Piergiorgio Degli Esposti, I mercati, processi di globalizzazione e digitalizzazione
Giulio Malorgio, Giorgio Zagnoli, Strutture, organizzazione ed elementi di costo dell'offerta vitivinicola italiana
Vincenzo Zampi, Il valore del brand
Maurizio Ciaschini, Vino e investimento. Mediazione trascendentale e scelta di portafoglio
Giacomo Gistri, Il consumo di vino e la ricerca di autenticità
Piergiorgio Degli Esposti, L'evoluzione dei consumatori nella società digitale
Marco Nannetti, Capire le leggi e le regole
Paolo Corvo, La formazione universitaria. Esperienze
Lorenzo Ruggeri, La formazione extra universitaria
Giuseppe Carrus,
Il Maestro di vino e le professioni del vino
Gualberto Compagnucci, Il servizio del vino secondo le regole classiche del sommelier
Matteo Cipolla, Stili di degustazione fra analisi e sintesi
Matteo Bernardelli, L'imprescindibile funzione della critica
Francesca Guarino, C'è qualcosa di nuovo nel vino, anzi di antico: responsabilità sociale e produzione vitivinicola
Dafne Chitos, Linda Lombi, Sara Sbaragli, Sitografia ragionata
Note sugli autori.