Il mondo di seconda mano. Sociologia dell'usato e del riuso
Autori e curatori
Contributi
Paola Di Nicola, Gian Paolo Lazzer, Lorenzo Migliorati, Francesca Setiffi, Debora Viviani
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 244,      1a edizione  2016   (Codice editore 1589.3)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 31.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891742056

In breve
L’etica della condivisione, l’affievolirsi del senso di proprietà esclusiva, la riscoperta delle reti di relazione, gli imperativi dell’ecologia e del risparmio energetico, il grande successo dei siti di vendita e scambio on line, donano agli oggetti seconde e terze vite, nuovi significati e nuove relazioni in cui esprimersi, allontanandone sempre più l’uscita di scena. Questo volume esplora il vecchio/nuovo mondo dell’usato, per restituire al lettore un affresco del presente, del passato e del possibile futuro del “mondo di seconda mano”.
Presentazione del volume

Da sempre considerato marginale ed emarginato, in odore di povertà, muffa ed esclusione, il mondo del riuso, il mondo dell'usato e della "seconda mano" si sta prendendo la propria rivincita. Non soltanto in espansione ma anche in evoluzione.
Nuove reti di negozi, nuove iniziative di scambio, dono, condivisione stanno liberando quel mondo che l'impero del nuovo e della novità ha da sempre relegato in una zona "grigia" della società e del mercato, ridandogli nuova vita e nuova dignità.
Se restano ancora gli "orfanotrofi degli oggetti", più vicini ad una discarica che ad un negozio, le nuove reti di vendita assomigliano sempre più a negozi "normali" in cui il valore simbolico degli oggetti usati e del loro riuso può diventare non un minus ma un plus rispetto alle cose nuove. L'etica della condivisione, l'affievolirsi del senso di proprietà esclusiva, la riscoperta delle reti di relazione, gli imperativi della ecologia e del risparmio energetico, il grande successo dei siti di vendita e scambio on line, donano agli oggetti seconde e terze vite, nuovi significati e nuove relazioni in cui esprimersi, allontanandone sempre più l'uscita di scena. Questo volume esplora questo vecchio/nuovo mondo, i suoi significati profondi e le nuove linee di sviluppo, sia nel campo della merce e dei negozi, sia nell'universo dei gruppi e delle reti di relazione, del dono e della charity, sia in quello della con-divisione e della "sharing economy", per restituire al lettore un affresco il più possibile completo, del presente, del passato e del possibile futuro del "mondo di seconda mano".

Domenico Secondulfo è ordinario di Sociologia generale ed insegna Sociologia e psicologia dei consumi nell'Università di Verona. Fa parte della Società Italiana di Antropologia Medica e dell'Associazione Italiana di Sociologia e dirige l'Osservatorio sui consumi delle famiglie italiane (Dipartimento Scienze Umane, Università di Verona - SWG). Si occupa da molti anni di sociologia dei consumi e di studi sulla cultura materiale, nonché di temi legati al mutamento sociale ed alla salute, con particolare attenzione per le medicine alternative. Tra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo: Sociologia del consumo e della cultura materiale (FrancoAngeli), Ditelo con i fiori. Strutture del consumo e comunicazione sociale (FrancoAngeli); Per una sociologia del mutamento. Fenomenologia della trasformazione tra moderno e postmoderno (FrancoAngeli); I volti del simulacro. Realtà della finzione e finzione della realtà (QuiEdit), Il mondo delle medicine alternative (FrancoAngeli); Sociologia del benessere. La religione laica della borghesia (FrancoAngeli); Family values and domestic interiors, "Italian Sociological Review", 1/2011.

Indice
Introduzione
Il posto dell'usato nel ciclo della merce
(L'idea generale di ciclo della merce)
Nuovo e usato
(Il nuovo come valore morale; Sul concetto di contaminazione simbolica; Breve nota sui rifiuti; Le piattaforme elettroniche)
Il ciclo di vita della merce usata: la produzione e il distacco dagli oggetti
(Il ciclo di vita della merce usata; Per quale motivo si rinuncia, come e perché ci si accomiata dalle cose)
Il ciclo di vita della merce usata: la distribuzione e i punti vendita
Alcune particolarità del venditore di merce usata
(Vendita e rituali di decontaminazione; Il raccoglitore-cacciatore; Spirito imprenditoriale e rapporto con il cliente; Uso e riparazione)
Il ciclo di vita della merce usata: il consumo e il consumatore
La dimensione etica e sociale dell'usato e del riuso
Debora Viviani, Significare il tempo. Oggetti antichi e tempo sognato
(La storia delle cose e il tempo; Il tempo...brevemente; Dalla produzione al consumo. Il tempo diacronico; Il tempo sincronico del mondo dei consumi; Rifiuti, usato ed antiquariato: il valore del tempo anacronico; Conclusioni)
Lorenzo Migliorati, Passato di mano. Storia e memorie nelle cose usate
(Gli oggetti hanno una storia; Se le cose potessero parlare; Memoria, storia e cose usate; Addendum: la nostalgia o del di nuovo; Usato: come se, anche se, proprio perché...di nuovo)
Debora Viviani, Estetica del design ed estetica del ricordo. L'anima degli oggetti usati
(Il riscatto dell'estetica degli oggetti; Il nuovo, come bello, buono e vero; L'usato e l'antico. Tra e oltre i simulacri; Conclusioni)
Francesca Setiffi, Gian Paolo Lazzer, Di madre in madre. L'immaginario dei negozi di seconda mano per bambini
(La cultura materiale: strutture di relazione e traiettorie sociali; Maternità e materialità: quale ruolo occupano gli oggetti?; Il "nuovo" usato per l'infanzia sacra: funzionale ed etico; Le retoriche della rete: costruzione del campione di ricerca; Il rifiuto del nuovo: verso una nobilitazione dell'usato per l'infanzia?; Conclusioni)
Paola Di Nicola, La trasmissione intergenerazionale dell'ago, del filo e del rattoppo
(Oggetti usati ed usurati a fine ciclo nel passato; Precisazioni; Produzione e distribuzione dei beni che circolano nelle reti di scambio; L'importanza degli oggetti nella vita quotidiana: la società della parsimonia, della conservazione, della trasmissione)
Bibliografia di riferimento
Note sugli autori.