La riforma del lavoro pubblico. Riflessioni a due anni dalla legge Madia

Contributi
Marco Barbieri, Roberto Cavallo Perin, Claudio Contessa, Gaetano D'Auria, Bernardo Giorgio Mattarella, Carlo Padula, Anna Maria Poggi, Giovanni Tarli Barbieri
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 166,      1a edizione  2018   (Codice editore 300.77)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

La riforma del lavoro pubblico. Riflessioni a due anni dalla legge Madia
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22.00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891762580
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891785978
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

A due anni dall’entrata in vigore della Riforma Madia, contenente un nuovo progetto di riforma della pubblica amministrazione, un Convegno sulla riforma del lavoro pubblico, di cui il volume riporta gli atti, ha inteso soffermarsi sui momenti che hanno avuto particolare valenza per la riforma del settore.

Presentazione del volume

Il libro si occupa della c.d. legge Madia di riforma della pubblica amministrazione che è entrata in vigore il 7 agosto del 2015.
Sposando un'ottica pluridisciplinare, il testo è incentrato, in primo luogo, sull'analisi della sentenza della Corte Costituzionale n. 251/2016, con la quale è stata dichiarata la parziale incostituzionalità della l. n. 124 del 7 agosto 2015 e sulle conseguenze da essa prodotte sia sui decreti già emanati, sia sui possibili scenari futuri derivanti dalla possibile applicazione del principio di leale collaborazione anche al procedimento di approvazione delle leggi; in secondo luogo, sui possibili scenari di riforma della dirigenza pubblica - essendo la precedente rimasta sulla carta proprio a seguito e in conseguenza della sentenza n. 251/2016 della Corte Costituzionale - e su alcune delle più rilevanti novità contenute nei decreti legislativi n. 74 e n. 75 del 2017. In particolare, dopo un'intensa riflessione su contratto e legge nella disciplina del lavoro pubblico, sono stati oggetto di esame il tema della valutazione della performance e la materia disciplinare.
Il volume trae spunto dal Convegno tenutosi a Firenze il 27 settembre 2017, dove alcuni studiosi ne hanno discusso soffermandosi sui due momenti che hanno avuto particolare valenza per la riforma del settore del lavoro pubblico.

Alfredo Corpaci, già professore ordinario di Diritto amministrativo presso l'Università degli studi di Firenze.

Riccardo Del Punta, professore ordinario di Diritto del lavoro presso l'Università degli studi di Firenze.

Maria Paola Monaco, professore associato di Diritto del lavoro presso l'Università degli studi di Firenze.

Indice

Maria Paola Monaco, Presentazione
Alfredo Corpaci, A due anni dalla legge n. 124 del 2015: brevi considerazioni introduttive sull'evoluzione del processo di riforma del lavoro pubblico e sugli orientamenti della Corte Costituzionale
Carlo Padula,
Il riparto di competenze normative fra Stato e Regioni in materia di dirigenza e lavoro pubblico
Anna Maria Poggi,
Il principio di leale collaborazione nella giurisprudenza costituzionale
Giovanni Tarli Barbieri, L'applicazione della sentenza della Corte Costituzionale 251/2016
Bernardo Giorgio Mattarella,
Per una riforma della dirigenza pubblica
Marco Barbieri,
Contratto e legge nella disciplina del pubblico impiego
Gaetano D'Auria,
La valutazione del personale
Roberto Cavallo Perin, Codice di comportamento e sistema disciplinare
Claudio Contessa,
Considerazioni conclusive.





newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi