Immaginazione e malattia. Saggio su Jan Baptiste van Helmont
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,      1a edizione  2000   (Codice editore 496.1.53)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846422866

Presentazione del volume

L'opera del medico fiammingo Jan Baptiste van Helmont (1579-1644) si distingue per la sua densità filosofica e teologica. Motivo conduttore della ricerca helmontiana è la nozione di immaginazione, intesa come forza produttiva che innerva i diversi gradi della natura, dall' imago seminalis all' imago intellectualis . Scandito in quattro sezioni (immaginazione, vita, malattia e guarigione), il libro si concentra in particolare sull'originale nozione helmontiana di malattia come distorta rappresentazione immaginativa (idea morbosa). La malattia è la trascrizione in immagini di una realtà che i principi vitali dell'organismo (i paracelsiani archei) avvertono come estranea e lesiva delle normali funzioni fisiologiche.

Definendo il concetto helmontiano di malattia come un processo di ampliamento dell'identità, l'autore elabora un possibile modo di interpretare il complesso intreccio di motivi filosofici, teologici e medici nell'opera di Van Helmont.

Guido Giglioni (1964), laureato in filosofia, lavora come collaboratore tecnico presso la cattedra di Filosofia Teoretica nel Dipartimento di Filosofia e Scienze Umane dell'Università di Macerata ed è Graduate Student nel Department of History of Science, Medicine, and Technology della Johns Hopkins University di Baltimora. Si occupa di storia delle idee nei secoli XVI e XVII.

Indice


La seduzione delle immagini
(Autobiografia intellettuale; Il ruolo della medicina; Immaginazione, ragione, intelletto; La visione onirica (visio somnialis). L'ambiguo ruolo dell'immagine nella conoscenza)
La vita
(la vita anonima della natura; I gradi della vita; Una questione medico-teologica: l'efficacia causale della forza dell'immaginazione; L'apoplessia e la struttura decentrata delle "repubbliche degli archei"; Vita della mente e vita del corpo; Fermentare e digerire; Vita media)
La malattia
(Le idee morbose; La classificazione delle malattie; La mente e la malattia dell'anima; La paura come passione morbosa fondamentale; Malattia come ampliamento dell'identità)
La guarigione
(Sedare l'archeo; Dio e vita; L'albero della vita; La rinascita)
Conclusione: l'immagine di Dio
Cronologia della vita e delle opere.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi