Dall'albero della libertà alla croce sabauda. Politica, società e salotti a Varese (1796-1861)
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 270,      1a edizione  2016   (Codice editore 1501.128)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 34,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 24,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 24,00
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Il volume presenta volti e vicende della storia di Varese dalla fine del Settecento all’Unità e invita a leggere attraverso vicende e fonti locali i grandi eventi storici nazionali: l’arrivo dei francesi in Italia, il giacobinismo, l’insorgenza popolare, la Restaurazione, la Seconda guerra d’indipendenza...
Presentazione del volume

L'autrice ricostruisce volti e vicende della storia di Varese dalla fine del Settecento all'Unità e invita a leggere attraverso fatti e fonti locali grandi eventi storici nazionali: l'arrivo dei francesi in Italia, il giacobinismo, l'insorgenza popolare, la Restaurazione, la Seconda guerra d'indipendenza. Delinea l'evoluzione politica ma anche sociale del grosso borgo dell'ex Ducato di Milano, divenuto città nel 1816: i balli intorno all'albero della libertà, la folla aizzata dai preti reazionari, macellai e pizzicagnoli in rivolta negli anni franco-napoleonici e, più tardi, in età risorgimentale, trame cospirative mazziniane e patriottiche, inni in onore di Pio IX, il "viva Radetzky" nelle campagne.
Protagonisti risultano non solo i luoghi della nuova socialità borghese, dal teatro alla Società del Casino, ai salotti di conversazione e letterari, ma anche il popolo "che cercava pane", i tumulti annonari, il malessere sociale. Il volume è inoltre arricchito da ritratti, da un lato, di scrittrici, poetesse, contesse e varesine illustri, dall'altra, di madri, sorelle, mogli appartenenti al popolo.

Ivana Pederzani è docente di Storia moderna presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ha studiato le istituzioni politico-amministrative ed ecclesiastiche in Italia soprattutto tra Sette e Ottocento. Tra i suoi lavori si segnalano: Venezia e lo "Stado de Terraferma". Il governo delle comunità nel territorio bergamasco (secc. XV-XVIII) (Milano 1992); Un ministero per il culto. Giovanni Bovara e la riforma della chiesa in età napoleonica (Milano 2002); Dall'antico regime alla Restaurazione. Profili di storia costituzionale e sociale in area lombarda tra Sette e Ottocento (Roma 2008); Postilla sul Bovara, ministro moderato (Roma 2008); "Il carro del progresso". Spesa pubblica, politica e società a Varese in età liberale (1859-1898) (Milano 2009); I Dandolo. Dall'Italia dei lumi al Risorgimento (Milano 2014); La caduta del Regno Italico. 1814. Varese da Napoleone agli Asburgo (Milano 2016).

Indice
Premessa
Tavola delle fonti e delle abbreviazioni
Introduzione. Il Risorgimento varesino
Parte I. Città giacobina, città garibaldina. Le vicende
Il triennio repubblicano (1796-1799)
(Tra vecchio e nuovo ordine; Il club giacobino; Il tumulto antifrancese del 1796. Paura e povertà; Varese e la Cisalpina; Il circolo costituzionale; 1798. Curtius legge D'Holbach; Giacobini e controrivoluzionari; Il fronte reazionario; Ideali politici e indipendentistici; Dopo il 1799. Dalla Seconda Cisalpina al Regno)
"Morte a Dandolo". Il tumulto popolare del 22 aprile 1814
(Vincenzo Dandolo, politico trasformista; Insorgenza, renitenza e brigantaggio tra Verbano, Varesotto e Alto Milanese (1813-1814); Il tumulto a Varese. Tasse e coscrizione; Dopo il tumulto)
Correnti patriottiche dalla Restaurazione alla Seconda guerra d'indipendenza
(La Società del Casino. Dalla conversazione alla politica; Il liberalismo moderato lombardo; Il variegato orizzonte politico degli anni quaranta; La svolta del 1847; Il 1848, gli "albertisti" e la guerra regia; Dopo Custoza. Il "Viva Radetzky"; Da Mazzini a Cavour e Garibaldi; Il trionfo della scelta sabauda)
Parte II. Intrecci politici, familiari e di amicizia
I mazziniani nel primo Risorgimento varesino (1833-1848)
(I primi affiliati. Varese e il Varesotto; L'estrazione sociale; La seconda generazione di mazziniani)
Strade di lago e terre di confine. Il Verbano nelle trame cospirative lombarde (1821-1833)
(Premessa; I Tinelli, i Borghi e i Dandolo: circuiti geografici, circuiti familiari nel primo patriottismo lombardo; Tra Laveno, Milano e il Canton Ticino. La rete mazziniana)
Luigi Grossi e il Risorgimento varesino
(Sospetto affiliato alla Giovine Italia; Il cognato Vincenzo Dandolo e la "veneziana colonia [...] appiè dell'Alpi"; Gli anni della Restaurazione; La scelta mazziniana; Tullio, il nipote cattolico liberale; Un confronto)
Oltre l'impegno politico: il problema sociale
(1815 e 1847. "La furia del popolo che cercava pane"; Il filantropismo umanitario dei Dandolo; Oltre Mazzini. Carlo De Cristoforis; ll mutualismo democratico borghese. Gli avvocati Bolchini e Scuri; L'impegno del clero. Un cenno)
Salotti e patria
(Civiltà di villa. La Versailles di Milano; Il salotto di Emilia Zeldner Morosini a Casbeno; Storie di guerra e di amicizia. I "Trazi"; La "mammina" e le sue figlie)
Parte III. Donne, madri, patriote
Casa Dandolo
(Mariannina, moglie adorata; Giulietta. Tra domesticità e conversazione; Ermellina. "Una ticinese per l'Italia")
Lucia Prinetti Adamoli. Amor di madre e amor di patria (Tra Milano e Varese; Il salotto Prinetti-Adamoli; Di fronte alle Cinque Giornate e alla Prima guerra d'indipendenza; "Esaltata mazziniana" e madre premurosa; Anticlericale, anticodina ed emancipazionista)
Felicita Morandi, poetessa dell'"Itala madre"
(Patriota e cronista. "Matama caribaldina"; La vena letteraria e romantica; "Dio, patria e famiglia". Educatrice e scrittrice; Ispettrice e filantropa. L'impegno dopo l'Unità)
Voci di popolane
(Annetta Seregni. Il Giornaletto di una domestica; "Stimatissima signora madre". Cuori di donne e madri varesine)
Indice dei nomi.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi