La scuola primaria nel Regno Italico. 1796-1814
Autori e curatori
Contributi
Xenio Toscani
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 464,      1a edizione  2017   (Codice editore 1501.133)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 54,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891752024
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 38,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891756015
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Il volume presenta una ricostruzione del sistema educativo popolare e primario nell’Italia napoleonica, con riferimento ai territori entrati a far parte del Regno Italico (1805-1814). Le fonti utilizzate (dalle inchieste scolastiche realizzate dalle amministrazioni cisalpine e italiche tra il 1797 e il 1814 alle corrispondenze tra viceprefetture, prefetture e amministrazione centrale) hanno permesso di offrire una serie di dettagliati quadri statistici di un sistema educativo di vasta scala dell’Italia preunitaria.
Presentazione del volume

Il lavoro ha per oggetto la ricostruzione del sistema educativo popolare e primario nell'Italia napoleonica, con riferimento ai territori entrati a far parte del Regno Italico (1805-1814).
Lo spoglio delle inchieste scolastiche realizzate dalle amministrazioni cisalpine e italiche tra il 1797 e il 1814 ha permesso la costruzione di un ricco apparato statistico in grado di offrire analisi dinamiche dell'offerta e della domanda di istruzione tanto pubblica che privata, dei salari e della condizione sociale e civile dei maestri, della tipologia e della qualità della didattica.
All'analisi statistica si è affiancato lo spoglio dei ricchi apparati documentari offerti dalle corrispondenze tra viceprefetture, prefetture e amministrazione centrale.
L'importanza di tali fonti è andata oltre la possibilità di ricostruire i quadri istituzionali entro i quali si svolgono le vicende della scuola primaria italica. Esse si sono rivelate un supporto fondamentale sia per precisare i fenomeni delineati dalle elaborazioni statistiche sia nell'offrire conferme ad ipotesi suggerite, ma lasciate indeterminate, dal dato quantitativo.
Il volume, per la prima volta in Italia, offre una serie di dettagliati quadri statistici di un sistema educativo di vasta scala dell'Italia preunitaria.

Maurizio Piseri insegna Storia della pedagogia e dell'educazione presso l'Università della Valle d'Aosta. I principali oggetti delle sue ricerche sono i processi storici di alfabetizzazione e di scolarizzazione nell'area padano-alpina tra Settecento e prima metà dell'Ottocento. Tra i suoi lavori più recenti si segnalano i volumi La grammatica nel villaggio. Le scuole latine in Lombardia da Maria Teresa a Napoleone (Milano, Unicopli, 2012) e L'alfabeto in montagna. Scuola e alfabetismo nell'area alpina tra età moderna e XIX secolo (Milano, FrancoAngeli, 2012).

Indice
Abbreviazioni
Xenio Toscani Prefazione
Introduzione
Le eredità del passato e gli assetti istituzionali
(Il secondo Settecento e le politiche di alfabetizzazione; Le politiche scolastiche settecentesche nei territori del Regno Italico: la Lombardia Austriaca; Le politiche scolastiche settecentesche nei territori del Regno Italico: la Lombardia Veneta, l'Emilia e le Legazioni; La legislazione scolastica primaria in età napoleonica; Il retaggio della scuola antica)
La rete delle scuole primarie
(Il territorio studiato; La diffusione delle scuole; L'indice scuole/popolazione; L'amministrazione della rete scolastica; L'offerta degli insegnamenti; Considerazioni sul sistema scolastico italico)
Maestri e alunni
(I livelli salariali della classe magistrale italica; Le condizioni di lavoro dei maestri; Le condizioni di vita dei maestri; La condizione civile dei maestri; Abilità didattiche; Le qualità morali e politiche dei maestri; Alunni e frequenza scolastica; Le condizioni della frequenza scolastica)
La scuola nei territori annessi
(La scuola nel Triveneto; Il Triveneto: il corpo insegnante e la frequenza scolastica; L'offerta di istruzione primaria nelle Marche; Maestri e frequenza scolastica nelle Marche; Uno sguardo su Istria e Dalmazia)
Scuole di città e maestri privati
(La scuola nelle città italiche; La condizione dei maestri urbani; L'insegnamento privato di provincia; L'insegnamento informale; Le scuole ebraiche)
Conclusioni
Tabelle
Bibliografia
Sitografia
Fonti inedite.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi