La sinistra americana pensa il mondo

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,      1a edizione  2008   (Codice editore 1944.28)

La sinistra americana pensa il mondo
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846499103

In breve

La ricerca individua alcune figure seminali e le strutture profonde del modo americano di pensare il mondo, in particolare Gabriel Kolko e Immanuel Wallerstein, in una prospettiva progressista e di sinistra, mentre è ormai irreversibile l’obsolescenza dei modi occidentali di definire il mondo.

Utili Link

Linea Quo vadis, Barack Obama? (di Carlo Gambescia)… Vedi...
Alias Recensione (di Pasquale Misuraca)… Vedi...

Presentazione del volume

La crisi della sinistra si manifesta in modi diversi a seconda della posizione relativa dei suoi esponenti nel centro o nella periferia del sistema mondiale. Nel caso della sinistra americana, i suoi momenti di euforia e di traumatico ripiegamento si riflettono sulla sinistra mondiale a causa del ruolo egemonico degli Stati Uniti. La ricerca individua alcune figure seminali e le strutture profonde del modo americano di pensare il mondo, in particolare Gabriel Kolko e Immanuel Wallerstein, in una prospettiva progressista e di sinistra, mentre è ormai irreversibile l'obsolescenza dei modi occidentali di definire il mondo.
Sinistra americana e sinistra mondiale hanno intrecciato e continuano ad intrecciare i loro destini, in qualche modo tentando di resistere alla formazione di nuovi modi di pensare il mondo, oltre il liberal-marxismo occidentale.

Orlando Lentini insegna sociologia all'Università degli studi Federico II di Napoli. Presso Angeli ha pubblicato Analisi sociale machiavelliana (1992) e Saperi sociali ricerca sociale, 1500-2000 (2003).

Indice



I saperi sociali della sinistra americana
(Nota introduttiva; La metamorfosi corporata nel lungo XX secolo; La sinistra americana e le visioni liberal del mondo; Gli anni della guerra civile liberal)
Immanuel Wallerstein
(Sistema intellettuale: Columbia, Medison o Harvard?; New York e la formazione di Immanuel Wallerstein; La tesi sul maccartismo, fra politologia e relazioni internazionali; C. Wright Mills, la sociologia fra critica e marxistizzazione)
La scoperta dell'Africa in transizione
(Gli studi sul mutamento sociale e politico in Africa; Il cosiddetto 'sviluppo politico'; Il ruolo delle associazioni volontarie in Ghana e Costa d'Avorio; Il terzo mondo e il dibattito mondiale)
I lunghi anni sessanta
(Nuove euforie e nuove delusioni della Sinistra; Pensare il mondo con una nuova unità di analisi; Il 1968 e il radicalismo calmo)
Un nuovo modello di scienza sociale storica
(The Modern World-System; Elaborazione e socializzazione dell'innovazione; Istituzionalizzazione del programma di ricerca: il Fernand Braudel Center; Il secondo volume di The Modern World-System; Espansione delle aree di ricerca; Gli aggregati domestici nel sistema-mondo moderno e altri RWGs; Nuovi impegni editoriali e nuovi sviluppi teorici; Il terzo volume di The Modern World-System)
Il lungo trauma ideologico, 1980-2007
(Aprire le scienze sociali; Da Geopolitics and Geoculture ad After Liberalism; La sociologia per il XXI secolo; Mondo europeo o mondo asiatico?; La sinistra dopo il liberalismo e il socialismo)
Indice degli autori trattati.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi