Differenza e differenze. Riflessione sociale e rappresentazioni culturali
Autori e curatori
Contributi
Francesca Ieracitano, Cristiana Paladini, Camilla Rumi, Francesco Vitale
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 164,      1a edizione  2008   (Codice editore 1520.622)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856802306

In breve
Il rilievo assunto oggi dai processi di differenziazione ha favorito varie prospettive che si incontrano nel riconoscere la forte commistione fra le caratteristiche dei contesti sociali dell’era globale, le problematiche poste dalla diversità culturale e dal pluralismo politico delle democrazie occidentali e le rappresentazioni offerte dai media. Inserendosi in questa problematica, il volume propone una chiave di lettura della multidimensionalità del fenomeno e un’indagine sul campo tesa a evidenziare l’immagine della differenza proposta dalla stampa quotidiana italiana.
Utili Link
Avanti La società del dialogo (di Pasquale Rotunno)… Vedi...
L'Indice dei Libri del Mese Un'enclave sociale (di Cristina Bianchetti)… Vedi...
Presentazione del volume

La crescita nella differenziazione che ha attraversato la modernità fra le speranze e le delusioni degli osservatori sociali classici, è andata oltre le previsioni e richiede oggi un ripensamento, a partire dalla scelta di declinare al plurale lo stesso concetto di differenza ed ancorarlo alle persone che la esprimono. Differenze di culture, di genere, di opinioni, di ideologie, di livelli di sviluppo, ed altre ancora, sono connesse ad una complessità crescente e ad una separazione-mescolanza di elementi che convivono negli stessi contesti di vita collettiva nonché nelle biografie individuali.
Nel dibattito contemporaneo il rilievo assunto dai processi di differenziazione ha favorito varie prospettive che si incontrano nel riconoscere la forte commistione fra le caratteristiche dei contesti sociali dell'era globale, le problematiche poste dalla diversità culturale e dal pluralismo politico delle democrazie occidentali e le rappresentazioni offerte dai media, che concorrono a definire le nostre immagini collettive nonché il modo di rapportarsi all'altro.
Inserendosi in questa problematica, il presente lavoro intende proporre una chiave di lettura della multidimensionalità del fenomeno ed un'indagine sul campo tesa ad evidenziare l'immagine della differenza proposta dalla stampa quotidiana italiana.
La scelta del mezzo stampa si giustifica considerando che - pur nel suo declino - il giornale mantiene un ruolo di spicco nei processi di elaborazione cognitiva. Può cioè favorire quella conoscenza che è preludio per la ricerca di modelli di convivenza e politiche adeguate alle richieste espresse dagli attuali contesti societari.

Donatella Pacelli è professore di sociologia generale ed insegna presso le facoltà di Lettere e Filosofia e di Giurisprudenza della Libera Università Maria Ss. Assunta (LUMSA) di Roma. Si è occupata di storia del pensiero sociologico e di vari aspetti della cultura moderna, seguendo in particolare la tematica del tempo, i processi della differenziazione e il mutamento sociale, le forme della socialità e della comunicazione. Oltre a numerosi saggi ed articoli apparsi su varie riviste scientifiche, ha pubblicato: Jean Marie Guyau, genesi dell'idea di tempo (Roma, l994); La costruzione della differenza fra società e politica, (Torino, 2001); La conoscenza dei media nella prospettiva sociologica, (Roma, 2002); la ristampa di G. Ferrero, La vecchia Europa e la nuova (Napoli, 2003); Nuove espressioni di socialità. Dal reale al virtuale: il reticolo delle esperienze giovanili (Milano, 2004), Tempo, spazio e società. La ridefinizione dell'esperienza collettiva (con M.C. Marchetti, Milano, 2007); L'esperienza del sociale. L'emergenza persona fra relazioni comunicative e condizionamenti strutturali ( Roma, 2007).

Indice


Introduzione
Le dimensioni della differenza nell'analisi sociologica
(Differenza-differenze: le ragioni di una declinazione al plurale; Differenza e forme di disuguaglianza sociale; Costruzione sociale e percezioni soggettive; Esperienza di differenza e ricerca di identità; Cultura della differenza fra frammentazione e mediazione)
La differenza nella produzione culturale: l'immagine proiettata dalla stampa italiana
(La prospettiva comunicativa nella sociologia della differenza; Il disegno della ricerca; La differenza rappresentata dalla stampa: i risultati della ricerca; Le differenze dell'Europa; La trattazione giornalistica)
Riflessioni e testimonianze degli analisti
(Francesca Ieracitano, L'analisi del contenuto sulla carta stampata: note metodologiche; Cristiana Paladini, La costruzione mediale dello straniero. La differenza etnica sulle pagine de La Repubblica; Camilla Rumi, La rappresentazione mediale delle differenze socio-culturali; Francesco Vitale, Immagine e differenza nei temi etico-religiosi. La malattia di Giovanni Paolo II: un dibattito in controtendenza)
Conclusioni
Bibliografia.