Libri buoni e a buon prezzo. Le edizioni Salani (1862-1986)
Autori e curatori
Contributi
Patrizia Caccia, Guido Scaramazza
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 576,      1a edizione  2011   (Codice editore 1615.47)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 49,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856806199
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 34,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856843941
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Un secolo di vita, tre generazioni di editori, oltre settemila volumi: questo il percorso della Salani sotto la famiglia del fondatore. All’originaria produzione popolare, Salani accostò un numero crescente di libri poco costosi, dai contenuti “leggeri”, diventando l’editore di notissimi romanzi popolari, in particolare di Carolina Invernizio. Dopo essersi cimentato con il pubblico “colto”, Salani si volse, con opere eleganti, attraenti e di amena lettura, ai giovani. Un pubblico a cui si rivolge fortemente ancor oggi…
Utili Link
Giornale di Brescia Salani, una storia di libri tra ragazzi e signorine (di Giancarlo Petrella)… Vedi...
Domenica (il Sole 24 Ore) Salani, quante avventure! (di Cesare De Michelis)… Vedi...
L'Informazione Bibliografica Recensione (di Paola Arrigoni)… Vedi...
Avvenire Gli eroi di Salani (di Roberto Cicala)… Vedi...
Presentazione del volume

Un secolo di vita, tre generazioni di editori, più di ottomila titoli. Questo, in sintesi, il percorso della Salani, che il presente volume ricostruisce in un ampio saggio introduttivo, cui segue il catalogo storico.
Nata a Firenze nel 1862 per iniziativa di Adriano Salani, un giovane dotato di tenacia e intraprendenza, la casa editrice si dedicò all'inizio a una produzione squisitamente popolare, ad esempio fogli volanti che in rima riportavano avvenimenti di cronaca nera.
Assecondando l'evoluzione dei gusti e della cultura dei lettori, essa propose in seguito in misura crescente libri poco costosi, di piccola dimensione, dalla semplice veste tipografica e dai contenuti "leggeri", e arrivò a includere nel suo catalogo notissimi autori stranieri - in genere francesi - e italiani, a cominciare da Carolina Invernizio, vero best seller dell'epoca.
Fidelizzato il segmento popolare, la Salani propose al pubblico "colto" edizioni assai accurate di classici, per dedicarsi successivamente - soprattutto con il figlio del fondatore, Ettore - ai giovani, attraverso una produzione che, pur non escludendo finalità formative, comprendeva opere eleganti, attraenti e di amena lettura e così innanzitutto i classici della letteratura per ragazzi (Daudet, Verne, Baccini, Franchi, Collodi nipote...).
Alla fine della prima guerra mondiale e dopo il definitivo ingresso di Mario Salani, la casa editrice, abbandonate quasi completamente le opere rivolte al "popolo minuto" e soprattutto "l'umile, volgare e scollacciata storia popolare" degli esordi, anche con l'ausilio delle autorità ecclesiastiche impresse alla sua produzione il denominatore comune del rigore etico.
Le difficoltà del successivo periodo bellico e il rapido mutamento dei gusti del secondo dopoguerra segnarono un lento declino, che condusse all'uscita di scena della famiglia. Il Dna dell'editoria per giovani tuttavia non andò perduto, se è vero che Salani doveva diventare il marchio di Harry Potter.

Ada Gigli Marchetti insegna storia contemporanea presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università degli Studi di Milano. Si è dedicata a ricerche sull'associazionismo sindacale dei tipografi, sulla storia del giornalismo e dell'editoria, pubblicando fra l'altro e per i nostri tipi: Le edizioni Corbaccio. Storia di libri e di libertà (2000). È inoltre curatrice con altri studiosi del Repertorio degli editori italiani dell'Ottocento (2004).

Indice
Premessa
Nota all'edizione
Ada Gigli Marchetti, Libri buoni e a buon prezzo
Alle origini della casa editrice: Adriano Salani
Salani, non "salami": Ettore Salani
Mario Salani: il potenziamento dell'editoria religiosa
Tra fascismo, guerra e dopoguerra
Il declino
Un'impossibile ripresa e poi... un'altra storia
Ada Gigli Marchetti, Patrizia Caccia, Guido Scaramazza, Le edizioni Salani. Catalogo storico (1862-1986)
Catalogo delle edizioni Salani (1862-1986)
Indice delle collane
Indice degli autori
Indice dei curatori
Indice dei traduttori
Indice dei prefatori
Indice degli illustratori
Indice dei contributori diversi
Indice dei contributi musicali
Indice degli pseudonimi
Indice dei nomi.