Freud

Lettura filosofica

Autori e curatori
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 218,      1a edizione  2021   (Codice editore 495.254)

Freud Lettura filosofica
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835117391

In breve

Le guerre, le sopraffazioni, le disuguaglianze sociali, l’alienazione socio-economica e religiosa sono i temi della produzione di Freud sessantenne, che sino all’età di ottantatré anni si interrogò su problemi di natura teorica. Questo volume vuole offrire una “lettura filosofica” di Freud: uno stimolo non marginale per meditare sul divenire della realtà, caratterizzata dalla dicotomia insanabile tra il bene e il male.

Presentazione del volume

La "lettura filosofica" di Freud, alle soglie del XXI secolo, continua a rappresentare uno stimolo non marginale, per meditare sul divenire della realtà, caratterizzata dalla dicotomia insanabile tra il bene e il male. Le guerre, le sopraffazioni, le disuguaglianze sociali, l'alienazione socio-economica e religiosa sono i temi della produzione di Freud sessantenne, che sino all'età di ottantatré anni si interrogò su problemi di natura teorica.
Ragione e fede, ma anche epistemologia e scienza, conducono all'antico fisiologo di Akragas vissuto nel corso del V secolo a.C., ricordato da Freud nel saggio su Analisi terminabile e interminabile del 1937. A ritroso sono da menzionare le Considerazioni attuali sulla guerra e la morte e il breve saggio sulla Caducità, entrambi dati alle stampe nel 1915, e che affrontano problemi purtroppo odiosamente veri ed attuali.
Perciò psicoanalisi, materialismo storico e filosofia dell'eterno ritorno costituiscono le componenti centrali della storia delle idee del nostro tempo, correlato all'età classica. Senza nulla togliere ai sistemi tradizionali del pensiero antico (Platone, Aristotele) e moderno (Kant, Hegel), dai nuovi saperi, con a capo la psicoanalisi, riceviamo stimoli e sollecitazioni sul destino dell'umanità (dalla Presentazione alla seconda edizione).

Piero Di Giovanni, storico della filosofia, si è occupato di Zenone di Elea, Platone, Marx, Nietzsche, Heidegger e Freud, confermando l'esigenza di porre a confronto la filosofia con i nuovi saperi, non volendo con ciò trascurare la specificità della sophía, nel rispetto del pensiero classico rappresentato in primo luogo dai Presocratici. Tra le sue monografie più significative, quella dedicata a Nietzsche. Il gusto della filosofia (FrancoAngeli) è da porre in stretta relazione con l'edizione delle lezioni inedite su I filosofi preplatonici (Laterza) e su Plato amicus sed (Mimesis). Non è da trascurare il progetto ambizioso di realizzare, per i nostri tipi, una storia della filosofia in quattro volumi. Inoltre è da menzionare la Collana di Filosofia Italiana, che Piero Di Giovanni dirige volendo recuperare la tradizione della cultura del nostro Paese, con particolare attenzione rivolta alla contemporaneità.

Indice

Presentazione alla seconda edizione
Introduzione
(Alla ricerca di Freud)
La psicologia del profondo
(La negazione; La razionalità dell'inconscio; La metapsicologia; L'alienazione religiosa)
Il materialismo psicoanalitico
(A colloquio con Hobbes; A colloquio con Rousseau e Marx; Psicologia individuale e psicologia sociale)
Il fondamento scientifico delle pulsioni
(La credenziale empedoclea; La scienza di Empedocle; Pulsione e stimolo; Attrazione e repulsione)
Una concezione manichea della vita
(Eros-Thanatos/Amore-Odio; La caduta dell'anima; Il principio del Nirvana; Dalla scienza al mito)
Indice dei nomi.