Vannuccio Faralli. Storia di un'Italia dimenticata
Autori e curatori
Contributi
Raimondo Ricci
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,   figg. 87,     1a edizione  2004   (Codice editore 1501.89)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,50
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846455635

Presentazione del volume

In un momento storico in cui tutto viene rimesso in discussione, confondendo i vinti con i vincitori, il torto con la ragione, la barbarie con la civiltà, la biografia di Vannuccio Faralli costituisce un momento di riflessione sereno, obbiettivo, onesto e disinteressato come il suo protagonista. Le sue vicende personali mettono spietatamente in mostra le tragedie del nostro popolo e allo stesso tempo la grandezza di uomini, donne e bambini che hanno lottato contro il nazifascismo per lasciarci immeritatamente in eredità una nazione libera, democratica e repubblicana. Storia di un'Italia dimenticata vuol significare proprio questo, perché ormai ci siamo abituati a dimenticare anche le cose importanti. Il progressivo disperdersi delle tradizioni, che antropologicamente fa parte del continuo progresso dei popoli, rischia di rendere inutile e marginale la nostra cultura. È dunque necessario coltivare la passione per il ricordo, rivolto non ad un trapassato remoto come facciamo noi italiani da ormai troppo tempo, ma ad un passato prossimo che ci possa legare con vincoli di comune appartenenza.

L'intera vita di Faralli è avvincente come un romanzo, tante sono le cose che ha fatto e che gli sono capitate: emigrante, commesso viaggiatore, sindacalista, politico, soldato, industriale, giornalista, antifascista, confinato, partigiano, torturato nelle carceri nazifasciste, sindaco di Genova, membro dell'Assemblea Costituente, sottosegretario, deputato, ecc. Con questo libro Cortona, la sua città natale, salda definitivamente, se pur in maniera tardiva, il suo debito morale nei confronti di Vannuccio Faralli e "a Mario Parigi, documentato e scrupoloso autore di questa biografia, va il merito indiscusso di aver articolato una rievocazione che non solo segue la traccia umana del sindaco della liberazione di Genova, ma, volta a volta, salda il suo percorso con la storia d'Italia, nello stesso periodo di vita del protagonista. Anche per tale ragione quest'opera è utile e necessaria per conoscere la nostra stessa identità" (dalla Prefazione di Raimondo Ricci).

Mario Parigi , laureatosi in Lettere presso l'Università degli Studi di Siena, è membro della Società Storica Aretina e dell'Accademia Petrarca di Lettere, Arti e Scienze di Arezzo. Alterna l'attività di giornalista su riviste e periodici locali con la ricerca storica, dedicando particolare attenzione alla storia contemporanea. Ha pubblicato anche Le origini del fascismo a Cortona. 1919-1925 , FrancoAngeli, Milano, 2002.

Indice


Raimondo Ricci , Prefazione
Introduzione
Vannuccio Faralli. Storia di un'Italia dimenticata
Cortina e Genova. La manutenzione culturale e l'affermazione del combattente
(Le origini; Una guerra non voluta; Politico, giornalista e imprenditore; Opposizione al regime e condanna al confino)
Antifascismo come scelta di vita
(L'attività cospirativa con s'interrompe; 25 luglio e 8 settembre 1943. Ricomincia la lotta; Clandestinità, arresto e torture; Insurrezione. Da Marassi a Palazzo Tursi)
Una nazione nuova
Cln, Amg e Comune di Genova; Venti mesi per ricostruire la città; Referendum e Costituente; L'avventura parlamentare nell'Italia democrazia e repubblica)
Bibliografia
Indice dei nomi.